Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Buona fortuna, come nome di tuo arco. Tu molto brava, queste frecce colpiranno duro, e tu saprai che io vivo e io tengo a te »
- Aiden Marnach -
 
Solice Kenson
Cronache della Campagna di Caen
Solice Kenson
"Voi avete coraggio e siete molto convincente: ma non appena sarete chiamata a combattere, al primo combattimento che possa realmente definirsi tale, voi morirete. E non parlo di scontri confusi o ingarbugliati, dove nessuno capisce fino in fondo quello che sta facendo o magari ha meno voglia di uccidervi che di portare la pelle a casa. Parlo di uno scontro vero, in cui affronterete una persona con le vostre sole forze. Beh, è giunto il momento che qualcuno che vi vuole bene vi dica che queste forze non basteranno proprio contro nessuno".
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 91   commenti totali: 32
134077 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 18/08/2019, 04:25)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 16 di 19
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17 · 18 · 19
il giorno ca%%o
Mercoledì 7 Settembre 2005

Congratulazioni

Congratulazioni Solice,

ora sei dei nostri a tutti gli effetti e potrò evitare tutte quelle spiacevoli situazioni in cui ero costretto a tenerti fuori dai dettagli delle decisioni.

come ti ho spesso detto il tuo cuore è grande come quello di un vero paladino; ma un grande cuore spesso è anche un grosso fardello e nostro mestiere è invece quello di farlo fruttare al meglio per il servizio agli Dei.

spero che sempre di più imparerai il coraggio e la saggezza per aiutarmi a guidare le azioni dei nostri amici verso la volontà divina.

buon lavoro

Abel
scritto da Abel , 11:41 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
2 dicembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Resisti!

Cara Solice, tieni duro!
Prego tanto il Santo Aiosapipos che ti protegga e ti salvi dal pericolo così come ha fatto con me. E' stato tanto buono da mettermi in guardia mentre quella strega di Estel mi attaccava alle spalle, e solo grazie a lui sono qui a raccontarlo.
Ora vedrai che aiuterà anche te e guarirai da questa brutta polmonite.
Non vedi? Il mare è calmo e la nave sta filando bene verso casa. Quando arriveremo al porto di Zarak starai alla grande!
... Eric mi ha raccontato quel che è successo quella notte, al Monastero. Di quando tu da sola hai combattuto contro tre enormi Nordi, e hai protetto Abel che era svenuto lì a terra, e hai tenuto duro tantissimo tempo, senza lasciarti mettere paura. Come fai a dire che non sei coraggiosa? Come fai a dire che non sei forte?
Sei stata grande Solice e sono sicura che Santo Aiosapipos, con te, stia molto meglio che con tutti gli altri, persino meglio che con i monaci barbuti di Delos... ops... forse ora fare la spiritosa è un po' blasfemo... ma so che Santo Aiosapipos non è un tipo permaloso, e capirà quello che voglio dire!
E quello che voglio dire è: coraggio Solice, tieni duro!
Con affetto,
Julie
scritto da Julie , 08:41 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
1 Dicembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Polmonite

Non mi sono mai sentita così debole... così... stanca... Non riesco a parlare, non riesco neppure a dire la preghiera dell'alba. Non riesco a sentire la mia stessa voce...

E' così che ti sentivi, mamma? Se penso che forse potrò rivederti... riesco ad avere un pò meno paura. Ed anche il freddo diminuisce un pò.

Non voglio che Julie debba pentirsi della fiducia che ha riposto in me... quando mi ha affidato la reliquia. Non voglio deluderla... Non voglio deludere nessuno.

Se non dovessi farcela, una cosa ti chiedo, una sola: assisti i miei compagni... e rendili in grado di mantenere la promessa che ho fatto a quel sacerdote. Comunque vada, io sono contenta perché so che mi vuoi bene.
scritto da Solice , 01:47 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
26 Novembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Convalescenza

Ancora una volta devo la vita a Desiree e alle sue amorevoli cure. Ma anche se le ferite sono state trattate, e il mio corpo lentamente riprende colore, sento dentro di me un dolore fortissimo, che mi squarcia e lacera più di qualsiasi lama.

Ho provato a combattere, a tradurre in fatti ciò che a parole ho giurato di difendere e proteggere a costo della mia vita: non ce l'ho fatta. Ho perso goffamente il mio scudo, sono stata derisa da quegli uomini malvagi... Hanno giocato con me, per poi schiacciarmi come un insetto fastidioso. E poi, mentre io giacevo priva di sensi, hanno compiuto il loro efferato crimine, massacrando i sacerdoti indifesi.

Pyros, ti prego, aiutami: dove ho sbagliato? Ti imploro, tirami fuori da questa angoscia che mi strangola il cuore e che mi lascia senza respiro. Come posso accettare di essere ancora viva, quando il suolo è cosparso del sangue di tanti tuoi servi che ho giurato di proteggere? Ti supplico, perdonami per ciò che sto pensando... Per non essere capace di comprendere il tuo disegno.
scritto da Solice , 01:34 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
23 Novembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Dove mi trovo? Non riesco... a muovermi. L'ultima cosa che ricordo... I ghigni, le risate... ridevano di me? Lo scudo, ho perso lo scudo... Poi le gambe, non riuscivo a stare in piedi. E il monastero, che... girava... intorno a me.

Freddo... ho tanto freddo...
scritto da Solice , 01:19 | permalink | markup wiki | commenti (0)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 16 di 19
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17 · 18 · 19