Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Sono le anime dei morti in guerra che hanno infestato il bosco. »
- Angelica -
 
Julie la Piattola
Julie Modane
 
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 139   commenti totali: 110
147106 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 21/09/2019, 03:56)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 16 di 28
6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17 · 18 · 19 · 20 · 21 · 22 · 23 · 24 · 25
11 maggio 517
Mercoledì 27 Dicembre 2006

Solice...

Perchè non sono come Loic? Perchè non sono alta due metri, con due braccia grosse così, con un'ascia in mano? O come Eric, con il suo martellone enorme...
Solice, tu eri lì, eri lì a un passo da me, ti ho quasi sfiorata in quel sacco... e non ho potuto far nulla per salvarti.

No, non ci posso pensare! Hai riconosciuto la mia voce, hai sperato che potessimo finalmente liberarti dall'incubo!! E invece niente, c'ero soltanto io, chiacchiere, aria fritta, niente di niente.
Neanche si è sprecato a spingermi via, a picchiarmi, quell'infame. No, ero un moscerino per lui, un fastidio ridicolo, niente di più.

Ora poi sento quello che ti hanno fatto. A te, a una Paladina, una fanciulla integerrima, pura, di buon cuore. Hanno osato violarti... spero che Pyros gli incenerisca quel che hanno usato per farti del male.

E adesso?
Adesso non posso far altro che pregare che i Paladini riescano a liberarti. Noi non ci siamo riusciti.
Desiree è in fin di vita, Loic pure è tutto massacrato... sono tutti feriti, è stato un fallimento terribile!

Sono così rabbiosa, così furibonda, perchè, perchè è andata così????

Julie
scritto da Julie , 12:29 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Lunedì 20 Novembre 2006

Non doveva andare così...

Bart sapeva a cosa andava incontro.
Se ha visto le cose così con precisione, nel sogno, ha visto anche che cosa avrebbe dovuto affrontare... eppure non si è tirato indietro.
Se ci penso mi vengono i brividi. Non riesco a guardarlo, adesso, non riesco a girarmi dalla sua parte perchè mi sento male. Steso su quella barella nella sua prigione di metallo...
L'armatura si è trasformata in una trappola terribile, sanno gli dei cosa succederà quando cercheranno di togliergliela. Sopravviverà? Quanto dovrà ancora soffrire? Tornerà un giorno in buona salute?

Funziona sempre così, con i Paladini? Non c'è modo di proteggerli, di evitare che si gettino addosso al pericolo e alla morte, magari con un sorriso rassicurante sul viso?

No, non riesco ad accettarlo. E' stato terribile con Abel, e adesso rivivo quell'angoscia pensando al povero Bart.
Voler bene a un Paladino significa sapere che presto o tardi affronterà la morte e la gloria. E che tu resterai in disparte a guardare, senza poter fare nulla se non piangere e pregare, piangere e pregare.

Penso a Solice. No, preferisco non pensarci.
Mi manca il fiato.
scritto da Julie , 12:42 | permalink | markup wiki | commenti (3)
 
Lunedì 6 Novembre 2006

una mezza idea...

Ragazzi, io pensavo a sta cosa. E' vero che siamo prigionieri qui dietro, ma abbiamo alcuni punti di vantaggio rispetto alla mummia. Li elenco.

- noi sappiamo come si apre e si chiude questo affare, lei no.
- noi siamo tanti e lei è una sola.
- noi siamo veloci e lei è lenta.
- noi abbiamo le incomprensibili cartuccelle che vuole lei.
- noi siamo i buoni e lei è cattiva.
- noi abbiamo i paladini e gli dei della luce dalla nostra, lei giusto i tre vecchi (forse)

Se Guelfo decifra le carte, bene, senno' io propongo, prima di uscire a smazzare la mummia in modo un po' suicida, di farle credere che ci siamo divisi le carte. Poi apriamo e corriamo via in tutte le direzioni, così lei non sa chi inseguire.
Ancora meglio sarebbe attirarla qua dentro e chiudercela... così la leveremmo di mezzo una volta per tutte. Mossa suicida per mossa suicida...

... ma sono sicura che ce la caveremo!!!
scritto da Julie , 09:23 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
Lunedì 23 Ottobre 2006

noi e la mummia

Eccoci qua.
La mummia sta fuori e vorrebbe entrare. Noi siamo dentro e non ci dispiacerebbe uscire... e per ingannare il tempo chiacchieriamo attraverso la parete di pietra.

"Chi è il tuo dio?"
"Sono io il mio dio. Prima ero una nullità, adesso sono onnipotente..."
Dico, questo Eavan doveva avere grossi grossi problemi, per farsi sottoporre ai rituali che l'hanno trasformato in quell'essere orribile. Glie l'ho pure detto. "Sarai onnipotente, ma certo sei brutto..."

Vuole il contenuto del bauletto che abbiamo trovato. Quando gli ho detto che avremmo distrutto le pergamene secondo me un po' ha rosicato, anche se ha cercato di fare finta di nulla.

L'altra cosa che abbiamo capito dai suoi discorsi è che veramente quel che sospettavamo di Solice è vero: il Jack di Quadri è andato per rapirla e portarla qui. Spero solo che le guardie di suo padre siano in grado di proteggerla... ma ho molta paura per lei. Sta lì da sola, non sa nulla di quello che sta succedendo...

Valerie mi ricorda un po' Solice. Anche lei è una paladina giovanissima, anche lei è coraggiosa e decisa (Valerie è persino cocciuta), e nonostante sia ferita alla mano ha fatto cose davvero pericolose oggi. Ha quasi rischiato di morire di freddo, quando io e Florient l'abbiamo ripescata sulla spiaggia del lago sotterraneo... Ho rimpianto molto il fatto di non saper nuotare, perchè altrimenti avrei potuto aiutarla, invece che lasciarla andare da sola nella stanza sommersa.
Se uscirò di qui - anzi, QUANDO uscirò di qui - ora che viene l'estate, se trovo qualche laghetto o magari addirittura il mare... chiederò a Eric se mi insegna a nuotare.

Secondo la mummia, che per essere una mummia è molto chiacchierona, le parole che ho pronunciato per aprire il passaggio segreto "sembrano" nella mia lingua, ma sono solo dei suoni che hanno un potere a prescindere dalla lingua. Non saprei ma è possibile pure che sia vero, considerando che questi antichissimi scrivevano coi pupazzetti... possibile che parlassero come noi?

D'altra parte questi matti di Ogham sono fissati coi nomi, coi suoni dei nomi, e anche i nostri nomi probabilmente per loro significano qualcosa, legato a una profezia. La mummia ha detto che la profezia riguarda una sorta di finimondo, tipo che viene giù tutto e si ricomincia da capo senza ipocrisia, senza ico...iconococlastia (tipo che rompono le statue sacre), eresia, insomma un mondo migliore, almeno secondo lui.

Io invece penso che se gli dei della luce ci hanno fatto arrivare fino a qui non è per dare ragione a un mostro come la mummia, ma perchè di mostri come lui ce ne siano sempre di meno e magari nessuno.

Etemenanki è comparso a Quixote per dirgli che un luogo protetto stava venendo profanato, e probabilmente eccoci in quel luogo. Quelli che veneravano i culti antichi si mettevano maschere di animali, scrivevano con pupazzetti di animali, insomma il posto dovrebbe essere questo.
E d'altra parte qui stavano tutte queste persone malefiche, i tre vecchi predicatori delle tenebre, la mummia e compagnia bella: ci credo che Etemenanki sentiva che il posto era profanato!

Io penso che i nostri due lupacchiotti ci salveranno.
scritto da Julie , 08:55 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
Domenica 8 Ottobre 2006

Solice...

In questo labirinto di caverne che si aprono e si chiudono, il mio pensiero va a Solice.

Il suo nome, oltre che il mio, erano sottolineati sulla lista della Q di picche. Io sono stata rapita, sprofondata in un sonno simile alla morte, conservata in una bara dentro un santuario delle tenebre... ma avevo i miei compagni vicini, e mi hanno salvata.

Solice è sola, ignara di tutto, a casa sua.

In balia di un Jack di Quadri che, a quanto sembra dalle lettere ritrovate, si fa persino degli scrupoli di coscienza al pensiero di quello che le deve fare.

Povera Solice! Prego che gli dei la proteggano, almeno fin quando non riusciremo a raggiungerla e metterla in guardia!
scritto da Julie , 10:18 | permalink | markup wiki | commenti (2)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 16 di 28
6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17 · 18 · 19 · 20 · 21 · 22 · 23 · 24 · 25