Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Io speso quasi tutto per arrivare qui, ma qui piano di rifacimento, io cambia legge e io risolve problema soldi e continua viaggio »
- Aiden Marnach -
 
Julie la Piattola
Julie Modane
 
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 139   commenti totali: 110
145558 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 17/08/2019, 14:34)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 6 di 28
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17 · 18 · 19 · 20
8 settembre 517
Martedì 18 Marzo 2008

Grandi speranze e cattivi presentimenti

Stazione di posta del Buon Risveglio, 8 settembre 517

Stanotte ho sognato lingue di fuoco. Che cosa ci vedi? Calore, passione, paura, morte. Metro di paragone. Speranza. Ma quella speranza strana che è costruita sul dolore. Quella speranza che spaventa.
Non mi piace questa atmosfera, la pioggia, i mercenari... Non piace nemmeno a me. E non cerco nemmeno il sollievo di uno sguardo amico, non è quello di cui ho bisogno adesso. Ho bisogno di pensare. Pensare... a che pensi? A che stai pensando?
Sto pensando alla strada che abbiamo davanti.
La strada di pietre e di terra, dai margini fangosi, quella che tra poche ore percorreremo. Ma anche ad un'altra strada, quella lunga, quella "vera". La mia strada, così sorprendente da farmi perdere il senso delle proporzioni.

È l'alba, non si sente più lo scrosciare della pioggia. Bernard sarà contento: se tutto va bene stasera raggiungeremo Chalard.
Li sento dormire oltre il paravento. Silenziosi, quieti. Due Paladini per scortare me... sembra incredibile. Due Paladini, due persone in gamba, coraggiosi, uomini di Fede.
Io so dar vita a pezzi di stoffa colorati e far ridere i bambini. Non sai fare solo questo, Julie.
Sulla fortezza ci arrampicheremo insieme, in una sola fiamma, in una sola speranza. Una sola vita, e tantissime, tutte insieme.
Certe cose bisogna dirle in piedi.
No, no... quietamente. Tienimi la mano mentre saremo tra le fiamme. Tu che sai toccare il fuoco senza bruciarti. Tienimi la mano mentre brucerò.




scritto da Julie , 23:36 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
26 agosto 517
Venerdì 15 Febbraio 2008

il primo sole....

Socchiudo gli occhi, credo sia l'alba. Il primo sole disegna delle figure sulla mia testa, dei quadrati di luce che si animano col muoversi delle foglie di un albero qui fuori.
Ieri sera Lucius mi ha fatto vedere le ombre disegnate sul soffitto con le sue mani.
Finchè non ho spento la candela.

E' successo davvero? Oppure è stato il sogno più bello della mia vita?

Ho i gomiti sgraffiati, mi sento strana e indolenzita. Sento dei nodi tra i capelli che sarà molto difficile sciogliere. E il sapore e l'odore di Lucius mi sono rimasti addosso, tanto che se chiudo gli occhi mi sembra di sentirlo qui vicino a me.

Non è stato un sogno.

Respira, Julie. Non è stato un sogno. Che fai? Ridi? Piangi? Calmati, su.

Non è stato un sogno.

I quadrati di luce sulla mia testa si muovono dolcemente, fuori c'è un po' di vento. Vorrei spalancare la finestra e gridare con quanto fiato in gola che sono felice. Felice da impazzire! E che lo sentano tutti, che tutta la Caserma dell'Ultimo Sole si svegli sentendomi gridare di allegria.... o forse non sarebbe una buona idea?
Mi viene da ridere, non riesco a stare ferma: la catapulta, lo scantinato... la taverna senza tempo... il panettiere.... Lucius che mi fa strada per delle scale che scendono, fino a scoprire luoghi misteriosi e accoglienti... i suoi nascondigli segreti.

Lui dorme adesso a un paio di corridoi di distanza da qui. Forse se chiudo gli occhi riesco ad entrare nei suoi sogni. ...


zzzz....

Luce sul soffitto - Immagine
scritto da Julie , 11:36 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
21 agosto 517
Martedì 18 Dicembre 2007

Le parole che non trovano la strada...

Che mi prende?
Durante le settimane di lontananza sentivo così forte l'urgenza di parlargli, di sfogare la mia paura e raccontargli tutto: di Forrarossa, di Nickel, di Frate Erwin e tutto quello che sta succedendo. Ogni giorno mi svegliavo immaginando le parole che gli avrei detto, e la sera mi addomentavo sognando di parlare con Lucius, e ancora parlare e parlare. Ho tante, tante cose da dirgli.
Ma ora che siamo vicini non ci riesco.

Non è la paura, nè l'imbarazzo a trattenermi.
E' un desiderio pazzo che mi prende quando sto con lui, l'incapacità di staccarmi dalle sue labbra, la sete di respirare la sua stessa aria.

E' un paladino, Julie, cerca di ricordartelo!
Ma come faccio se soltanto mi basta sfiorarlo per sentirmi morire?

scritto da Julie , 10:34 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
8 agosto 517
Lunedì 24 Settembre 2007

Aspettami.

E' una promessa. E' la promessa che leggo negli occhi di Padre Quart mentre ci parla, mentre con cupa determinazione giura che salverà il suo amico più caro, a qualsiasi costo. Ed è la stessa promessa che ci unisce in questa battaglia dai contorni incerti, ma dall'obiettivo chiarissimo.
Ti aspetterò Lucius, benedicendo ogni giorno, ogni ora di questa lunga attesa. E ti aspetterò facendo del mio meglio, dando tutto per rendere onore a ciò in cui credo, e in cui credi anche tu.
Per questo non sarà un'attesa vana, ne sono sicura.
Quando sento le spire della paura che si insinuano in me, quando il fumo mi riempie i polmoni, il fuoco illumina a giorno la notte... quando persone conosciute si trasformano in mostri assetati di sangue e tutte le certezze vacillano, mi stringo nel tuo mantello, al riparo. E la paura svanisce, i dubbi si diradano, il senso di tanti sacrifici ritorna a indicarmi la strada.
Non vedo l'ora di ridere insieme a te, di farti qualche scherzo, di nascondermi alle tue spalle e farti fare un bel salto. E di raccontarti tante novità, tutte queste avventure... e anche altre ancora, quelle che ci aspettano, quelle che gli Dei ci metteranno davanti nei prossimi tempi.
E' una promessa, Lucius.
Aspettami, ed io ti aspetterò.

Julie Modane - Immagine 06 (blog)
scritto da Julie , 10:46 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
4 agosto 517
Venerdì 27 Luglio 2007

alle stalle...

Aspetto trepidante.
Sbom! Sfondano le porte, inizia la battaglia nella cappella.
Non vedo niente, non sento niente.
Sto nascosta presso le stalle, in attesa. Mormoro una preghiera, accarezzando il braccialetto che porto al polso...
Un grido, mi sembra che sia la voce di Guelfo, tremo. "Pyros ti prego, fa che non accada loro nulla di male!"
Pochi momenti dopo vedo una sagoma nel cimitero dietro la cappella. Una donna, e sta correndo da questa parte.
Mi nascondo meglio, la osservo: ha qualcosa di ingombrante in mano. Si china presso una tomba, in un cespuglio, e si libera in fretta del suo fardello. Quindi punta alle stalle, con più decisione.
Apre, entra, sento che armeggia con un cavallo.
"Dannazione, sta buono!" dice al suo animale. Ha una voce strana, un accento che non ho mai sentito. Il cavallo sembra agitato, fa parecchio rumore.
Trattengo il fiato, mi intrufolo nelle stalle dietro di lei.
Aspetto.
Lei prende per le briglie il cavallo e inizia a portarlo fuori, ma l'animale fa resistenza. Ci sono altri due cavalli, mi avvicino a quello più piccolo.
La donna esce dalla stalla.
"Arrenditi, in nome di Pyros!", riconosco la voce di Solice, sta arrivando!
Mentre mi sbrigo a sellare il cavallo, sento un grido.
E' la donna, che cade da cavallo, colpita da Solice.
Mi affaccio fuori dalla stalla, ci sta Solice, ferita a un braccio, e dietro di lei accorrono Guelfo, Eric e Pio.
...
E' fatta.

scritto da Julie , 12:10 | permalink | markup wiki | commenti (0)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 6 di 28
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17 · 18 · 19 · 20