Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« "Sei testarda, eh?", "E tu allora?", "Io sono un Paladino." »
- Alice e Kay, Paladino di Pyros -
 
Gli appunti di Colin
Appunti raccolti da Colin durante la sua Ricerca nel Corno del Tramonto
Colin Tarr
 
creato il: 27/09/2014   messaggi totali: 83   commenti totali: 201
59353 visite dal 27/09/2014 (ultima visita il 18/10/2018, 23:32)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 10 di 17
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17
4 Luglio 517
Giovedì 25 Febbraio 2016

La tecnica dei falsi amici



Stanotte per me non c'è verso di dormire. Ho davanti agli occhi il volto di Henno che mi chiede "ma che volete!" pochi istanti prima che il mio stocco gli trapassi il cranio. E' veramente brutto uccidere, è veramente brutto uccidere così. Eppure pare che a breve faremo di peggio. Uccideremo quelli che si sono arresi dopo avergli fatto qualche domanda. Delle domande che li condanneranno a morte per il solo fatto di averle ascoltate e di poterle ripetere. I miei compagni continuano a dirmi le nefandezze che queste persone hanno compiuto e le terribili amicizie che coltivano. Tutto vero, ma io non mi sento il braccio della giustizia e mi viene difficile togliere la vita ad uno uomo a freddo, senza dar spiegazione.

In questa missione abbiamo adottato la tecnica di fingerci amici di tutti. Con una serie di omissioni ci siamo riusciti. Abbiamo mangiato insieme ai nostri nemici, abbiamo combattuto al loro fianco, li abbiamo curati quando erano feriti. Mi sono spesso chiesto nei giorni scorsi dove ci avrebbe portato questo metodo. Ebbene oggi lo vedo. Per alcuni dei nostri nemici (quelli che abbiamo giudicato peggiori) ci siamo comportati da traditori e, dopo aver accettato la loro ospitalità, li abbiamo affrontati senza dargli il tempo neanche di mettersi un elmo. Per gli altri (che ci sono sembrati migliori) stiamo decidendo di chiudere un occhio rispetto ai nostri obiettivi di soldati appartenenti all'esercito nemico, permettendogli di portare a termine (anche se parzialmente) la loro missione. Una missione che probabilmente darà maggior forza politica e capacità magiche al signore di Ghaan.

Detestavo il mestierie di mio padre. Non ho mai amato l'abitudine dei mercanti di fingersi amici tra di loro per poi rubarsi gli affari sotto il naso. L'abitudine di fingersi amici dei clienti per poi piazzare merce di scarso valore e scappar via.

Questa tecnica dei falsi amici non mi piaceva in mio padre anni fa e non mi piace oggi. Spero che questa faccenda si concluda presto. Spero di non dover conficcare il mio stocco nell'occhio di Pete. Spero di non lasciare che i nostri nemici guadaglino ulteriore vantaggio nei loro artefatti magici.
scritto da Colin , 13:29 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
3 Luglio 517
Lunedì 1 Febbraio 2016

Dialogo tra un paladino e una locusta



Siamo finalmente partiti da Arak. Siamo anche incappati in un'altra fazione: i resistenti. Persone che combattono la lega del torto e i loro affiliati. Per ora abbiamo subito un loro attacco, perché ci accompagnavamo ad Arrok, e sembrano molto ben organizzati. In futuro credo saranno i nostri naturali alleati.

Stiamo per attivare nel quartier generale dei procacciatori, il gruppo che siamo stati mandati a uccidere.

In questo viaggio ho avuto la sensazione che ci seguisse un insetto. Era la cavalletta dalle ghiandole gonfie che temevo avesse richiamato su di noi le locuste kreepar ad Arak. Sembrava impossibile da prendere, ma il paladino mi ha stupito. Intimandogli "Creatura immonda, vieni a me!" l'ha fatta volare sulla sua armatura dove si è fatta uccidere. Chissà perché ci seguiva? Ora sarà più difficle scoprirlo.

Bohemond si è lavato l'armatura, ma l'odere della cavalletta sembra essersi attaccato alla sua pelle. Ho provato a coprilo con lifa di betulla, ma non è bastato. Mi farò venire altre idee.

Devo ricordarmi di chiedere al paladino a quale tipo di creature può impartire ordini. Che sia anche in grado di ordinare ai saad di uscire dalle ferite?
scritto da Colin , 16:27 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
2 Luglio 517
Venerdì 8 Gennaio 2016

Il canto dei kreepar



È arrivata Carnage, la sacerdotessa delle tenebre che in passato ha ordinato la profanazione del tempio della stretta osservanza. Era stata chiamata dai madrigali per capire come gestire l'invasione delle locuste nella chiesa. È una ragazzina che, nonostante i modi gentili, incute un immenso timore. Ha sostenuto che i kreepar sono una benedizione e che devono restare. Un paesano ha provato ad obiettare, ma è stato sacrificato sull'altare. La ragazzina lo ha fatto sdraiare sull'altare (apparentemente senza usare la forza) e poi alzando le mani e richiamato le cavallette per mangiarselo. I kreepar sono poi tornati composti sulla volta della chiesa. La sacerdotessa ha infine passato la notte in chiesa in preghiera in mezzo alle locuste che insieme a lei sembravano intonare uno strano canto. Pare che i kreepar non si muoveranno dalla chiesa se i paesani offriranno in sacrificio una vittima ogni luna. È stata la più potente manifestazione di potere soprannaturale che io abbia mai visto. Veramente impressionante.

Anche Vodan ha rischiato di finir sacrificato per aver solidarizzato con il malcapitato, ma per lui ha interceduto Ash, il bambino "burattinaio". Uno dei seguaci di Carnage era Caister il mentore del ragazzino. È incredibile la fiducia che Caister ripone in questo bambino: ad una sua parola ha deciso di risparmiare Vodan e dopo averci scambiato due chiacchiere ha acconsentito che Ash continuasse a stare con noi. A parlare con il bambino sembra solo che abbia un po' di confusione nei valori da seguire, ma la fiducia che questi adepti delle tenebre ripongono in lui mi spaventa e mi fa pensare sia molto di più di ciò che riusciamo a vedere.

Questa mattina siamo poi stati convocati da uno dei capi locali, Arrok, che ci ha chiesto di accompagnare i soldati di Ghaan nella loro missione di recupero di un tesoro per poi tradirli e consegnare il bottino a lui. Pare che la parte più importante del tesoro siano delle pietre, che tra l'altro Arrok non terrà per se, ma ha promesso a qualcuno (forse Carnage?). I miei compagni hanno accettato con il segreto intento di allearsi con i soldati di Ghaan contro i nostri veri obiettivi (di cui Arrok fa parte).

Il susseguirsi tempestivo degli eventi mi sembra aver reso un po' imprudenti i miei compagni di viaggio. Hanno deciso di condividere tutto con Ash, nonostante potrebbe essere in qualche modo collegato ai madrigali tramite Carnage, e vorrebbero allearsi con i soldati di Ghaan prima ancora di partire. Chissà, forse sono io troppo prudente e loro bravi a star dietro agli eventi. Vedremo. Quello che è certo è che ci sarà tantissimo da imparare nei prossimi giorni.
scritto da Colin , 10:31 | permalink | markup wiki | commenti (2)
 
1 Luglio 517
Domenica 3 Gennaio 2016

Amici di tutti



Questo monastero di Kayah, profanato per far piacere ad adepti delle tenebre e successivamente trasformato in bordello, sembra attirare i kreepar. Inizialmente avevo pensato che fossi stato io ad attirarli con i miei insetti, ma mi sto ricredendo. Nella giornata di ieri siamo riusciti a bloccare il passaggio sotterraneo da cui accedevano i kreepar del tipo cavalletta rossa (troppo grandi per volare), ma durante la notte sono tornati quelli neri volanti, preceduti da una nebbia fitta che ha fatto sentir male il nostro prete. Ora sono tutti nella chiesa profanata appesi alle pareti. Non hanno toccato i simboli della profanazione. L'impressione che mi danno è che vogliano tener lontane le prostitute dal luogo ... come se fossero un'offesa agli dei delle tenebre.

In tutto ciò ci siamo fatti notare come buoni combattenti ed esperti di kreepar dai madrigali, gli esponenti locali della lega del torto. Quelli che hanno profanato la chiesa su indicazione degli adepti delle tenebre e che praticano attività di brigantaggio e schiavitù. Insomma quelli che dobbiamo uccidere. Per ora ci abbiamo fatto amicizia e ci siamo offerti di lavorare per loro. L'idea è quella di ingannarli per conoscerli meglio.

Anche con i soldati di Ghaan siamo in ottimi rapporti. La caporalessa ospita nella sua camera la schiava che abbiamo comprato per liberarla. La poveretta è molto ferita perché è stata fatta precipitare da grande altezza dai kreepar. Era in stato di incoscienza da troppo tempo e ho pensato che fosse bene svegliarla. Serviva una magia. Ho chiesto ai soldati di Ghaan ed è venuto fuori che uno di loro, Lex, è un mago. Mi ha aiutato a svegliarla. Ora la ragazza fa buoni progressi.

Ho provato a chiedere ad alcune delle persone che viaggiano con noi, esperte di Khal-Valan delle notizie su Yshtav e Vihamel, i due nanetti che infestavano i sogni di Mirai (che poi è stata posseduta da un demone e ha infettato il paziente A). Purtroppo non mi hanno saputo dir nulla, ma i due bardi mi hanno promesso che chiederanno a loro conoscenti.

Stamattina per conto dei madrigali siamo andati a chiudere delle tane di kreepar. C'erano anche i soldati di Ghaan. Sono stato punto di striscio da uno scorpione di quasi due metri con due code. Per ora solo un po' di dolore e intorpidimento. Ho preso dei pungiglioni per fare un antidoto. Vorrei serbare anche un po' del veleno stesso ... potrebbe tornare utile.

Nel mentre i madrigali hanno mandato a chiamare l'adepta delle tenebre che ha ordinato la profanazione del monastero per avere consigli su come liberare la chiesa dai kreepar. Sarà interessante sentire cosa dice.

Insomma per ora abbiamo fatto amicizia con tutti i nostri nemici, sono curioso di vedere il momento in cui dovremo passare all'azione.
scritto da Colin , 14:22 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
30 Giugno 517
Lunedì 21 Dicembre 2015

Le responsabilità della ricerca



La notte appena trascorsa me la sono vista brutta. Fortunatamente grazie alla bravura dei miei compagni me la sono cavata con due graffi.
Il monastero profanato in cui alloggiamo è stato attaccato da uno sciame di enormi kreepar del tipo simile alle locuste. Alcune erano di colore nero, altre più rossicce. Quelle rossicce erano enormi, più grandi di me. Me ne sono trovata una sopra per qualche secondo che cercava di mordermi; adesso posso capire la povera Annie montata da una mantide. Per fortuna nel mio caso avevo gli amici attorno che l'hanno immediatamente uccisa.
Ho anche provato l'esperienza di essere afferrato da una di quelle nere. Voleva portarmi in volo e lasciarmi cadere; una tecnica che avevamo già visto nel vallone della tranquillità. Anche in questo caso è stato provvidenziale l'intervento dei compagni.

In tutto ciò la brutta sensazione era che questi kreepar cercassero proprio noi. Anzi cercavano me, esattamente come nel cariceto di Amedran quando avevo subìto la maledizione della sacerdotessa di Morgoblath che attirava su di me i risvegliati.
Temo fosse proprio la cavalletta che tenevo nelle gabbiette di Kailah a richiamare i kreepar la notte scorsa. Avevo già notato che stava emettendo dei richiami. Ho poi trovato la sua gabbietta distrutta dopo l'attacco dei kreepar.
Se questo fosse vero sarebbe orribile. Tutte le persone morte e ferite che vedo attorno a me sarebbero vive e sane se non mi fossi portato dietro quelle bestioline. Non mi sono mai fatto problemi a prendermi i rischi delle mie ricerche, ma non mi era mai capitato di dover riflettere sul fatto che questi pericoli possano ricadere sulle persone attorno a me. Per ora mi darò da fare per curare i superstiti e studiare le carcasse, poi farò una cernita delle cose che è meglio non portarmi dietro.

Un grazie di cuore a Sven, Bohemond e Vodan che mi hanno salvato la vita!



scritto da Colin , 11:09 | permalink | markup wiki | commenti (4)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 10 di 17
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 · 12 · 13 · 14 · 15 · 16 · 17