Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« "Andrete in terre più felici di queste..." "Ci vuol poco" »
- Ian Bohr ed Eric Navar -
 
Myst Cyclopedia

Valerie Foucault

[personaggio]
personaggio
Titolo:
Paladina di Pyros
Razza:
Umano
Sesso:
femmina
Nato/a il:
16 maggio 497
Morto/a il:
16 maggio 517
Altezza:
171 cm
Peso:
57 kg
Ruolo:
compagno
Tipo:
PNG
Giocatore:
sconosciuto
Immagine di Valerie.Paladina di Pyros nata nel 497 nei pressi di Chalard. Rimasta orfana di entrambi i genitori all'età di 6 anni viene accudita dal sacerdote di Reyks Heremberg Rhode, che nel giro di pochi anni riesce a introdurla nel monastero di Foucault. Da quel giorno Valerie inizia il suo cammino all'interno della chiesa di Pyros: veste bianca fino a 13 anni, diventa iniziata all'età di 14, anno in cui conosce Solice e Rosalie Kenson, con cui diventerà poi grande amica.

Valerie viene conosciuta dai protagonisti della campagna di Caen in occasione dell'avventura i misteri dell'Ogham Craobh, nel corso della quale scopre una serie di sfortunate circostanze legate al suo passato che finiscono con il farle perdere progressivamente la fiducia nel domani, culminando con la scelta di togliersi la vita. A ricordo della sua infelice fine ci resta una lettera di addio, scritta di suo pugno ai compagni paladini della caserma di Rigel della campagna di Caen.

Il monastero di Foucault

Valerie riceve il titolo di iniziata nel 508. Nel 511 fa la conoscenza di Solice Kenson e Rosalie Lambert, con le quali condivide per diverso tempo la cella del monastero. L'indole irrequieta e la curiosità la spingono a legare maggiormente con Rosalie, con la quale condivide la passione per la novità e per l'avventura al punto di spingersi fino ad architettare un astuto espediente per uscire periodicamente dal monastero.
Nel corso di tali uscite conosce un individuo che le si presenta inizialmente con il nome di Jack, ma che in seguito le dirà di avere un nome diverso: si tratta di Netjerikhet Zauemia Ruinethot, che quattro anni dopo verrà conosciuto dalla compagnia di Caen con il nome il fante di quadri. Valerie matura dei sentimenti molto forti nei confronti del ragazzo, che preferisce però restare concentrato sullo scopo della sua missione: penetrare nel monastero di Foucault in un giorno ben preciso, in conseguenza dell'arrivo di una ospite molto pericolosa che attenterà alla sua vita e a quella di Solice e Rosalie. Quando questo giorno arriva (a fine agosto 513) Valerie prende la decisione di dare ascolto al fante di quadri, facendolo entrare nella loro stanza e consentendogli di affrontare la sicaria: lo scontro dura pochi istanti, per finire senza un esito chiaro: Jack ne esce con una brutta ferita, mentre dell'assassina si perdono le tracce. I rumori generati dalla breve battaglia svegliano i sacerdoti, che vedono l'ombra di un uomo all'interno del monastero per poi trovare Valerie con il vestito sporco del sangue di Jack.

L'allontanamento dal monastero

Lo scandalo che suscitano le scoperte di quella notte mettono Valerie in una posizione difficile: l'abate del monastero decide di tenerla in clausura per qualche settimana, nel corso della quale emergono inquietanti scoperte che mettono in forte discussione l'identità di quella che si era presentata come una semplice iniziata e che invece, secondo le sue dichiarazioni, altri non era che un'assassina fedele a un orribile culto delle tenebre. Malgrado ciò, viene deciso di spegnere lo scandalo allontanando Valerie e trasferendola nella città di Rigel, dove la ragazza prenderà servizio come paladina agli ordini di sir Marcus Darrell a partire dal 514.

L'addestramento da Paladina

Valerie fa la conoscenza di molti dei Paladini di stanza nella caserma: viene affidata a Bernard d'Aleavar, che diventa il suo consigliere spiriturale. Egli è il primo a dubitare della ragazza, che non considera tagliata per fare la paladina nonostante l'impegno che Valerie mette nell'addestramento. Sir Orion da Rigel si occupa del suo addestramento con la spada. Conosce anche sir Giles e i fratelli Lucius e Lucas Mahen, che diventano i suoi migliori amici malgrado qualche piccola incomprensione ogni tanto. Dopo un anno di duro addestramento viene nominata paladina di Pyros da sir Marcus e, a seguito di forti incomprensioni con Bernard, viene affidata alle cure del custode del tempio Valiant Sahr.

L'incontro con la compagnia di Caen

Circa un mese prima degli eventi del maggio 517 legati all'Ogham Craobh, Valerie riceve una nuova e inaspettata visita da parte dell'uomo che conosce con il nome di Jack. E' qui che lui le rivela maggiori dettagli sulla sua identità e cerca di farle promettere di non rischiare la propria vita, evitando di recarsi in un posto che chiama il cimitero di Rigel. Valerie non comprende il monito, e risponde comunque che malgrado i suoi sentimenti ha un dovere nei confronti del Dio che non può essere messo in discussione da qualsivoglia avvertimento o situazione. Meno di un mese dopo, nel corso di una delle prime missioni con Valiant, si rende conto troppo tardi di trovarsi in quel luogo: avverte il suo compagno, che decide di adempiere comunque ai suoi doveri. Questa scelta coraggiosa finisce per costargli la vita pochi giorni dopo, quando lui e Valerie verranno catturati da un gruppo di uomini che lavora apparentemente alle dipendenze di tre anziani sacerdoti dediti a culti oscuri e dimenticati. A differenza di Valiant, che viene interrogato e torturato a morte non appena rivela il suo nome, a Valerie non viene fatto alcun male. Liberata dai protagonisti della campagna di Caen, condividerà con loro l'esperienza all'interno delle grotte e la battaglia con il crudele Amenemhat, una creatura ancestrale dai poteri misteriosi che lei stessa riesce a sconfiggere per mezzo di una spada infuocata di evidente origine divina.

Le ultime rivelazioni e la scelta del suicidio

Di ritorno dal cimitero di Rigel, la compagnia di Caen informa Valerie di una serie di informazioni che, seppur non del tutto certe, hanno l'involontario effetto di incrinare il suo già fragile senso di sicurezza e di fiducia nell'avvenire: da troppo tempo costretta ad ingoiare bocconi amari, e resasi conto dell'impossibilità di chiunque di considerare la sua fede più forte dei sentimenti che indubbiamente prova per l'uomo che è convinta di amare, Valerie prende la decisione di togliersi la vita. Il tragico evento avviene il 16 maggio dell'anno 517, e getta nel più profondo sconforto tanto i compagni paladini quanto i ragazzi di Caen, Guelfo e Julie in particolare.

Curiosità

  • Per il volto di Valerie è stata scelta l'attrice Alexis Bledel (Gilmore Girls, in italia "Una mamma per amica").

Voci correlate

Creata il 31/03/2007 da DarkAngel (1308 voci inserite). Ultima modifica il 24/08/2007.
4164 visite dal 31/03/2007, 04:50 (ultima visita il 25/05/2022, 06:34) - ID univoco: 238 [copia negli appunti]
[Genera PDF]