Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Sei decisamente veloce »
- Vodan Thorn -
 
Le ricette di Lena Vonneguth
Le ricette di Lena Vonneguth
Nessun personaggio associato [aggiungi]
 
creato il: 24/05/2005   messaggi totali: 48   commenti totali: 17
64180 visite dal 02/08/2007 (ultima visita il 16/06/2019, 13:34)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 5 di 10
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10
3 febbraio 627
Domenica 1 Ottobre 2006

Frati fritti

Care amiche, quest'oggi vi propongo la ricetta per delle ciambelline fritte molto golose che, a causa della loro forma che ricorda la tonsura, sono irriverentemente chiamate "frati". Che i nostri amici ecclesiastici non me ne vogliano!

L'occorrente per un bel vassoio di frati è il seguente:

300 grammi di farina lievitata
2 uova
300 grammi di patate lessate e schiacciate
50 grammi di burro
2 bustine di vaniglina
3 cucchiai di zucchero
limone grattugiato
mezzo bicchiere di latte
abbondante olio per friggere

La preparazione è molto semplice. Bisogna impastare energicamente tutti gli ingredienti in modo che la pasta risulti morbida e omogenea. Quindi si divide l'impasto a pezzetti, per farne delle ciambelline.
Le ciambelle si lasciano lievitare per un'oretta, quindi vengono fritte, poche alla volta, in abbondante olio. L'ideale è utilizzare un pentolino piccolo dai bordi alti, dimodo che le ciambelline friggano totalmente immerse nell'olio bollente.
Una volta scolate, vanno spolverate con abbondante zucchero (non zucchero a velo, ma normale zucchero).

Servite calde sono molto ghiotte, e se ne avanzano sono buone anche l'indomani, riscaldate anche nel forno a microonde.

Buon appetito!

Lena
scritto da Lena , 11:35 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
4 gennaio 627
Martedì 30 Maggio 2006

Pasta con il tonno e il limone

Care amiche,
voglio proporvi oggi una ricetta semplicissima, ma molto buona: la pasta col tonno e limone. Io la preparo spesso quando non ho troppo tempo da passare ai fornelli.

Per prima cosa in un'insalatiera spezzettate il tonno e aggiungete succo di limone in abbondanza.
Lasciate insaporire il tonno insieme anche alla buccia grattugiata del limone (se avete limoni biologici come quelli del mio frutteto è meglio) e una manciata di prezzemolo.

Intanto cuocete la pasta, l'ideale sono gli spaghetti, e scolatela nell'insalatiera dove già si trova il condimento.

Mischiate bene, aggiungete un filo d'olio a crudo e servite subito.
scritto da Lena , 13:55 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
12 dicembre 626
Giovedì 25 Maggio 2006

Tagliatelle col pesce persico

Ieri, poco prima di cena, casualmente Messer Gert passava da queste parti ed ha avuto il gentile pensiero di venire a trovarmi.
Non ho potuto esimermi dall'invitarlo a cena e gli ho preparato le tagliatelle col pesce persico. A lui sono piaciute moltissimo e vi propongo la ricetta che ho usato.

Gli ingredienti sono:
- circa 15 pomodorini del mio orto
- 1 etto e mezzo di filetto di pesce persico già pulito
- una manciata di basilico
- peperoncino
- 1 etto e mezzo di tagliatelle all'uovo
- olio d'oliva, sale
- mezzo bicchiere di vino bianco

Per prima cosa ho lavato i pomodorini e li ho tagliati a spicchi, mettendoli in padella a rosolare con l'olio a fuoco medio.
Intanto tagliavo a cubetti il pesce persico, che dopo qualche minuto ho aggiunto ai pomodorini e ho lasciato cuocere per circa cinque minuti a fuoco piuttosto alto, girando di tanto in tanto.
Quindi ho unito il vino bianco e l'ho lasciato evaporare, abbassando di nuovo un po' la fiamma. Ho unito peperoncino (abbondante, ma è questione di gusti) e sale, e ho lasciato cuocere altri cinque minuti, finchè il pesce non mi è parso abbastanza tenero.
Intanto ho cotto le tagliatelle in acqua salata, le ho scolate (fanno in fretta a cuocere le tagliatelle all'uovo, attenzione!) e le ho unite al condimento.
Ho servito subito, con la guarnizione di parecchio basilico del mio orto, tagliato a striscioline sottili.

A presto!
scritto da Lena , 09:17 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Domenica 14 Maggio 2006

Risotto alla pescatora

Care amiche, proprio ieri sera è venuto a cena da me Messer Gert, e sapendo che va pazzo per il pesce gli ho preparato un bel risotto alla pescatora. Vi racconto come ho fatto.

Per prima cosa ho acquistato un bel po' di pescetti, gamberetti ancora col guscio, seppioline, calamari e così via.
Poi ho preparato un bel brodo di pesce, utilizzando teste e code dei gamberi e i soliti odori (che possono essere sostituiti da un po' di dado, volendo).
Dopodichè mi sono messa al lavoro per preparare il risotto vero e proprio.
In un bel tegame ampio ho scaldato un po' d'olio con del peperoncino, quindi ci ho fatto cuocere per circa 5 minuti il pesce (fatto a pezzetti), tutto tranne i gamberetti, che ho aggiunto successivamente e fatto cuocere per altri 2 minuti.
Ho bagnato con il vino bianco e fatto svaporare, quindi ho aggiunto parecchi pomodorini del mio orto tagliati in quattro, ed ho lasciato insaporire e colorire il tutto.
E' arrivato il momento di aggiungere il riso, farlo tostare appena appena con tutto il condimento, e poi lasciarlo cuocere aggiungendo poco alla volta il brodo di pesce finchè non arriva ad essere cotto a puntino. Ovviamente mentre cuoce bisogna girare in continuazione, altrimenti rischia di attaccarsi ai bordi!
Infine, spento il fuoco, ho fatto sciogliere un pezzetto di burro nel risotto fumante, e mettendolo nei piatti ci ho spezzettato qualche fogliolina di prezzemolo fresco.
A Gert è piaciuto molto il risultato, e sono certa che piacerà anche a voi!
scritto da Lena , 14:03 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Giovedì 11 Maggio 2006

Fagiolini in umido

Se avete un po' di bei fagiolini teneri e volete provarli in una veste ben saporita, vi consiglio questa ricetta che ho preparato ieri sera, che avevo Sir Loras e la sua famiglia a cena da me. E' stato un ottimo contorno alle altre portate.

Lavate i fagiolini e privateli di cima e fondo.
Sul fondo di una pentola a pressione mettete un po' d'olio, un po' di passata di pomodoro e del peperoncino, un po' di dado da brodo (al posto del sale), quindi aggiungete i fagiolini e copriteli d'acqua.
Chiudete la pentola e mettetela sul fuoco. Da quando fischia aspettate circa dieci minuti, forse qualcosa di più, quindi aprite e controllate: se i fagiolini sono teneri e c'è ancora acqua, la farete asciugare con un po' di cottura a pentola aperta, se invece sono duri chiudete la pentola nuovamente e fate fischiare un altro po'.
I tempi di cottura variano di volta in volta, l'importante è che alla fine il risultato siano fagiolini molto molto teneri, e l'acqua ben asciugata.
Riponete in un vassioetto di portata e servite ancora caldi.
scritto da Lena , 14:05 | permalink | markup wiki | commenti (0)
ultimi 5 articoli (cambia) · Pagina 5 di 10
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10