Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Come vedete, loro non se l'aspettano. Poveri illusi. Ora li andiamo ad arrestare. »
- Terenz Lost -
 
Le ricette di Lena Vonneguth
Le ricette di Lena Vonneguth
Nessun personaggio associato [aggiungi]
 
creato il: 24/05/2005   messaggi totali: 48   commenti totali: 17
66767 visite dal 02/08/2007 (ultima visita il 16/10/2019, 05:02)
ultimi 20 articoli (cambia) · Pagina 1 di 3
1 · 2 · 3
13 giugno 517
Martedì 13 Ottobre 2015

Kreepar dorati e fritti

La mia vecchia nonna, che Kayah l'abbia in gloria, diceva che fritta è buona anche una ciabatta.
Ovviamente aveva ragione.
Vi propongo oggi, cari amici, una ricetta deliziosa per sfruttare questi grossi Kreepar scrocchiarelli, così simili alle cavallette di una volta. L'unica differenza è che sono più grossi, più aggressivi... ma il sapore è lo stesso, appena appena più marcato.

Prima di tutto, come procurarsi questi bei Kreepar nutrienti: il mio consiglio è di uscire poco prima dell'alba a cercarli, muniti di grossi e robusti retini, e di qualche mazza. Non andate da soli, mai e per nessuna ragione: ricordate sempre che non si tratta di creature piccole o stupide, ma di bestie in grado di ammazzare una persona, se ci si mettono in 4 o 5.

Una volta recuperati i vostri Kreepar, bisogna privarli delle ali e delle zampette, che non sono commestibili. Dovete togliere anche la testa e le viscere, dove si possono annidare chissà che parassiti. Magari il vostro Kreepar ha appena finito di pasteggiare con un mezzo Risvegliato putrescente... non vorrete mica beccarvi un'intossicazione!
Neanche ve lo sto a dire, ovviamente i Kreepar non si mangiano mai crudi, per nessuna ragione.

Una volta che avrete ripulito ben bene il vostro Kreepar, è il momento di decidere come prepararlo. Oggi voglio proporvi la ricetta del Kreepar fritto, un grande classico di sicuro successo.

Preparate una pastella con farina e un pochino di sale (se ne avete). Aggiungete un po' di latte e montate bene l'impasto per renderlo liscio e senza grumi. Aggiungete infine un uovo sbattuto.

Tagliate il Kreepar a strisce larghe circa un paio di centimetri, ed immergetele nella pastella. Friggete le strisce di Kreepar in abbondante grasso sciolto in padella, finchè non saranno dorate e croccante. Se vi piace, friggete insieme al Kreepar qualche fogliolina di salvia.

E buon appetito!

Kreepar dorati e fritti (immagine)
scritto da Nestor il Guercio , 18:20 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
2 ottobre 516
Giovedì 9 Gennaio 2014

Cucina di emergenza

Chi l'ha detto che i Kreepar non sono buoni da mangiare!
Sono tempi difficili, l'inverno sta arrivando e gli stomaci brontolano. In mezzo a tanta moria, i Kreepar sono sempre di più, e sarebbe un peccato sprecare tanto ben degli Dei solo perchè all'apparenza sembrano bestie un po' sgraziate.
I Kreepar non sono tutti uguali, ciascuno può essere valorizzato in modi particolari, per esaltarne il sapore e la consistenza.

Oggi vi parlerò di quelli che ricordano un po' delle grosse e polpose locuste.

Per prima cosa privateli delle alette e del carapace, staccate le zampe e tenete tutto da parte per farci un buon brodo.
Dopodichè create un fondo con acqua, qualche avanzo di verdura che avete disponibile, aromi come aglio e alloro.
Fate stufare i Kreepar finchè il fondo si sarà ridotto opportunamente, quindi bagnateli con del vino rosso (ammesso che ne abbiate, altrimenti va bene anche birra o qualsiasi altra roba alcolica).
Fate caramellare il vino o la porcheria alternativa che ci avrete messo, in modo che l'esterno del Kreepar risulti abbastanza croccante e dal sapore agro.

Il risultato, ve lo garantisco, tanto più sarete affamati, più vi sembrerà delizioso.
scritto da Nestor il Guercio , 14:45 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
19 maggio 630
Giovedì 19 Maggio 2011

Fagottini alle mele

Care amiche,
oggi vi propongo una ricetta semplicissima e molto golosa, i fagottini di pasta sfoglia alle mele.
Per 4 o 5 fagottini, piuttosto grossi, vi occorre:

- un rotolo di pasta sfoglia già pronta (inutile provare a farla in casa, è complicatissima: e quelle già pronte sono ottime)
- una mela
- 80 grammi di zucchero
- un cucchiaino di succo di limone
- una spolverata di cannella
- un po' di marmellata di albicocche.

Per prima cosa sbucciate la mela e tagliatela a cubettini di un centimetro circa di lato.
Mettete lo zucchero, la mela, il succo di limone e la cannella in una padellina, e sempre girando cuocete per qualche minuto, in modo che lo zucchero si sciolga e la mela si ammorbidisca un po', ma senza spappolarsi.
In ultimo aggiungete un bel cucchiaio di marmellata di albicocche.

Intanto prendete la pasta sfoglia e tagliatene dei pezzi, dei quadrati abbastanza grandi sui 15 centimetri di lato.
Imbottite ciascun quadrato con un paio di cucchiaiate di mela, stando attente a non lasciarci andare troppo liquido, che altrimenti tenderà a uscir fuori.
Chiudete i fagottini e segnateci qualche linea sopra col coltello, delicatamente.

A questo punto con un pennello spennellate il sopra dei fagottini con il liquido di cottura, e spolverizzatelo con zucchero semolato.

Infine infornate per 10-15 minuti in forno già caldo a 220 gradi. Servite tiepido.

E buon appetito!
scritto da Lena , 13:47 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
4 agosto 628
Martedì 4 Agosto 2009

Pollo marinato

Care amiche,
oggi voglio proporvi una facilissima ricetta per preparare il pollo marinato con soia, limone e miele.

Prendete dei petti di pollo e metteteli a marinare per una ventina di minuti in una ciotola con la buccia grattugiata e il succo di un limone, parecchia salsa di soia e un po' di miele.
Trascorso questo tempo, scaldate un filo d'olio in padella, adagiatevi i petti di pollo e fateli rosolare da un lato e poi dall'altro, aggiungendo un pizzico di sale e del pepe. Quindi versate nella padella anche tutto il liquido della marinatura e fate cuocere coperto per una decina di minuti, o finchè i petti di pollo sono cotti.
Se volete, potete far addensare meglio la salsa con un po' di farina.

Buon appetito!
scritto da Lena , 20:42 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
14 febbraio 628
Lunedì 16 Febbraio 2009

Polpettine al limone

Care amiche,
oggi voglio proporvi la ricetta delle polpettine al limone, ottime per san valentino.
Per 4-6 persone avete bisogno di:

- 500g di carne macinata di vitello
- 3 uova
- 2 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato
- 3-4 fette di pane a cassetta ammollate nel latte
- sale e pepe
- buccia di 1 limone
- succo di 2 limoni

La preparazione è molto semplice.
Dovete mischiare la carne, le uova, il pane ammollato nel latte e ben strizzato, parmigiano, sale e pepe e la buccia di limone, e preparare tante polpettine della dimensione di una grossa noce, quindi piuttosto piccole.
Le polpettine vanno infarinate scuotendo poi la farina in eccesso.
Scaldate poi olio e burro insieme in padella, in parti uguali, e rosolate ben bene le polpettine, girandole con cautela per evitare che si rompano.
Quindi irrorate con alcuni cucchiai di latte e lasciate cuocere altri 10 minuti circa.
Infine irrorate col succo di un paio di limoni, lasciate insaporire quache minuto e servite.
scritto da Lena , 19:31 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
11 gennaio 628
Domenica 11 Gennaio 2009

Risotto coi funghi secchi

Per completezza inserisco anche questa ricetta, pure semplicissima.
Avete bisogno di funghi porcini secchi, che farete rinvivire in acqua tiepida immersi per un'oretta circa. Sembrano pochi da secchi, ma crescono moltissimo. Per 7-8 persone ne bastano circa 50 grammi.
Preparate un po' di brodo (di dado, di verdura, come vi pare) e tenetelo pronto.
Nel tegame dove intendete cuocere il risotto, iniziate a sciogliere un po' di burro insieme ad un po' d'olio. Quindi strizzate bene i funghi (senza buttare via l'acqua in cui li avete tenuti a mollo) e fateli cuocere un po' nel burro. Potete aggiungere un po' di peperoncino.
Dopo qualche minuto aggiungete il riso e lasciatelo tostare, girando perchè non si attacchi.
Sfumate poi col vino (io ne uso parecchio) e continuate a girare finchè è ben assorbito. Quindi è il momento di qualche mestolata del liquido in cui sono stati ammollati i funghi, un po' alla volta, e infine del brodo, anche quello una mestolata per volta man mano che viene assorbito.
Quando è cotto, e il liquido sufficientemente ritirato, spegnete il fuoco e aggiungete una manciata di parmigiano grattugiato, mescolando poi bene.
Buon appetito!
scritto da Lena , 09:17 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
11 gennaio 628
Domenica 11 Gennaio 2009

Pollo al marsala

Questa che mi avete chiesto è una ricetta veramente semplicissima, non c'è quasi niente da dire.
Prendete le fette di petto di pollo e infarinatele, salandole leggermente. Poi mettetele a cuocere nel tegame con un po' d'olio finchè sarà quasi dorato.
Infine versare parecchio marsala nel tegame, coprite e lasciate finire di cuocere lentamente.
scritto da Lena , 09:12 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
11 gennaio 628
Domenica 11 Gennaio 2009

Tortine di melanzane

Ecco un'altra ricetta che mi avete chiesto, le tortine di melanzane, che altro non sono che una parmigiana dalla forma un po' insolita.
Per prepararle avete bisogno di melanzane un po' lunghe, che taglierete a fette alte circa 1cm e metterete per una mezz'oretta a liberarsi del liquido, con un po' di sale sopra e un peso che le schiaccia un po'.
Poi le infarinate una a una e le friggete.
Nel frattempo preparate un po' di sugo di pomodoro semplice, e affettate un po' di mozzarella (attenzione ad asciugarla bene).
Mettete sulla teglia un po' di carta da forno, poi componete le tortine come segue:
prima un po' di sugo, quindi una fetta di melanzana, sugo, una fetta di mozzarella e un po' di parmigiano grattugiato. Poi un altro po' di sugo e un'altra fetta di melanzana. Ripetete il procedimento un'altra volta (o due a seconda di quanto volete fare alte le "torri") e quindi mettete in forno per una mezz'oretta.
Facile, no?
scritto da Lena , 09:10 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
11 gennaio 628
Domenica 11 Gennaio 2009

Ciambella allo yogurt

Care amiche, ecco una ricetta ottima e semplicissima, la ciambella allo yogurt.
Per prepararla avete bisogno di un vasetto di yogurt al gusto che più preferite (a me piacciono molto quelli alla vaniglia o al caffè, che si prestano per ciambelle con la cioccolata, ma potete sperimentare anche yogurt alla frutta per variare il tema del dolce). Userete il vasetto di yogurt come unità di misura per tutti gli altri ingredienti, che sono:
- 1 vasetto di olio
- 2 vasetti di zucchero
- 3 vasetti di farina
- 3 uova
- 1 bustina di lievito
Questa è la base, a cui potete aggiungere quel che più vi piace. Cacao in polvere, gocce di cioccolata, caffè, pezzetti di frutta, buccia di limone grattugiata... insomma un po' qualsiasi cosa.
Mettete tutto insieme nella forma imburrata e infarinata, e poi in forno a 180 gradi finchè non è cotto (una mezz'ora o poco più, generalmente).

scritto da Lena , 09:04 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
5 maggio 528
Giovedì 10 Luglio 2008

Pollo al curry

Care amiche,
è un po' di tempo che non vi scrivo le mie ricette. E' che sono successe molte cose, l'aria è cambiata qui a Melsa, e la vita molto più semplice.
Oggi vi propongo una ricetta veloce e facilissima, ma piuttosto gustosa: il pollo al curry.
Per due persone servono circa 300 g di petto di pollo, farina, alloro, curry, vino e yogurt bianco.

Prendete il petto di pollo e tagliatelo a pezzettini, infarinatelo e fatelo dorare in una padella con un po' d'olio e una foglia d'alloro.
Una volta dorato, fate svaporare un po' di vino bianco e cuocere un altro po'.
Aggiungete un cucchiaino abbondante di curry.
A fine cottura versate un vasetto di yogurt bianco nella padella, girate finchè si formerà una salsetta densa e profumata.

E buon appetito!


scritto da Lena , 11:00 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Mercoledì 9 Maggio 2007

Pollo agli agrumi

Care amiche, oggi vi propongo una ricetta facilissima e molto buona: il pollo agli agrumi.

Serve petto di pollo tagliato un po' alto, arancio, limone, volendo pompelmo, un po' di farina, salvia, burro e/o olio d'oliva, sale e pepe.

Per prima cosa grattate una buccia d'arancia in un piatto con un po' di farina e mischiate.
Tagliate il petto di pollo a pezzetti di un paio di centimetri e infarinateli.

Nella padella scaldate un po' di burro e/o olio d'oliva, dove spezzetterete un paio di foglie di salvia.
Rosolate il pollo in padella con la salvia finchè non sarà dorato, quindi aggiungete il succo spremuto dell'arancia e di un limone, o volendo di un pompelmo, sale e pepe.
Lasciate cuocere per qualche minuto a fiamma alta per far ritirare il sughetto. Verso la fine della cottura aggiungete qualche spicchio d'arancia tagliato a metà, se vi piace rendere il tutto ancora più agrodolce.

Per guarnire il piatto, potete tagliare qualche fettina di arancio o di pompelmo e friggerla appena in una padellina con un po' di burro. Disponetele accanto o sotto il pollo e servite ben caldo.

Buon appetito!
scritto da Lena , 13:05 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Venerdì 13 Aprile 2007

stufato alla birra nera

Care amiche, stasera voglio proporvi una ricetta gustosa per palati robusti, lo stufato alla birra nera.

Per due persone ci vogliono:
circa 500 grammi di carne di manzo per spezzatino, che è essenziale sia tenera e di buona qualità; 30 grammi di burro; 1 lattina di birra nera (Guinness); mezzo litro di brodo di carne; 2 carote; 150 grammi di prugne denocciolate; 50 grammi di pancetta; sale, pepe, farina e zucchero di canna.

Per prima cosa soffriggete la pancetta, tagliata a striscine sottilissime, con il burro.
Infarinate i pezzi di manzo.
Togliete la pancetta dalla pentola (mettendola da parte) e versateci i pezzetti di manzo infarinati. Fateli dorare e aggiungete se necessario un altro po' di burro.
Rimettete quindi nella pentola la pancetta che avevate prima tolto, insieme con le carote tagliate a pezzetti e le prugne. Versate tutta la birra (non fredda di frigorifero, tiratela fuori un po' prima) e il brodo di carne (lasciandone un po' da parte).
Coprite la pentola col coperchio e lasciate cuocere per un'ora abbondante, girando di tanto in tanto.
Se si asciuga troppo aggiungete il brodo che avevate lasciato da parte.
Quando la carne sarà bella tenera, se c'è ancora troppo liquido lasciate svaporare qualche minuto con la pentola aperta.

Come contorno vi suggerisco di preparare un po' di patate al vapore, che servirete versandoci sopra un po' dell'abbondante sugo della carne.

Questo piatto può essere preparato anche il giorno prima di essere servito, basta riscaldarlo al momento.
Probabilmente si può ridurre di molto i tempi di cottura adoperando una pentola a pressione invece di quella tradizionale. Ma non l'ho sperimentato quindi non saprei dire quanto tempo debba cuocere con la pentola a pressione.

Buon appetito!
scritto da Lena , 21:33 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Mercoledì 4 Aprile 2007

maccheroni con funghi secchi e salsiccia

Care amiche,
stasera vi propongo una ricetta semplice ma molto saporita: i maccheroni con funghi secchi e salsiccia.

Per due persone avete bisogno di circa 30 grammi di funghi porcini secchi, due salsicce, maccheroni circa 200 grammi, olio sale e pepe quanto basta.

Per prima cosa sciacquate i funghi secchi, poi ammollateli per una ventina di minuti in acqua calda.
Dopodichè spellate le salsicce, spezzettatele e rosolatele in padella con un po' d'olio a fiamma sostenuta.
Strizzate i funghi senza buttare l'acqua di ammollo, e uniteli alla salsiccia in padella, quindi aggiungete un po' dell'acqua di ammollo, sale e pepe.
Fate restringere il sugo.

Intanto fate bollire l'acqua e cuocete i maccheroni, scolateli e ripassateli un momento prima di servire nel condimento.

Buon appetito!
scritto da Lena , 21:21 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Martedì 6 Febbraio 2007

Il gattò di patate

Cara amica,
ecco la ricetta del gattò di patate. E' una ricetta base, alla quale puoi applicare molte varianti, secondo i tuoi gusti e i gusti dei tuoi ospiti.

Per prima cosa bisogna lessare un bel po' di patate a pasta gialla, con un chilo si fa una teglia veramente grande.
Una volta lessate, quando sono ancora calde usi il passa patate per ricavarne un purè, al quale aggiungi, circa un etto di burro, 3 uova e un etto di parmigiano grattugiato, e mischi tutto ben bene. Poi aggiusti di sale e di pepe e se ti piace un pizzico di noce moscata.

A questo punto devi imburrare una grande teglia e coprirla di pan grattato. Stendi uno strato di purè su tutta la teglia, poi distribuisci una abbondante manciata di mozzarella tagliata a pezzetti, prosciutto cotto, e se vuoi anche pecorino, salame, piselli, insomma quel che più ti piace.
Quindi copri con il restante purè, pareggi la teglia e fai tanti piccoli solchi con i denti della forchetta. Aggiungi un po' di fiocchetti di burro sopra e copri con pan grattato.
Metti in forno a circa 180 gradi (ma dipende da forno) per parecchio tempo, una mezz'ora almeno, e all'ultimo accendi un po' il grill per fare una bella crosticina sopra.

Buon appetito!
scritto da Lena , 15:29 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
Domenica 4 Febbraio 2007

Cara Lena,
volevo complimentarmi con te per lo splendido gateau di patate che ho mangiato ieri a casa tua! era buonissimo! e volevo avere la ricetta... se fosse possibile...
garzie da ora
tua fedelissima lettrice!
scritto da Azucena , 13:44 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
20 novembre 627
Venerdì 19 Gennaio 2007

Pollo agli agrumi

Care amiche,
oggi voglio proporvi una ricetta molto semplice e veloce, il pollo agli agrumi.
Ci sono molte varianti, questa ha di buono che si presenta bene e può essere adatta anche a cene in piedi.

Gli ingredienti per 4 persone sono:
- 650g di petto di pollo (o vitella)
- due arance e un limone (o un paio di pompelmi)
- 100g di farina
- 80g di burro
- salvia
- sale e pepe
- vino bianco (opzionale)

Per prima cosa tagliate il pollo a cubetti molto piccoli, di circa 1cm di lato. Al posto del pollo potete usare anche carne di vitella.

Grattugiate la buccia di un arancio e mischiatela a circa un etto di farina, poi macinate un po' di pepe.
Infarinate nel composto ottenuto i pezzetti di pollo.

Sciogliete circa 50g di burro in una padella e rosolate due tre foglioline di salvia tritata, quindi aggiungete il pollo e fatelo cuocere finchè diventa bello dorato.

Se preferite, potete farlo cuocere un po' più lentamente con una spruzzata di vino bianco, viene meno croccante ma più ricco di salsetta.

Una volta che il pollo sarà dorato, aggiungete il succo di un arancio e di un limone (o di uno o due pompelmi, per variare). Salate e fate finire di cuocere a fiamma più alta finchè la salsetta non si sarà addensata.

Per la guarnizione, tagliate a fette sottili circa mezzo centimetro un arancio o un limone o un pompelmo, friggetele con un pochino di burro e qualche fogliolina di salvia, quindi disponetele intorno al piatto, sul quale al centro potete versare il pollo e la sua salsetta.

Buon appetito!
scritto da Lena , 11:23 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
8 luglio 627
Martedì 14 Novembre 2006

Pollo impanato coi funghetti

Care amiche, l'altro giorno Gert dal Pozzo mi ha invitata a casa sua, dove vive con sua madre. Un guerriero ammazzasette come lui che vive con la sua mamma? Ebbene sì, ed è anche un figliolo devoto.
Così mi ha invitata a cena e per l'occasione la signora ha preparato un piatto molto gustoso e semplice da riprodurre. Mi sono fatta dare la ricetta ed eccola qui per voi!

Per ogni commensale si prepara una o più fettine di petto di pollo impanato e fritto. La panatura è quella classica, uova e pan grattato, e io suggerisco di ripeterla due volte su ogni fettina in modo che venga più spessa e croccante.
Le cotolette di pollo vengono così fritte normalmente in una padella con olio bollente e messe da parte ad asciugare.
Nel mentre si preparano abbondanti funghetti champignon trifolati in padella, profumati con un po' di prezzemolo.

Quindi mettete le cotolette in una larga pirofila, su ciascuna distribuite una cucchiaiata di funghetti e copriteli con una o più fette sottili di mozzarella.

Mettete in forno per qualche minuto, in modo che la mozzarella si sciolga, e servite ben caldo.

Buon appetito!
scritto da Lena , 14:59 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
23 maggio 627
Martedì 17 Ottobre 2006

Frittatine al boccone

Care amiche, sicuramente vi piacerebbe poter offrire ai vostri ospiti, come inconsueto antipasto, delle piccole frittatine soffici alle verdure. Non è difficile e se volete vi spiego come si fa.

Per prima cosa tagliate a cubetti piccoli 2 patate e un peperone rosso (ma potete usare anche altre verdure a vostra scelta) e stufateli in padella con un filo d'olio a fuoco basso per una ventina di minuti, insieme ad alcune foglioline di salvia, sale e pepe.
Sbattete intanto 5 uova con abbondante parmigiano grattato e un po' di sale. Mescolate il tutto.
Versate il composto in stampini per muffin unti con un po' d'olio (se avete quelli morbidi antiaderenti non è necessario ungerli) e mettete tutto in forno per una decina di minuti a 200 gradi.
Ed ecco pronte le piccolissime frittatine!
scritto da Lena , 08:41 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
15 maggio 627
Lunedì 16 Ottobre 2006

Sartù di riso

Care amiche, l'altra sera ho fatto per cena un bel sartù di riso, e voglio raccontarvi come.

Per una bella teglia di sartù, che è bastata per una decina di persone, ho usato 700 grammi di riso, che ho normalmente lessato, lasciandolo un po' al dente.

A parte ho preparato un abbondante sugo di pomodoro, che ho quindi unito al riso in una grossa insalatiera. Ho mischiato bene e aggiunto un pochino di burro, di parmigiano grattato e un uovo.

Con circa 250 grammi di carne macinata, quattro fette di pane a cassetta ammollate nel latte e poi strizzate, un uovo, parmigiano grattato e un po' di sale, ho preparato parecchie polpettine minuscole, rigirandole nel pangrattato, delle dimensioni di un'oliva per intenderci. Le ho poi fritte in abbondante olio e scolate su carta da cucina.

Ho lessato un etto di piselli e li ho scolati, tagliato a striscioline mezz'etto di salame, tagliato a cubetti una mozzarella.

Unta la teglia con un po' di burro e ricoperta di pangrattato, ci ho messo un primo strato di riso, circa metà. Dopodichè ho distribuito le polpettine, i piselli, la mozzarella e il salame ed ho coperto il tutto col riso rimasto.
Per far venire sopra una piacevole crosticina bisogna distribuirci un po' di fiocchetti di burro e una spolverata ricca di pan grattato.
Il sartù cuoce in forno medio (sui 160 nel mio, ma ognuno conosce il suo forno e si saprà regolare) per parecchio tempo, tre quarti d'ora circa.

Va servito caldo.
scritto da Lena , 08:54 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
12 maggio 627
Venerdì 13 Ottobre 2006

crepes alle tagliatelle

Care amiche, ieri sera ho preparato una teglia di crepes alle tagliatelle per i miei ospiti, e posso garantirvi che sono andate a ruba.
La ricetta è molto semplice e sono lieta di condividerla con voi.

Per ogni invitato servono 2-4 crepes, a seconda del suo appetito. Le crepes sono normali, leggermente salate, e possono essere preparate anche il giorno prima.

Una volta fatte le crepes, dovete preparare un bel po' di semplice sugo di pomodoro, fatto con la passata. Deve essere liscio e poco aromatico, io per renderlo più delicato di sapore ci aggiungo in cottura un po' di latte.

Lessate le tagliatelle (per 4 persone bastano circa 250 grammi di tagliatelle all'uovo fresche) e scolatele.
Condite le tagliatelle con una metà del sugo e abbondante parmigiano grattato. Non ci sta male anche un pochino di basilico, tanto per dare il profumo.

Mettete una forchettata abbondante di tagliatelle al centro di ogni crepe, che poi chiuderete a fagottino. I fagottini non devono essere troppo pieni, altrimenti tendono ad aprirsi.
Le crepes vanno disposte in una pirofila sul cui fondo avrete steso un po' del sugo di pomodoro tenuto da parte.

Una volta riempite tutte le crepes, stendeteci sopra abbondante sugo di pomodoro e parmigiano grattugiato, e mettete in forno, con temperatura non troppo alta (circa 160), per una mezzoretta.

Servite ben caldo, e a tavola mettete a disposizione dei vostri ospiti una salsiera con altro sugo di pomodoro da aggiungere a piacere direttamente sul proprio piatto.

Buon appetito!
scritto da Lena , 14:52 | permalink | markup wiki | commenti (0)
ultimi 20 articoli (cambia) · Pagina 1 di 3
1 · 2 · 3