Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« "Voi credete alla Tenebra, madamigella Kailah?" "In che senso?" »
- Padre Engelhaft e Kailah -
 
Myst Cyclopedia

Micol Semeyr

[personaggio]
personaggio
Titolo:
Lady (?)
Razza:
Umano
Sesso:
femmina
Nato/a il:
18 novembre 491
Altezza:
160 cm
Peso:
49 kg
Ruolo:
nemico
Status:
disperso
Tipo:
PNG
Giocatore:
Elmer's pupil
Micol Semeyr - Immagine 6Incantatrice in servizio presso l'Università di Amer come insegnante di Propedeutica al Sortilegio. Qui non è molto stimata né come esperta di magia nella sua branca né come insegnante. E' accusata infatti da colleghi e studenti di non conoscere a fondo il Sortilegio (ma del resto è un'insegnante del primo livello, deputata alle "matricole") e di avere un carattere troppo altero e scostante, poco adatto alla didattica.
Sir Luran Baekar, Necromante presso la stessa Scuola, l'ha denunciata, verso la fine di agosto del 518 a Sir Bruno Malade come personaggio altamente sospetto. Luran ritiene certo che ella pratichi in realtà in segreto l'Evocazione e che in quel campo sia molto più abile e potente che nel Sortilegio. Il suo potenziale magico è infatti indiscutibilmente alto. Ma questo sarebbe il minimo: a detta di Luran, ella avrebbe studiato per un certo tempo un libro ben noto alla Rosa Bianca come I luoghi impuri di August Bertrand (copia nascosta presso la Biblioteca dell'Università di Amer) e avrebbe condito questo studio con una parallela analisi del trattato "Sulle antiche religioni" di Oulpianòs e di alcune mappe del Nord di Delos. Secondo Sir Bruno queste informazioni si collegano perfettamente a quanto la Rosa sa riguardo ai nuovi studi e interessi di Marc Sand e vi è il più che fondato sospetto (se non la certezza) che Micol Semeyr stia collaborando con lui. La maga tra l'altro, secondo la testimonianza di Luran, sarebbe partita alla volta di Delos e il Necromante risulta in grado di fornire una mappa ricalcata sugli studi di Micol con alcune croci segnate
Queste informazioni daranno il via alla missione della Compagnia di Caen L'ombra nasce a Delos.

Micol e la nascita dell'Ombra

Effettivamente i membri della Compagnia riescono a trovare molte tracce, fisiche e spirituali, del passaggio e della presenza della maga nel Tema di Aipyros; una presenza collegata ad empi rituali volti a propiziare una pericolosa comunicazione con le dimensioni esterne (secondo i dettami di Bertrand). In alcune situazioni giungono persino ad intravederla e rimangono vittime della sua stregoneria (per fortuna senza danni irreparabili per la loro persona). Vengono ritrovati alcuni scritti che le sono serviti da ulteriore studio durante la sua missione, dai quali traspare, secondo l'esegesi fatta dal Metropolita di Kastoria, una non perfetta conoscenza della materia trattata e una pericolosa inadeguatezza rispetto alle forze messe piuttosto improvvidamente in campo. Sembra altresì che si possano cogliere, negli scarni appunti, dubbi, incertezze, forse paure e un non totale assenso rispetto alle procedure da attuare (la questione del 1 novembre).
I membri della Compagnia riescono infine ad individuare l'ultimo rifugio della maga, insieme ai suoi violenti scherani, sulle pendici dei Monti Thneti e tentano un assalto il 12 ottobre, sorretti tra l'altro da numerosi sogni di Julie in cui il gruppo dei nemici appare sempre soccombente e Julie in particolare appare vittoriosa proprio su Micol. Sebbene qui cadano due dei suoi accompagnatori, Fabius Alguerre morto e Gad Gronegin prigioniero, ella riesce tuttavia a fuggire insieme a Roland Messeguène.

L'aspetto fisico e il carattere

Micol appare particolarmente piacente, di bell'aspetto, elegante e molto bene educata; non si sa se possa vantare nobili natali poiché non parla mai delle sue origini nell'ambiente di lavoro. Se non fosse per il suo "brutto carattere", avrebbe senza dubbio un notevole successo nella raffinata società amerita. Non è molto alta, è rossa di capelli e chiara di occhi e di carnagione. Appare poco agile e si muove con difficoltà negli ambienti poco civilizzati e selvaggi. E' certo un personaggio enigmatico anche dal punto di vista caratteriale: scostante e altera, molto ambiziosa, ma forse anche in parte insicura. Sembra disposta a tutto, ma non si sa perché e fino a quanto.

L'esito della missione a Delos

Scontratasi in più di un'occasione con la Compagnia di Caen, Micol si ritrova, insieme a Roland Messeguène, faccia a faccia con il gruppo in un momento decisivo della sua missione: la notte del 30 ottobre 518, presso le Sorgenti del Tibur. Nella stessa occasione erano presenti anche Marc Sand e il suo fido accompagnatore Juste d'Alibert. In quello scontro Solice viene presa particolarmente di mira dagli attacchi provenienti da Sand, da Juste e da Roland, ma la Compagnia di Caen riesce ad avere ragione progressivamente degli avversari (Sand, Juste e Roland). Micol, vistasi sotto attacco, inabilita Julie con una stregoneria (pentendosene in parte) e, per sfuggire ad un incalzante inseguimento da parte di Eric e Guelfo, è alla fine costretta a pronunciare un incantesimo di Evocazione. Il Demone sopraggiunto è il noto guerriero dall'elmo di muflone e mette a rischio, seriamente, la vita di Guelfo ed Eric, fin quando non viene attirato da un'altra contesa misteriosa, forse di carattere oltremondano. Micol riesce comunque, seppure con grandissime difficoltà, a darsi alla fuga. Oggi è da considerarsi praticamente dispersa.
Creata il 09/11/2010 da Elmer's pupil (248 voci inserite). Ultima modifica il 12/02/2011.
1885 visite dal 09/11/2010, 23:13 (ultima visita il 16/06/2019, 10:27) - ID univoco: 2399 [copia negli appunti]
[Genera PDF]