Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Vassilj di qua, Vassilj di là... ma che ho fatto di male!? »
- Vassilj, coscritto di Iernigova -
 
Myst Cyclopedia

518/04/12: Bohemond parla con Giada Novak a proposito di Kalya Niadh

[file multimediale]
file multimediale
518/04/12: Bohemond parla con Giada Novak a proposito di Kalya Niadh
Tipo:
log
Disponibile dal:
01/04/2023
Modificato il:
01/04/2023
Dimensioni:
N/A
Content-type:
application/octet-stream
Associato a:
2 voci
Città di [[Ghaan]], 12 aprile 518: mentre [[Yara Raleigh]] recupera le forze e il gruppo decide il da farsi, [[Bohemond d'Arlac]] scambia qualche parola con [[Giada Novak]] a proposito di [[Kalya Niadh]] e dello strano maleficio onirico da lei impartito su [[Vesa il Bandito]], Innalzato di [[Ghaan]], utilizzando [[Kailah]] come tramite e poi lo stesso [[Bohemond]] come esecutore materiale.Città di Ghaan, 12 aprile 518: mentre Yara Raleigh recupera le forze e il gruppo decide il da farsi, Bohemond d'Arlac scambia qualche parola con Giada Novak a proposito di Kalya Niadh e dello strano maleficio onirico da lei impartito su Vesa il Bandito, Innalzato di Ghaan, utilizzando Kailah come tramite e poi lo stesso Bohemond come esecutore materiale.

Testo della conversazione

  • Giada passa le giornate con il suo "consorte" Nordro, che tendenzialmente fa il turista nei pressi del porto, ha stretto "amicizia" con gli Elsenoriti, etc
Giada: e poi però ha anche grandi momenti di libertà, ad es. quando il Nordro si ferma a bere con i suddetti nuovi amici (cmq non stanno sempre insieme)
Giada: il Nordro non sembra essere geloso di Giada (e viceversa), non si controllano grnach
Giada: granché
Bohemond: (ok ottimo)
  • Bohemond in un'occasione in cui incontra Giada le offre un bicchiere e quattro chiacchiere
  • Giada accetta volentieri: noti che ha vari ninnoletti di cui non ricordavi l'esistenza, prevalentemente molto economici, con cui si è un pò valorizzata il look
Giada: (bracciali, un orecchino si e uno no, ciondolo)
  • Giada ha Guardaroba e Stile molto alti quindi riesce a valorizzare al massimo anche i pochi stracci di cui è attualmente provvista
Giada: favorita, tocca dirlo, da una presenza notevole
Bohemond: (un onesto 8 su 2d20)
Bohemond: Che dire Giada...sei splendida come sempre!
  • Giada ti annuisce
Giada: quando lo dici a una ragazza, non sbagli mai. fa sempre piacere!
  • Giada insiste per portarti lei la birra (o quel che vi prendete), e poi sbatte il suo bicchiere contro il tuo
Giada: a Yara, dunque... di ritorno al regno dei vivi!
  • Bohemond la lascia fare e brinda allegramente
Bohemond: Puoi dirlo forte...finalmente possiamo tirare un po' il fiato.
Bohemond: Tu come stai? Perdonaci se in questi giorni eravamo indaffaratissimi e tesi come corde di violino
Bohemond: avevamo veramente poco tempo, mille cose da fare, e pessimi presentimenti che per fortuna non si sono avverati
Bohemond: L'unica che mi è sembrata un po' più rilassata è la nostra Kailah, e per merito tuo
Giada: figurati... avete dovuto fare un sacco di cose
  • Bohemond trangugia un sorso di birra, rilassandosi sulla sedia
Giada: e mi sembra che il vostro arrivo sia stato di grande aiuto
Giada: adesso che la capa s'è svegliata sarà tutto piu facile, no?
  • Bohemond alza le spalle
Bohemond: posso parlare per me...ero terrorizzato all'idea di dover sbrogliare una matassa come questa, i nostri superiori erano veramente al limite della sopportazione per darci il margine di manovra che ci hanno dato e la responsabilità di farlo fruttare in così pochi giorni
Bohemond: E' stato un miracolo bello e buono, se me lo chiedi.
Giada: ti capisco, anche io sono viva per miracolo
Bohemond: Non so quanto più facile sarà d'ora in poi, ma di sicuro più di ieri.
  • Giada lo dice con grande naturalezza
  • Bohemond la guarda
Giada: Kalya ci ha insegnato a non mollare mai. Che i miracoli prima o poi arrivano, se te li cerchi.
  • Bohemond annuisce
Bohemond: In questa città ci sono solo tre persone che pronunciano quel nome con affetto, mi sa.
Giada: Perché non la conoscono... altrimenti la amerebbero tutti TRANNE tre persone
  • Bohemond sorride
Bohemond: Già...non la conoscono.
Bohemond: Senti
  • Giada fa per contare sulle dita di una mano
Giada: Engelhaft... Yara... e...
Giada: ok, forse solo due.
  • Bohemond si è interrotto
Giada: scusa... dimmi.
Bohemond: Veramente, come stai?
  • Giada scoppia a ridere
  • Bohemond arrossice
Giada: sto bene, dico davvero! Ho corso qualche rischio, specie a Skogen
Giada: ho avuto paura
Giada: mi sono sentita, soprattutto, molto sola. quella è stata la cosa peggiore di tutte
Giada: ma hey, ero in missione
Bohemond: eh, ci credo...bel posto del cavolo
Giada: adesso è passata
Giada: se vuoi sapere se lo rifarei, ti dico di si
Giada: perché penso che avete fatto bene a mandare me
Bohemond: io resto fedele ai miei due voti
Bohemond: e al terzo
Giada: che intendi?
  • Giada non sembra capire: due voti? terzo?
Bohemond: ma tu mica lo sai che ti abbiamo scelta come si eleggono i Cardinali del Santo Sinodo?
  • Bohemond ridacchia divertito al ricordo della proposta di Engelhaft
Giada: davvero? spiegami
Bohemond: Sì lo so siamo persino più scemi di come sembriamo
Bohemond: quando vi abbiamo esaminate per decidere chi sarebbe stata la sfortunata vincitrice
Bohemond: ognuno di noi ha avuto 3 voti a disposizione
Bohemond: tu hai sbancato letteralmente
  • Giada sorride
Bohemond: purtroppo per te io ero l'unico con un minimo di buon senso lì in mezzo, e non perché dubitassi delle tue capacità ben inteso
Giada: da quel pochissimo che ne so, di solito le elezioni dei Cardinali del Santo Sinodo durano ben di più
Bohemond: comunque è andata come è andata
  • Giada ti guarda aggrottando le sopracciglia
Giada: vorresti dire che... tu non hai votato per me?
Bohemond: Certo che no, Giada
Bohemond: un voto l'ho dato a Kalya
Bohemond: perché voglio dire
Bohemond: in una gara tra Sirene ci mancava solo che la mia preferita rimanesse a secco
Bohemond: anche se si era deciso in partenza che non sarebbe mai partita lei
  • Bohemond sta zitto un momento e diventa meno allegro
  • Giada quando sente quel nome fa un gesto del tipo..."ubi maior"
Giada: In tutta sincerità, sono contenta che il tuo voto sia caduto nel nulla. Devi mangiare le uova, non la gallina
Bohemond: Se la sarebbe cavata alla grande, lo sappiamo entrambi
  • Giada ti guarda e stavolta è lei che diventa seria
Giada: LEI, si.
Giada: forse hai ragione: sei piu scemo di quello che sembri.
  • Bohemond la guarda con aria un po' interrogativa
  • Giada ti dà una spinta e scoppia a ridere
Giada: tranquillo. scherzo
Giada: è che... Kayla ha un compito, lì a Uryen
Bohemond: lo aveva, perlomeno
  • Giada sospira
Bohemond: ma ha ancora i suoi doveri
Giada: Neanche lei puo fare tutti i miracoli che vorrebbe.
Bohemond: nei confronti tuoi e delle altre ragazze
  • Bohemond alle parole di Giada si interrompe un momento
Bohemond: tutti no, ma più di quanti pensa forse sì
Bohemond: come te la passi con Skald, dicevamo?
  • Giada ti osserva
Giada: Skald è a posto: mi rispetta, che è la cosa piu importante
  • Bohemond ricambia lo sguardo, ostentando nuovamente il sorriso
Bohemond: Che ne direbbe lei, di lui?
Giada: che strana domanda. Lei non giudica gli uomini con cui... scegliamo... di stare
Bohemond: Lei ci ha chiesto...mi ha chiesto di riportarti indietro, sana, salva e più bella di prima
Bohemond: ora, la seconda parte della faccenda è risolta
Bohemond: ma la prima?
  • Giada beve un altro sorso
Giada: se dovessi sbilanciarmi... ti direi che
Giada: è più probabile che finirai tu a Norsyd, di quanto non ci finisca io
  • Bohemond beve con lei
Bohemond: Hai altri piani? Li ha lui?
Giada: Sappiamo entrambi che non valgo abbastanza per essere la sua donna lì. Sarò ad aspettarlo altrove, quando vorrà tornare da me. Se vorrà tornare da me. Se vorrò farmi trovare lì
Giada: (entrambi = giada e skald)
Bohemond: (ok)
Giada: Gli interesso qui e ora
Bohemond: Capisco.
Giada: E comunque, anche se fosse
Giada: se dovesse arrivarmi la proposta
Giada: di fare i bagagli, beh...
  • Giada si guarda intorno, poi ti guarda
Giada: ma lo senti che freddo fa? E' aprile, oh
Giada: vacci te a Norsyd...
  • Giada beve un altro sorso
  • Bohemond annuisce
Giada: piuttosto
Bohemond: Non dirlo a me che vengo da una terra baciata dal sole tutto l'anno, altro che questo pantano di fango ghiacciato
Bohemond: ...sì, dimmi.
Giada: dimmi di te. Com'è che invece di Yara parli di Kalya?
Giada: non sarà mica che ti manca?
  • Bohemond appare un po' imbarazzato
Bohemond: beh intanto direi che per Yara quello che potevo fare fin qui direi di averlo fatto
Bohemond: e tra un po' si ricomincia
Bohemond: e poi qui tutti parlano di lei
Giada: ah! pensavo che il bello iniziasse ora che s'è svegliata
Bohemond: a parte quei famosi tre
  • Giada annuisce
Bohemond: che poi parlano di lei pure loro, ma l'altra non se la sono scordata
Bohemond: Il bello dici? adesso inizia il brutto Giada
Bohemond: sei in quella parte della serata in cui hai davanti a te un bel gruzzolo dorato di monete
Bohemond: sei a tuo agio, soddisfatto, un po' brillo
Bohemond: cinque carte in mano e la voglia di spennare tutti
Bohemond: ma finché davanti a te non avevi che due rami, vincere o perdere era un po' la stessa cosa
Bohemond: adesso invece sono cazzi
Bohemond: io perlomeno la vedo così
Giada: eh ma finché non arriva quel gruzzolo, che giocavi a fare?
Giada: per vincere quattro rami?
Bohemond: giocavi in attacco
Bohemond: ora invece si difende, e difendere è sempre peggio che attaccare
Bohemond: comunque...
Bohemond: ti dicevo prima
Bohemond: che Kalya può realizzare più miracoli di quanti lei stessa pensi
Bohemond: e se ci stiamo bevendo questa birra è anche perché ho in mente un modo per dare un contributo
  • Bohemond torna serio
Bohemond: abbiamo un po' di leva adesso
  • Giada versa nel tuo boccale mezzo vuoto la sua birra residua
Bohemond: tu non sai che cosa è successo stanotte
Giada: regola numero 1 quando hai un gruzzolo da difendere: resta piu sobrio del tuo interlocutore.
  • Bohemond trangugia ancora
Bohemond: molto saggio
Giada: dimmelo tu
Giada: cosa è successo stanotte
Bohemond: Teegan, i miei due voti
  • Giada smette di sorridere
Bohemond: mi dispiace di metterla giù così
Bohemond: te l'avevo detto che sono stato l'unico ad aver votato bene
Giada: non puoi saperlo. magari hai salvato me.
Bohemond: tu lo fiutavi da chilometri uno come Deed
Bohemond: per questo gli altri ti hanno scelta
Bohemond: o così magari pensa al posto mio il resto della tua birra
Bohemond: in ogni caso, è stata importante stanotte
  • Giada scuote la testa
Giada: Teegan al Castello di Seta? con Rhea, Elzebeth, Lissy e Miya?
Giada: Non dirlo mai più, che hai votato bene.
Bohemond: ...ok.
  • Giada si alza
  • Giada si scopre il ventre, incurante di chi avete intorno
Giada: (qualche avventore obiettivamente si gira)
Giada: (grato dell'imprevisto spettacolo)
  • Giada ti mostra un accenno di tatuaggio, molto recente, che risalta nero sulla pelle bianca
Giada: vedi dove inizia, puoi solo immaginare dove continua. immagini sia stato piuttosto doloroso.
  • Bohemond fa una smorfia
  • Giada si risiede
Bohemond: mi...mi dispiace
Giada: dicevamo.
Bohemond: non volevo pensare a quel posto del cazzo
Giada: dicevamo.
Bohemond: ok
Bohemond: Kalya ci ha dato una cosa, dopo che Teegan è stata ritrovata
Bohemond: L'ha data a Kailah affinché la usasse per difendersi da qualcuno come Deed.
Bohemond: Stanotte Kailah l'ha messa in mano mia.
  • Giada annuisce, è rimasta seria. Trovi sempre sorprendente la capacità che ha di passare da un atteggiamento leggero e totalmente rilassato a una disposizione intensa e drammatica come quella che tiene in questo momento. Se fosse una recita, sarebbe davvero una grande attrice. Se fosse una recita.
Bohemond: E adesso è nella gamba di un povero diavolo che chiamano Vesa, uno di quelli che sono venuti a guastarci la festa questa notte.
Giada: immaginavo qualcosa del genere.
Bohemond: Ti chiederai perché un paladino dovrebbe affrontare un avversario come quello, in una notte come quella di ieri
Bohemond: con in pugno quella lama
Bohemond: il motivo in realtà non è così importante, in effetti
Bohemond: però la situazione è questa
Bohemond: e a quanto pare
  • Giada ti ascolta
Bohemond: qualcuno che conta vorrebbe disfare quello è stato fatto stanotte
Bohemond: e perché questo succede c'è bisogno che Kalya acconsenta
Bohemond: fin qui mi segui?
  • Giada annuisce
Bohemond: ok allora
Bohemond: ci sarà pure un posto a questo mondo dove le Sirene se ne possono stare tranquille senza essere importunate dalla soldataglia più di quanto non faccia loro piacere?
Bohemond: quella lama ficcata nella coscia di Vesa può essere la chiave di questo posto
  • Giada aspetta che tu finisca
Bohemond: ho preso accordi preliminari in questo senso
Bohemond: da chi ha il cervello e l'inclinazione per capire esattamente con chi ha a che fare e che con lei non si scherza
Bohemond: (con chi)
Bohemond: quindi
  • Giada ti segue
Bohemond: quando torneremo da lei, dovremo essere bravi a convincerla
Bohemond: tu con le parole ci sai fare
Bohemond: io posso fare la mia parte, ma nella nostra relazione platonica sono sempre io che ho fatto passi verso di lei, e mai il contrario
  • Giada ripete le tue parole
Giada: "un povero diavolo"...
Bohemond: letteralmente
Giada: avevo visto quel pugnale: io e Kailah ci prepariamo insieme, abbiamo spesso dormito nella stessa stanza
Bohemond: sapevi cosa fosse?
Giada: non con precisione... ma l'avevo già visto. E me ne aveva parlato, in un'altra circostanza
Giada: sapevamo tutte dov'era
  • Bohemond appoggia l'elsa nera sul tavolo
Giada: mi ha sorpresa vederlo in mano a Kailah, ma
  • Giada la osserva, affascinata.
Giada: è bellissima.
Bohemond: questo è quello che resta di Teegan, così l'ho chiamata
Giada: se l'hai chiamata così
Bohemond: lei ci sapeva fare col coltello
Giada: sai anche che Kalya l'ha messa in mano a Kailah con uno scopo preciso
Bohemond: Kailah mi ha raccontato che le disse
Bohemond: "Usala per uccidere un Innalzato. Saprai tu chi" o qualcosa del genere
Giada: Questo... "povero diavolo"... ha lo stesso sangue marcio dell'assassino di Teegan, no?
Bohemond: Eh sì
  • Giada sorride
Bohemond: Pensavo avesse ammazzato Crystal
Giada: ... e allora come puoi anche solo pensare che le mie parole sarebbero sufficienti a distogliere Kayla da ciò che va fatto
Giada: (si corregge, ma ha detto proprio così)
Giada: da ciò che.. intende fare.
Bohemond: Per voi.
  • Giada per la prima volta avverti un desiderio di "vendetta" in Giada
Giada: nel momento in cui pronuncia quel "va fatto"
Bohemond: E' l'unica cosa che ho pensato potesse valere più della vendetta.
Giada: è la prima volta in assoluto, da quando la conosci.
  • Bohemond si ferma
Bohemond: Sei...strana.
  • Giada ti guarda
Giada: per un istante,
Giada: solo per un istante
Giada: ti sembra di riconoscere, nei penetranti occhi verdi di Giada, lo stesso identico sguardo di Kalya
Giada: poi lei sospira
  • Bohemond deglutisce lentamente
Giada: e quando riapre gli occhi, non ce n'è piu traccia
Giada: .. sai dove si trova?
  • Bohemond scuote la testa
Giada: e allora... come posso...
  • Giada sembra confusa
Bohemond: no, da molte settimane...abbiamo parlato, in sogno, ma non mi ha mai detto dove fosse
  • Giada sembra rammaricata di qualcosa
Bohemond: A me non serve che la trovi
Giada: cosa ti serve, allora
Bohemond: ...
Bohemond: che mi aiuterai a convincerla quando torneremo da lei
Bohemond: se io da solo non dovessi bastare
Giada: convincerla a lasciare in pace il "povero diavolo"?
Bohemond:
Giada: in cambio di.. un luogo sicuro
Giada: per tutte noi
Bohemond: esatto
Bohemond: nessuno oserà torcervi un capello, mai
  • Giada alza le spalle
Bohemond: lei mi ha detto che è questo, il suo sogno
Giada: ci proverò. Ma forse sopravvaluti il mio ascendente su di lei
Bohemond: e si rammaricava di non essere brava a realizzarlo come fa con quelli degli altri
Bohemond: potrai consigliarmi affinché ci provi io al meglio delle mie possibilità, come minimo
Giada: va bene. lo farò.
Bohemond: sei brava a giudicare le persone
Giada: ora ti dirò una cosa.
Giada: che non sa nessuno.
Bohemond: ti ascolto
Giada: quando sono partita, lei mi ha consegnato una cavigliera
  • Giada si indica il piede sinistro
Giada: mi ha detto di non toglierla mai
Bohemond: ...ok...
Giada: e mi ha spiegato che, finché la avrei indossata
Giada: a patto di non toglierla mai
Giada: saremmo rimaste in contatto in qualche modo
Giada: in effetti, a volte la sognavo, e parlavamo in sogno.
Giada: ....
Bohemond: hmmm
Giada: sfortunatamente....
  • Giada sospira
Bohemond: non hai potuto tenerla addosso sempre, presumo
Giada: Zodd. una delle... prime volte.
  • Bohemond fa una smorfia
Giada: me l'ha strappata dal piede prima che potessi impedirglielo
Giada: e l'ha tenuta per sé
Bohemond: Figlio di puttana
Giada: prima di mandarmi dove sai
Giada: già...
Bohemond: Skogen è di strada
Giada: non avrei dovuto toglierla mai. non so se...
  • Giada alza le spalle
Giada: avrei davvero voluto averla, certi giorni
  • Giada improvvisamente si deprime
  • Giada poi scuote la testa e torna "normale".
Bohemond: mi dispiace per quello che hai dovuto passare
Giada: scusami
Giada: devo... devo stendermi un momento
  • Giada si alza
Giada: grazie della birra.
  • Bohemond si alza a sua volta
Giada: e va bene... ti aiuterò a convincerla. quando la troveremo. quando vorrà che la troveremo.
Bohemond: Grazie.
Giada: Se vorrà farsi convincere.
  • Bohemond annuisce
  • Giada fa per andare via, poi si ferma
Bohemond: Un'ultima cosa prima che vai...
  • Giada ti ascolta
Bohemond: tuo marito vorrà parlarci quanto prima
Bohemond: digli che lo aspettiamo
Giada: lo farò
Giada: anche io voglio dirti un'ultima cosa
Bohemond: Dimmi pure.
Giada: Kalya... la conosci... meglio di quanto credi.
  • Bohemond sorride
Giada: E proprio per questo... se ci tieni
Giada: a quel... "povero diavolo"
Giada: trovala prima che puoi
Bohemond: Lo farò senz'altro.
  • Giada si ritira nelle sue stanze
Creata il 01/04/2023 da DarkAngel (1335 voci inserite). Ultima modifica il 01/04/2023.
470 visite dal 01/04/2023, 10:55 (ultima visita il 30/05/2024, 22:52) - ID univoco: 4530 [copia negli appunti]