Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Trovo commendevole, signor Tenente, che voi vi preoccupiate della sopravvivenza dei vostri sottoposti, però Stefen oggettivamete è una testa di cazzo. »
- Groombor Van Pyke -
 
Myst Cyclopedia

Ghaan

[luogo]
luogo
Tipo:
baronia
Popolazione:
sconosciuta
Stemma della Baronia di Ghaan.Storico feudo del ducato di Feith, già Signoria dall'inizio del IV secolo d.F. e successivamente Baronia, fino alla revoca dei privilegi dinastici da parte del neo-Duca Zeigh Faulkner avvenuta nell'anno 515. Nell'inverno del 516, forte di un esercito ancora attivo nonostante la pesante sconfitta subita durante la Guerra delle Lande, si afferma come Signoria indipendente, avocando a sé l'egemonia sui territori circostanti e annettendo una serie di villaggi, abitati e territori limitrofi rimasti senza difese a seguito della guerra.

Storia

Lavori in Corso
Contenuto in lavorazione a cura di DarkAngel.

La revoca dei privilegi

Nell'autunno del 515, a seguito della caduta delle città di Feith e di Lagos, l'allora Conte di Leduras Zeigh Faulkner dispone, secondo l'autorità conferitagli dal Granduca di Greyhaven, la revoca dei privilegi di una serie di territori a nord del fiume Traunne. Gli atti vengono depositati nella città fortificata di Angvard nelle mani dell'allora Dominus Piotr Manor e ad oggi costituiscono l'unica prova scritta della decisione presa dall'attuale Duca di Feith in merito alla sorte dei feudi dell'Altopiano del Tuono e dell'Altopiano del Lampo fedeli al vecchio Duca.

Origini del Nome

Il feudo prende il nome da una stirpe di creature leggendarie, i Ghaan, una sorta di spettri potenti e pericolosi che si riteneva vivessero in quei luoghi in epoche ancestrali. Secondo le leggende che ancora oggi circolano in quei luoghi, quando un individuo particolarmente potente perde la vita esiste la possibilità che l'aura che lo circonda riesca a infondere una nuova vita all'interno del suo corpo mortale, trasformandolo in uno spettro. Sull'origine esatta di quelle leggende gli storici e gli studiosi sono divisi in tre principali teorie:
  • alcuni ipotizzano che il termine Ghaan nasca come una distorsione del Khan, attribuendo così le leggende all'età dei Khan o a un periodo successivo;
  • altri sono propensi a credere che il termine Ghaan si sia affermato in un periodo precedente, probabilmente durante l'età degli Eroi o addirittura l'età ancestrale, per poi mutare nel successivo Khan;
  • altri ancora ritengono che tra i due termini non vi siano rapporti di parentela e che Ghaan sia piuttosto una variante fonetica di Ghast, Ghaul e altre parole similari diffuse presso i popoli antichi per indicare le creature dell'oltretomba.
Le scuole di pensiero che vedono i due termini collegati tra loro giustificano la popria tesi sottolineando l'accezione minacciosa e terribile della parola Khan, che nei territori di Feith incarna una figura di condottiero particolarmente feroce e spietato, in linea con le personalità dei sovrani alla guida dei Khanast del luogo di cui si ha notizia.

Stemma

Lo stemma "storico" di Ghaan è un'ascia bianca su sfondo rosso, rappresentato sugli stendardi, sugli scudi e sulle dalmatiche dei soldati. A partire dal 510 circa, per volontà del Signore di Ghaan, sono state introdotte alcune variazioni nei colori e/o nel simbolo con il duplice intento di confondere/intimorire l'avversario e di identificare reparti aventi mansioni diverse. Nell'autunno 517 è accertata l'esistenza dei seguenti reparti:
  • Ascia Bianca su fondo Rosso: esercito regolare di Ghaan.
  • Ascia Bianca su fondo Rosso Scuro/Nero: squadra speciale dei cercatori del sangue, presumibilmente impiegata tra il 510 e il 516 e successivamente resa inattiva.
  • Ascia Rossa su fondo Nero: squadra speciale dei custodi del sangue, presumibilmente costituita nel corso del 516 in sostituzione della squadra dei cercatori del sangue.
  • Doppia Ascia Bianca su fondo Rosso: soldati innalzati facenti parte dell'esercito regolare di Ghaan.
  • Doppia Ascia Bianca su fondo Rosso Scuro/Nero: soldati innalzati facenti parte della squadra speciale dei cercatori del sangue: al momento non si hanno notizie certe sull'effettiva esistenza di questa tipologia di soldato: è pertanto possibile che siano tutti morti, trasferiti in un'altro reparto o che non siano mai esistiti.
  • Doppia Ascia Rossa su fondo Nero: soldati innalzati facenti parte della squadra speciale dei custodi del sangue.

La "Doppia Ascia" di Ghaan

A partire dal 516 numerose testimonianze riportano la presenza di uno stemma alternativo nelle uniformi di alcuni soldati di Ghaan, che a prima vista può ricordare l'occhio di un serpente o una specie di clessidra. Lo stemma raffigura in realtà una sorta di ascia bipenne, le cui lame sono poste ai lati e agli estremi opposti del manico: si tratta dunque di una versione modificata dello stemma originario, che i soldati di Ghaan chiamano Labrys, meglio noto come doppia ascia alla maggior parte dei soldati avversari.

Questo secondo stemma, esattamente come il precedente, è stato visto sia in bianco su fondo nero o rosso scuro (cfr. Diario di John Titor) sia in rosso su sfondo nero (cfr. racconti di Crystal Kanban e di Annie Volvert e cronache successive): sulla base di questi indizi e di una serie di ulteriori testimonianze raccolte dai membri della Brigata del Tramonto e/o sul campo di battaglia gli eserciti di Angvard e di Uryen hanno costruito una teoria secondo cui il reparto "ascia bianca su fondo rosso scuro/nero" (cercatori del sangue) sarebbe il predecessore, ormai estinto, dell'attuale reparto "ascia rossa su fondo nero" (custodi del sangue): entrambi, secondo questa teoria, sarebbero state affidate al comando e/o al controllo dello stregone noto come Aghvan l'Invitto.

L'Ascia da Guerra

L'ascia da guerra è un'arma ritenuta particolarmente importante all'interno del feudo per la grande efficacia che aveva contro le armature di strati di pelle cucita che i guerrieri del Khanast di Feith erano soliti indossare in battaglia: si trattava di armature tanto rudimentali quanto efficienti contro mazze e spade, ma particolarmente vulnerabili al particolare tipo di taglio/impatto tipico del colpo di ascia. I resoconti dei soldati che presero parte alla Guerra delle Lande consentono di ipotizzare che una buona metà dell'esercito regolare di Ghaan, la quasi totalità dei mercenari Nordri e la maggior parte dei condottieri fosse equipaggiata con scudi e asce da guerra.

Curiosità

Etimologia

Nel corso della cronaca Il Canto della Sirena vengono fornite alcune informazioni sull'origine del nome Ghaan da un soldato noto come Dan Bucky, facente parte dello squadrone speciale incaricato della Custodia del Sangue.

Forse non sapete da cosa deriva la parola Ghaan. I Ghaan, secondo le genti del luogo, sono le anime dei guerrieri morti in modo glorioso, che sopravvivono alla dissoluzione del corpo mortale. L'esistenza dei Ghaan dimostra che c'è qualcosa, dopo la morte, ma non nell'inferno ghiacciato o al fianco di Pyros... c'è qualcosa qui, sul Continente. Ora, immaginatevi i soldati di Greyhaven e Surok quando sono stati spinti qui, due o tre secoli fa: la storia li descrive come feudatari in cerca di fortuna o cavalieri in cerca di gloria, ma fu così soltanto in minima parte. Le battaglie contro i Khanast di Feith non li vinsero i baroni o i dominus o i cavalieri, bensì una folta e nutrita schiera di soldati: coloni strappati alle loro fattorie, in molti casi espropriate dai Seebanns di Surok o dai banchieri di Greyhaven con il benestare di quei governanti e cavalieri che avevano bisogno di dotarsi di un esercito a basso costo, a cui promettere nuove terre, lavoro e sogni di gloria... Immaginatevi cosa successe quando giunsero qui: immaginatevi cosa potè significare per un contadino di Surok o della Piana dell'Oro trovarsi in queste terre fredde, desolate, per lo più sterili... La signoria di Ghaan è quasi interamente composta da questi coloni. O meglio, dai fantasmi, dagli spettri di questi coloni: i figli dei figli dei figli dei figli delle persone che vennero qui duecento anni fa, che persero madri, padri, sorelle, fratelli, mogli, mariti e figli durante il viaggio, per trovarsi poi ricompensati con un pugno di neve. Potete immaginare cosa provano, ora. Io sono uno di loro, quindi capirete se non vi aiuterò a fare ulteriormente scempio della mia terra e dei miei fratelli. Sono un fantasma, uno spettro, proprio come loro: ma non sono un mostro, a differenza di alcuni dei miei commilitoni... quelli che sono stati così coraggiosi e folli da offrirsi come cavie per consentire ad Aghvan di continuare le sue ricerche.

Voci correlate

  • Estov Ghaan, attuale Signore di Ghaan
  • Uomo senza Volto, titolo attribuito al soldato di maggior fiducia del Signore di Ghaan, il quale si ritiene svolga le mansioni di boia e assassino di corte.
Creata il 06/07/2016 da DarkAngel (1188 voci inserite). Ultima modifica il 06/09/2018.
1718 visite dal 06/07/2016, 00:56 (ultima visita il 18/10/2018, 16:43) - ID univoco: 4035 [copia negli appunti]
[Genera PDF]