Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« La Furia con Coraggio affronterà il Guardiano, donando all'Innocenza la chiave dell'arcano. »
- Quentin -
 
La Confraternita della Rosa Bianca
Karen Gordon Gabriel
 
creato il: 20/07/2005   messaggi totali: 32   commenti totali: 47
42575 visite dal 02/08/2007 (ultima visita il 17/11/2019, 16:18)
5 agosto 517
Martedì 25 Settembre 2007

Ad Anthien

Passando da Nekkar, ieri, Padre Quart è andato dritto a casa di una donna che non conoscevo. Si chiama Karen, si sono parlati 5 minuti, lei ha riempito lo zaino ed è venuta con noi.
Qui ad Anthien alloggiamo in una locanda fuori città, ma presto domattina io parto alla volta di Laon, dove proverò a contattare la Paladina Solice e i suoi compagni. Karen e Padre Quart, insieme a Youri che abbiamo raccolto a Chalard, invece svolgeranno qualche indagine qui per capire se sia vera la notizia della cattura di Frate Erwin.
scritto da Nicolas Long , 10:22 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
28 luglio 517
Martedì 25 Settembre 2007

Frate Erwin catturato!

Frate Erwin catturato, prigioniero ad Anthien.
Ecco il contenuto del messaggio. Ci stiamo preparando anche noi a partire per Anthien, non c'è un minuto da perdere.
Se prima era un tipo un po' scostante, adesso Padre Quart mette paura anche a me. È un nuvolone nero che minaccia tempesta, carico di elettricità, di grandine. Ci tiene molto a Frate Erwin, sono grandi amici. Stiamo partendo, devo andare.
scritto da Nicolas Long , 10:21 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
27 luglio 517
Venerdì 21 Settembre 2007

Grande movimento...

Grande movimento a Palazzo Larsac.
Stamattina è arrivato un messo che ha conferito in persona con Messer Larsac. Ho finalmente fatto quello per cui mi sono infiltrato qui (oltre che imparare a preparare lo sformato di patate): ho aguzzato occhi e orecchie. Ed ecco cosa ho potuto riferire a Padre Quart.
Il messo viene dalla città di Anthien, è un messo privato, non della stazione di posta, e a giudicare dal suo equipaggiamento la comunicazione arriva da qualcuno di alto livello.
La notizia che ha portato deve essere importante, visto che Messer Larsac ha dato ordine di preparare immediatamente i bagagli per partire alla volta di Anthien. Partiranno domattina.
Dico questo a Padre Quart, e lui non mi delude.
"Stanotte ci infiliamo lì dentro e cerchiamo di capire che sta succedendo".
E così eccomi qua. Con l'incarico particolarmente sgradevole di chiedere a Claire di farmi entrare dopo il tramonto.
scritto da Nicolas Long , 10:11 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
19 luglio 517
Giovedì 20 Settembre 2007

Un altro problema

Comincio a capire molte più cose, e persino il comportamento del mio superiore inizia ad acquistare un senso.
Mi ha spiegato quello che sta succedendo nella città di Laon, dove si trova adesso Frate Erwin a indagare.
Ora che so chi è questo Larsac e che cosa sta facendo – su questo Padre Quart è stato un po' vago, ma il senso l'ho capito – accetto di buon grado anche il fatto di star qui a pelare patate.
Il mio problema adesso si chiama Claire.
La capocuoca fa sempre più la carina con me, sta diventando insistente, e a me non va di mentire, né posso ovviamente essere sincero. È una situazione imbarazzante, spero di chiuderla in fretta.
scritto da Nicolas Long , 10:42 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
17 luglio 517
Mercoledì 19 Settembre 2007

Aiuto cuoco o delinquente?

Ieri notte questo tranquillo aiuto cuoco ha fatto qualcosa che lo avvicina di più a un ladro che a un paladino. Spero proprio che Padre Quart sappia quello che fa.

Poco prima di cena va dall'oste e, con fare sbrigativo, gli chiede se ci sia da queste parti qualche posto dove "divertirsi". Di notte. Gli domanda come raggiungere questa casa di malaffare, e poi lo ringrazia con del denaro.
Io dal tavolo li osservo, sentendomi sprofondare. Ma Padre Quart torna da me soddisfatto, ceniamo e, a tarda sera, usciamo.

Giriamo l'angolo, e Quart si china dietro una botte nel vicolo accanto alla locanda. Tira fuori armi, un paio di mantelli neri, due casacche di cuoio. "Preparati", mi dice, "stasera dobbiamo lavorare".
Proseguiamo rasenti ai muri, per vicoletti bui e non frequentati. Il mio superiore sa benissimo dove andare, e dopo alcuni giri arriviamo nella zona dell'Università.
Puntiamo ad un palazzetto signorile, tutto buio eccetto che per una luce al primo piano.
"Tu mettiti lì e controlla che nessuno arrivi lungo la strada", mi dice. "Quando ti chiamo vieni dentro con me".
Mi mette in mano una balestra, e senza dire nulla si cala il cappuccio del mantello sul volto, fino a nasconderlo nell'ombra.
Mi ritrovo a fare il palo. Sento dietro di me Padre Quart che bussa alla porta. "Sono io", sussurra dopo pochi secondi. Ma prima che io possa stupirmi sento la porta che viene aperta, uno spintone e vedo Quart che butta giù una persona ed entra.
"Muoviti", mi fa. Io gli vado dietro.

Ed eccoci in quella che poi scoprirò essere la casa di Arthur Speer, Maestro dell'Università di Magia di Amer.
C'è un giovane a terra, con Quart che gli punta la spada alla gola. Siamo nella penombra, c'è una candela per terra, sfuggita di mano al malcapitato, e nessun'altra fonte di luce.
Quart interroga il tizio, senza mai togliergli la spada di dosso. Gli fa domande a proposito sia del suo Maestro, sia di un certo Bob Delmontesque. Il tizio a terra collabora, non fa domande, sembra morto di paura. E un po' lo capisco: se non sapessi chi è, anche io troverei Padre Quart piuttosto patibolare... la cosa strana è che parla con un nettissimo accento di Achenar. Ok, so che viene da quelle parti, ma di solito non si sente nessuna inflessione... mentre adesso è come se volesse farlo sentire di proposito. Mi mette molto a disagio, non sembra lui.

Poi mi fa cenno di puntare la balestra addosso al prigioniero. "Se si muove o se fiata sparagli senza esitare", dice. Sembra maledettamente serio. Io ubbidisco e lui si allontana. Sale le scale. Da sopra inizia ad arrivare rumore di mobili aperti, cassetti rovesciati, una perquisizione in piena regola.
Io e il prigioniero stiamo zitti a guardarci. Lui fortunatamente è molto disciplinato, non sgarra. Altrimenti non lo so se avrei avuto il coraggio di sparargli.
Dopo qualche minuto Padre Quart torna di sotto. Leghiamo il prigioniero, lo imbavagliamo e lo lasciamo lì al buio.

È notte fonda quando torniamo in locanda. L'oste ci rivolge un'occhiata ammiccante quando scende ad aprirci la porta, io tengo la testa bassa.
scritto da Nicolas Long , 14:17 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
15 luglio 517
Mercoledì 19 Settembre 2007

Aiuto cuoco.

Piacere, sono Nicolas, aiuto cuoco di Palazzo Larsac.
Come suona? Suona che sono un po' perplesso. Mi sono fatto assumere grazie all'intercessione della giovane capocuoca, Claire, presso il padrone.
Ho passato la giornata nelle cucine del palazzo, a sbucciare verdure, girare stufati sul fuoco, ascoltare noiose chiacchiere delle cuoche e schivare discorsi troppo personali. Una cosa sul conto di Messer Larsac comunque l'ho scoperta: mangia veramente tanto.
scritto da Nicolas Long , 10:38 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
12 luglio 517
Martedì 18 Settembre 2007

Amer, 12 luglio 517

Che splendore questa città. Sono abbagliato dalla meraviglia delle chiese, delle vetrate policrome, in particolare della Santa Cappella che è una gioia per gli occhi ed un grande nutrimento per la Fede.
Passerei le ore lì dentro in contemplazione e preghiera, ma Padre Quart ha per me una fitta lista di cose da fare.
Alloggiamo in una locanda della città alta, il Giglio, non distante dal grande teatro. Dalla nostra finestra si scorge la cupola dorata della Santa Cappella e una delle torri del Palazzo Ducale.
Il nostro incarico finalmente è chiaro: fare indagini sul conto di un certo signorotto, tal Pedro Larsac. O meglio, questo è il mio incarico. Di quello che faccia Padre Quart non ho idea.
scritto da Nicolas Long , 09:53 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
5 luglio 517
Lunedì 17 Settembre 2007

Monastero dei Padri di Noyes, 5 luglio 517

Domattina Padre Quart ed io partiremo alla volta di Amer. Ho ricevuto istruzioni piuttosto vaghe su quello che dovremo fare, l'unica cosa sicura è che saremo in incognito. Padre Quart mi ha ordinato di non indossare le vesti che mi qualificano come Paladino e di non portare il mio scudo con il simbolo di Kayah. Infilerò la fratina nello zaino.
Non è la prima volta che arrivano ordini del genere, quando si tratta di Padre Quart. Tuttavia mi lasciano sempre un po' interdetto, non mi piace dover nascondere quello che sono.
scritto da Nicolas Long , 15:52 | permalink | markup wiki | commenti (1)