Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Senti, ho un problema che mi assilla da un po' di tempo... se uno muore con qualche spicciolo in tasca... insomma... a lui non gli serve più... che si fa in quei casi? »
- Caporale Brad a Padre Engelhaft -
 
Solice Kenson
Cronache della Campagna di Caen
Solice Kenson
"Voi avete coraggio e siete molto convincente: ma non appena sarete chiamata a combattere, al primo combattimento che possa realmente definirsi tale, voi morirete. E non parlo di scontri confusi o ingarbugliati, dove nessuno capisce fino in fondo quello che sta facendo o magari ha meno voglia di uccidervi che di portare la pelle a casa. Parlo di uno scontro vero, in cui affronterete una persona con le vostre sole forze. Beh, è giunto il momento che qualcuno che vi vuole bene vi dica che queste forze non basteranno proprio contro nessuno".
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 91   commenti totali: 32
139579 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 10/12/2019, 04:45)
ultimi 10 articoli (cambia) · Pagina 8 di 10
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10
9 Aprile 517
Sabato 22 Aprile 2006

Matrimonio

Ryan si sposa! Non ci posso credere!

Thomas Keen, tenente dei soldati al servizio di mio padre, mi ha detto che mio fratello prenderà in moglie Lady Amy Ripley, secondogenita del Conte di Verrière. Pare che il matrimonio sarà il ricevimento più sfarzoso mai organizzato a Beid...

Sarà così strano festeggiare a poca distanza dalla morte di Abel e di Gavin: non riesco ad abituarmi all'idea, spero che mio padre o mio fratello non noteranno il mio stato d'animo e che io non finisca per rovinare tutto.

Ora mi aspetta un lungo viaggio, Sir Keen e i suoi uomini mi scorteranno fino a casa: non avrei voluto lasciare così presto Julie, Eric, Loic e gli altri, ma confesso di essere emozionata al pensiero che rivedrò la mia famiglia... Spero che mio padre mi lascerà entrare in camera della mamma. Magari potrò sentire ancora il suo profumo...

Grazie, sommo Pyros, per la felicità che doni alla mia famiglia e per i lieti eventi a cui presto assisterò. Ti prego, proteggi i miei compagni dalle insidie e dai pericoli della tenebra; veglia sul loro cammino e abbine cura.
scritto da Solice , 02:15 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
19 marzo 517
Venerdì 21 Aprile 2006

fuori dal Miestwode

Finalmente gli alberi si stanno diradando, secondo Eric e Loic presto dovremmo incominciare a vedere le prime abitazioni. Non sappiamo dove siamo, camminiamo da giorni braccati da creature immonde e orribili, le nostre scorte di cibo scarseggiano e nessuno di noi ha dormito per più di poche ore di seguito nelle ultime due settimane.

Non credevo sarebbe stata cosi' dura, non immaginavo un'esperienza del genere: questa foresta ha preso molto, moltissimo da ciascuno di noi, come una spaventosa sanguisuga che divora la pace e la gioia di vivere nell'animo umano, lasciando dietro di sé un enorme senso di vuoto.

Abel e Gavin non ce l'hanno fatta: ciascuno di loro ha donato quanto aveva di più prezioso per difendere gli ideali in cui credevano, per combattere ciò che avevano giurato di fermare. Entrambi hanno dato prova di coraggio, combattendo contro un avversario forte e spietato senza retrocedere di un passo. Ammiro il loro esempio, e spero di poter essere forte anch'io quando mi verrà chiesto di compiere un simile sacrificio per salvare la vita ai miei amici.

In questo momento mi sento molto debole, spero che le mie gambe riescano a sorreggermi ancora per qualche giorno: non voglio essere un peso per i miei compagni, abbiamo un importante messaggio da recapitare e non ci possiamo permettere altre soste.
scritto da Solice , 04:00 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
6 febbraio 517
Venerdì 21 Aprile 2006

Addio Abel

Non posso crederci... Abel è morto, non sono riuscita a salvarlo da quella terribile frana.

Personami, Pyros, se non riesco a comprendere il tuo disegno, se sono cosi' distanti dalla tua luce i sentimenti che invadono il mio cuore: a cosa serve dunque questo scudo enorme? a cosa servo io? Credevo che il mio compito fosse quello di vegliare e proteggere queste persone meravigliose che ho conosciuto, anche a costo della mia vita... Perché allora sono qui, ad officiare il suo funerale? Perdonami se non ti ringrazio per avermi salvata, vorrei tanto invertire il corso alle mie lacrime, so che Abel vorrebbe vedermi forte... Ma non ci riesco... Perdonami, Pyros... Perdonami, Abel. Addio, amico mio.
scritto da Solice , 03:46 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
22 gennaio 517
Domenica 4 Dicembre 2005

Storie del Miestwode

Cara Solice, tu sei nuova di queste parti e quindi probabilmente non conosci tutte le spettrali leggende che sorgono sulla foresta del Miestwode.

Si dice che sia un bosco enorme, più grande di un intero Ducato, e che al suo interno si nascondano misteri inenarrabili, mostri e creature incantate.

Ogni tanto alcune persone scompaiono senza lasciare traccia, puff! così, nel nulla, e si racconta che sia la nebbia ad inghiottirle. La nebbia nel Miestwode è dotata di volontà propria, è maligna e astuta. Nasce dal nulla, d'improvviso, ed è così fitta che una persona in piedi non riesce più a vedersi le ginocchia.

E poi ci sono trabocchetti naturali e gli stessi alberi cambiano di posto per rendere il percorso difficile agli incauti che vi si inoltrino. Gli animali che vivono nel suo folto più profondo sono giganteschi e mostruosi, come i cinghiali che abbiamo visto, ci sono quindi cinghialoni, luponi, orsoni... e chi più ne ha più ne metta.

Non ti racconto queste storie per metterti paura, ma solo per farti capire come mai noi di Caen siamo così titubanti, pur nella nostra determinazione, al pensiero di introdurci tra quegli alberi minacciosi. Il Miestwode ci ha accompagnati sin dalla nostra infanzia con storie terribili e affascinanti, e chissà che qualcosa di vero non ci sia!

Per fortuna pero' noi abbiamo gli dei dalla parte nostra e quindi non dobbiamo farcela troppo sotto dalla paura!

Ciao,

Julie
scritto da Julie , 21:24 | permalink | markup wiki | commenti (2)
 
12 gennaio 517
Domenica 16 Ottobre 2005

Ho proprio scatenato un gran macello...

Cara Solice,
ho proprio fatto un gran pasticcio stavolta.

Tutto il paese mormora chissa' cosa, ma quel che e' peggio, Loic mi crede una ragazza di facili costumi e non si fida piu' di me.

Io vorrei farci pace, in fondo lo so che mi vuole bene, nonostante abbia quella testaccia dura che a volte ti verrebbe voglia di fargli un occhio nero... lo so che mi vuole bene, ha persino cercato di trovarmi un bravo ragazzo come marito... pero' non ci riesco a ragionarci, finiamo subito per litigare!

Me la sono cercata cosi' tanto? Io volevo solamente divertirmi un po'... e per lo meno sto Michael si fosse rivelato un tipo simpatico! E' stato proprio tanto rumore per nulla, come diceva un commediografo krandamerita, tanto rumore per nulla.

Meno male che ci stai tu, che per lo meno mi capisci e non mi giudichi per le stupidaggini che faccio... sei un'amica!
E prometto che almeno a te in futuro non raccontero' piu' bugie. Detto da me, te lo assicuro Solice, non e' una promessa da poco!

Ciao ciao!
scritto da Julie , 20:55 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
il giorno ca%%o
Mercoledì 7 Settembre 2005

Congratulazioni

Congratulazioni Solice,

ora sei dei nostri a tutti gli effetti e potrò evitare tutte quelle spiacevoli situazioni in cui ero costretto a tenerti fuori dai dettagli delle decisioni.

come ti ho spesso detto il tuo cuore è grande come quello di un vero paladino; ma un grande cuore spesso è anche un grosso fardello e nostro mestiere è invece quello di farlo fruttare al meglio per il servizio agli Dei.

spero che sempre di più imparerai il coraggio e la saggezza per aiutarmi a guidare le azioni dei nostri amici verso la volontà divina.

buon lavoro

Abel
scritto da Abel , 11:41 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
2 dicembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Resisti!

Cara Solice, tieni duro!
Prego tanto il Santo Aiosapipos che ti protegga e ti salvi dal pericolo così come ha fatto con me. E' stato tanto buono da mettermi in guardia mentre quella strega di Estel mi attaccava alle spalle, e solo grazie a lui sono qui a raccontarlo.
Ora vedrai che aiuterà anche te e guarirai da questa brutta polmonite.
Non vedi? Il mare è calmo e la nave sta filando bene verso casa. Quando arriveremo al porto di Zarak starai alla grande!
... Eric mi ha raccontato quel che è successo quella notte, al Monastero. Di quando tu da sola hai combattuto contro tre enormi Nordi, e hai protetto Abel che era svenuto lì a terra, e hai tenuto duro tantissimo tempo, senza lasciarti mettere paura. Come fai a dire che non sei coraggiosa? Come fai a dire che non sei forte?
Sei stata grande Solice e sono sicura che Santo Aiosapipos, con te, stia molto meglio che con tutti gli altri, persino meglio che con i monaci barbuti di Delos... ops... forse ora fare la spiritosa è un po' blasfemo... ma so che Santo Aiosapipos non è un tipo permaloso, e capirà quello che voglio dire!
E quello che voglio dire è: coraggio Solice, tieni duro!
Con affetto,
Julie
scritto da Julie , 08:41 | permalink | markup wiki | commenti (4)
 
1 Dicembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Polmonite

Non mi sono mai sentita così debole... così... stanca... Non riesco a parlare, non riesco neppure a dire la preghiera dell'alba. Non riesco a sentire la mia stessa voce...

E' così che ti sentivi, mamma? Se penso che forse potrò rivederti... riesco ad avere un pò meno paura. Ed anche il freddo diminuisce un pò.

Non voglio che Julie debba pentirsi della fiducia che ha riposto in me... quando mi ha affidato la reliquia. Non voglio deluderla... Non voglio deludere nessuno.

Se non dovessi farcela, una cosa ti chiedo, una sola: assisti i miei compagni... e rendili in grado di mantenere la promessa che ho fatto a quel sacerdote. Comunque vada, io sono contenta perché so che mi vuoi bene.
scritto da Solice , 01:47 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
26 Novembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Convalescenza

Ancora una volta devo la vita a Desiree e alle sue amorevoli cure. Ma anche se le ferite sono state trattate, e il mio corpo lentamente riprende colore, sento dentro di me un dolore fortissimo, che mi squarcia e lacera più di qualsiasi lama.

Ho provato a combattere, a tradurre in fatti ciò che a parole ho giurato di difendere e proteggere a costo della mia vita: non ce l'ho fatta. Ho perso goffamente il mio scudo, sono stata derisa da quegli uomini malvagi... Hanno giocato con me, per poi schiacciarmi come un insetto fastidioso. E poi, mentre io giacevo priva di sensi, hanno compiuto il loro efferato crimine, massacrando i sacerdoti indifesi.

Pyros, ti prego, aiutami: dove ho sbagliato? Ti imploro, tirami fuori da questa angoscia che mi strangola il cuore e che mi lascia senza respiro. Come posso accettare di essere ancora viva, quando il suolo è cosparso del sangue di tanti tuoi servi che ho giurato di proteggere? Ti supplico, perdonami per ciò che sto pensando... Per non essere capace di comprendere il tuo disegno.
scritto da Solice , 01:34 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
23 Novembre 516
Martedì 19 Luglio 2005

Dove mi trovo? Non riesco... a muovermi. L'ultima cosa che ricordo... I ghigni, le risate... ridevano di me? Lo scudo, ho perso lo scudo... Poi le gambe, non riuscivo a stare in piedi. E il monastero, che... girava... intorno a me.

Freddo... ho tanto freddo...
scritto da Solice , 01:19 | permalink | markup wiki | commenti (0)
ultimi 10 articoli (cambia) · Pagina 8 di 10
1 · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10