Parrot Shaft

Forum dedicato agli eventi della Campagna di Caen, ambientata nel Continente di Sarakon (Ducato di Amer).

Moderatori: Testimonial, PNG

Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1598
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Parrot Shaft

Messaggioda DarkAngel » 24/10/2009, 1:35

Metto per iscritto il punto di vista di Solice in merito alla vicenda: ne approfitto per sottolineare che, anche se da giocatore non ho dubbi su come muovere il PG e quindi per velocizzare ( per modo di dire :D visto quanto durano queste conversazioni ) rispondo subito e con decisione, in gioco Solice è molto perplessa e dubbiosa, e arriva a quelle conclusioni soltanto dopo molte riflessioni e ragionamenti, ed è in fondo tutt'altro che decisa: dirò di più, comprendete senza grossa fatica che siete in grado, facendole pressione tutti insieme, di farle fare quello che volete senza grosse difficoltà per il bene del gruppo, a prescindere dalle sue personali e soggettive conclusioni/opinioni su ciò che è giusto o sbagliato fare.

Ciò premesso:

- Solice si sente indubbiamente "responsabile" per aver dirottato il gruppo verso la cattura/uccisione di Parrot Shaft: non parlo di omicidio perché obiettivamente la priorità di Solice non è mai stata quella di "ucciderlo con le sue mani" o di "farlo fuori", ma quella di impedirgli di nuocergli ulteriormente, di toglierlo di mezzo, ma è logico che la gente come Shaft in questi casi non la riesci minimamente a catturare, al massimo la uccidi, e comunque le andava bene.

- Solice si ritiene perfettamente in grado, come paladina di Pyros in missione, di poter tendere una trappola e neutralizzare/uccidere l'assassino conclamato che ci dovesse cascare: è importante qui tenere presente il tipo di trappola che è stata tesa, che non è "scavo una buca, lui ci casca dentro, e lo ammazzo", bensì "faccio in modo di provare in modo inequivocabile che è un assassino senza scrupoli, al punto di farlo venire allo scoperto per poterlo attaccare con le mani nel sacco". Solice non ritiene affatto di aver fatto un'esecuzione mafiosa (come sarebbe stato pistare a sangue Dora, farsi dire dove dormiva e ucciderlo nel sonno), nè tantomeno di aver "giocato sporco": ha voluto sfruttare un'occasione unica che si è presentata al gruppo, quella di un testimone chiave che sapeva come ingaggiare Parrot Shaft, per farlo uscire allo scoperto come assassino e quindi neutralizzare/uccidere un assassino: dal suo punto di vista, ha voluto sfruttare l'occasione unica di "poterlo fare" in piena autonomia decisionale.

- Solice non ha mai avuto la possibilità (o la volontà) di coinvolgere le guardie di Achenar e/o i Paladini di Achenar nell'operazione Shaft perché le uniche informazioni su come trovarlo/reperirlo/ingaggiarlo provenivano da un testimone che conosce perfettamente la Rosa Bianca e con il quale il gruppo aveva già negoziato accordi ben precisi: consegnarlo alle autorità di Achenar avrebbe, quello si, messo la Rosa in enorme pericolo (oltre che tradito gli accordi presi con Yannick).

- Solice non ritiene nè il gruppo, nè lei stessa in torto formale per quello che ha fatto con il gruppo, che è stato a tutti gli effetti quello di togliere di mezzo un pericoloso e conclamato assassino nell'atto di esercitare la sua pratica criminale. Per questo motivo non intende andarsene alla chetichella, cosa che, quella si, sarebbe per lei un grave errore formale nei confronti dell'autorità costituita (religiosa e non) di Achenar. Se fosse per lei, e se avesse 20 giorni di tempo, spingerebbe senz'altro per restare ad Achenar (almeno lei) e risolvere/spiegare tutto alle guardie, purtroppo non può e quindi è costretta a lasciare un biglietto: la firma che intende apporre sul biglietto è la prova della sua buona fede, un segno che non sta scappando alla chetichella consapevole di aver esagerato - perché secondo lei, non ha esagerato.

- Solice si ritiene "autorizzata" a non aver contattato Paladini e Guardie Civiche di Achenar, poiché non avrebbe mai potuto spiegare la situazione senza dover tirare in ballo Yannick e quindi mettere a repentaglio la Rosa Bianca: ovviamente, se interrogata a riguardo, al posto di "Rosa Bianca" dirà "le informazioni riservate sulla mia missione", cosa che per Solice - abituatevi - è un sinomino al 99,9% ed è sempre stato il modo, da 3 anni di gioco a questa parte, per tenere il silenzio di fronte a domande formali. Certo, può darsi che prima o poi a qualcuno questo silenzio non andrà comuque bene e vorrà fare qualche domanda al suo superiore, il quale potrà scegliere se rispondere, tenere anche lui il silenzio oppure nascondersi a sua volta dietro di lei prendendo provvedimenti nei suoi riguardi e degradandola, spretandola, scomunicandola, etc: dal punto di vista di Solice questo è il suo compito, eseguire gli ordini dei suoi superiori e pagarne eventualmente le conseguenze se il superiore non ha modo di giustificare quell'ordine.

- Solice crede fermamente nella "giustizia", nella rettitudine e soprattutto nell'intelligenza della Chiesa: per questo motivo crede (magari ingenuamente, chi lo sa) che per Sir Arles, Lorenzo Quart e persino in Bruno Malade la "forma" sia importante tanto quanto la sostanza, non si vede ancora come l'assassino stealth che deve sempre nascondere la sua identità perché non è mai giustificabile, neppure quando uccide conclamati assassini, senza dover rischiare di mettere tutta l'organizzazione a rischio. E' ovvio che Guelfo, Loic e gli altri siano piu' smaliziati in tal senso, e mi sta benissimo, ma tenete anche presente che non è per niente facile "smaliziare" in tal senso Solice: è fondamentale che i vostri personaggi comprendano tale difficoltà, che a volte può essere insormontabile.

- Solice è genuinamente convinta che il "firmare" quelle lettere non possa in alcun modo nuocere alla Rosa Bianca o ai suoi compagni: al massimo, ma proprio al massimo, pensa che potrà creare futuri problemi a se stessa. Questa sicurezza è dovuta senz'altro a una notevole ingenuità e a una grande fiducia nelle istituzioni, certamente superiore (a torto o a ragione) a quella che hanno Guelfo, Loic etc. i quali hanno toccato con mano molte piu' ingiustizie compiute da clero e feudatari.

- Solice è ferrea e "fedele" alle sue convinzioni ma può essere facilmente messa in soggezione: in termini di gioco, la potrete quasi sempre "mettere sotto" pur senza convincerla, spingendola a fare quello che va fatto e confinando le sue ragioni ad ambiti extra-gioco (blog, chat, etc.). Non è detto però che sia sempre possibile farlo senza ferire (temporaneamente) lei o i suoi sentimenti.

Credo di aver scritto tutto... Vi prego di non prendere questo lunghissimo post come una polemica, in realtà è tutt'altro, ho solo voluto riassumere (si fa per dire) il punto di vista di Solice a beneficio di quanto decideranno di fare/proporre/imporre Guelfo e Loic.
DarkAngel
Avatar utente
Annika
Colonnello
Messaggi: 1714
Iscritto il: 08/10/2003, 15:36
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Annika » 24/10/2009, 7:59

Youri ascolta tutta la discussione in silenzio.
Quando tutti hanno finito di dare il proprio parere, guarda Solice, Guelfo e Loic e poi inizia, lentamente e con fatica a parlare.

Questo è ciò che dice.

"Io c-credo che qui ad Achenar non ci po-possiamo fidare de-del tutto delle guardie civiche. Non sappiamo s-se ci siano ancora co-comandanti risalenti ai te-tempi di Payne, che ma-magari sono riusciti a re-restare al loro po-posto anche dopo la sua ca-caduta. Potrebbero sfruttare la si-situazione per ostacolarci in molti modi, non è opportuno anda-dare da loro.
Inve-vece pe-penso che possiamo chiedere su-supporto ai Pa-paladini di Dytros, già siamo in co-contatto con loro per via del ve-vecchio bo-boscaiolo con la sorella evocatrice. Possiamo dir loro la ve-verità, che veniamo da Chalard e che abbiamo trovato e u-ucciso l'assassino di Padre Grimaud. Non se-serve parlare de-della Rosa B-bianca. L'attacco a No-noyes è ri-risaputo e non c'è nu-nulla di strano in quel c-che abbiamo fa-fatto. E ormai te-temo che il problema di proteggere l'identità di Yannick sia un po' su-superato: Yannick è il co-contatto che ci ha dato modo di trovare Shaft e... purtroppo, la sua ultima vi-vittima.
Lo-loro pe-penso che ci po-potranno dire come comportarci, da-daremo loro il co-corpo e mo-mostreremo le prove... che poi ci restituiranno pe-per portarle a Chalard.
No-non vo-voglio impo-po-porre questa mia proposta, capisco che si tratta di una scelta de-delicata. Ma secondo m-me della chiesa di Dytros ci po-possiamo comunque fi-fidare.

C-c-che ne pe-pensate?"

Youri.

Nota del Master: è sempre più evidente, dal modo di parlare e di comportarsi di Youri, che non si sente a suo agio nel ruolo di "capo", e che questo ordine gli deve essere stato imposto dall'alto, e l'ha accettato mal volentieri. La sua è una proposta, non un ordine, e vuole sentire il parere di tutti prima di decidere il dafarsi.
*/\|\|\|/\*
Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1598
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda DarkAngel » 24/10/2009, 12:57

Per Solice la soluzione di Youri va benissimo: è una variazione netta rispetto al piano attuale (e un pò più rischiosa, visto che dobbiamo portarlo fuori - la fortezza dei paladini di Dytros è fuori Achenar) ma è enormemente più pulita rispetto a lasciare un cadavere per strada da solo o con una lettera anonima, cosa che a Solice non piace davvero. Inoltre, se le guardie dovessero imporre una perquisizione forzata del carro, potremmo comunque chiedere di essere scortati fino ai Paladini di Dytros ed essere perquisiti da loro: in fondo non dovrebbe certo essere una richiesta assurda, per un paladino in missione che non può condividere certe informazioni.

P.S.: Ricordo a tutti i Master di cominciare a "ambientare" i paladini e i sacerdoti in modo il più possibile conforme con quanto descritto nelle voci religiose che sto ultimamente rilasciando: in questo caso comunque va già benissimo (Fortezza di Dytros fuori dalla città, etc.), lo dico soltanto come monito generale.
DarkAngel
Avatar utente
Starless
Maggiore
Messaggi: 316
Iscritto il: 09/10/2003, 21:25

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Starless » 24/10/2009, 13:05

Per Guelfo questa è una buona soluzione di compromesso. Il problema di aggirare i controlli alle porte della città può essere risolto recuperando il solito Padre Francesco, che diversamente dallo scenario "lupara bianca" stavolta non sarebbe coinvolto in alcunchè di disdicevole.
"...and bible black."
Avatar utente
Annika
Colonnello
Messaggi: 1714
Iscritto il: 08/10/2003, 15:36
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Annika » 24/10/2009, 14:53

Youri davanti all'obiezione di Guelfo e Solice (maggiore pericolosità nel portare il cadavere fuori dalle mura cittadine) dice che secondo lui non è necessario farlo come prima cosa: si puo' andare intanto *senza* cadavere ad avvisare i Paladini, dopodichè portarlo fuori insieme a loro.

Per quanto riguarda la fortezza di Dytros, stando all'attuale "atlante" non è posizionata fuori dalle mura ma c'è una chiesa intorno a cui orbitano alcuni paladini (di cui non è precisato dove sia la fortezza). Colgo l'occasione per sistemare questa cosa una volta per tutte... queste voci cittadine di Amer risalgono a molto tempo fa e ci sono alcune informazion non più così coerenti con l'ambientazione generale.
*/\|\|\|/\*
Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1598
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda DarkAngel » 24/10/2009, 14:57

Annika ha scritto:Youri davanti all'obiezione di Guelfo e Solice (maggiore pericolosità nel portare il cadavere fuori dalle mura cittadine) dice che secondo lui non è necessario farlo come prima cosa: si puo' andare intanto *senza* cadavere ad avvisare i Paladini, dopodichè portarlo fuori insieme a loro.

Per quanto riguarda la fortezza di Dytros, stando all'attuale "atlante" non è posizionata fuori dalle mura ma c'è una chiesa intorno a cui orbitano alcuni paladini (di cui non è precisato dove sia la fortezza). Colgo l'occasione per sistemare questa cosa una volta per tutte... queste voci cittadine di Amer risalgono a molto tempo fa e ci sono alcune informazion non più così coerenti con l'ambientazione generale.


A me pareva di ricordare che, quando abbiamo portato li' il tipo, non fossimo entrati in città... Sbaglio?
DarkAngel
Avatar utente
Annika
Colonnello
Messaggi: 1714
Iscritto il: 08/10/2003, 15:36
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Annika » 24/10/2009, 15:02

Siete andati alla Chiesa della Lama Lucente, in città. Non è una chiesa "di Dytros", è una chiesa e basta, ma ci orbita intorno qualche paladytros per ragioni di sicurezza etc :D
Ora comunque esplicito tutta questa roba.
*/\|\|\|/\*
Avatar utente
Annika
Colonnello
Messaggi: 1714
Iscritto il: 08/10/2003, 15:36
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Annika » 24/10/2009, 15:04

A parte sistemare la fortezza dei Paladytros fuori Achenar, cosa che senz'altro va fatta.... è "giusto" che nella chiesa principale della città orbitino alcuni Paladini, per ragioni di sicurezza? Io immagino che in un mondo comunque abbastanza rischioso sia ragionevole che ci sia qualche Paladino sempre lì ad assicurare che non ci siano problemi e a mantenere il contatto costante tra città e fortezza.

Il problema di queste fortezze di Paladytros è che immagino che quelle grosse e "serie" siano decisamente poche, e abbiano una struttura militare molto rigorosa. In particolare la fortezza che si trova nel Ducato di Achenar è probabilmente molto svuotata adesso, visto che l'Ordine di Dytros è quello che ha inviato più uomini a Benson per la guerra.
Non lo so, devo pensarci un po' per fare una cosa che abbia senso.
Ultima modifica di Annika il 24/10/2009, 15:12, modificato 1 volta in totale.
*/\|\|\|/\*
Avatar utente
Starless
Maggiore
Messaggi: 316
Iscritto il: 09/10/2003, 21:25

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Starless » 24/10/2009, 15:10

Va benissimo così allora, avrò anche l'occasione per mollare una buona volta ste cartuccelle di evocazione demoniaca, mi venisse mai la tentazione di approndire troppo lo studio. :)
"...and bible black."
Avatar utente
Elmer's pupil
Colonnello
Messaggi: 768
Iscritto il: 08/10/2003, 22:02

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Elmer's pupil » 25/10/2009, 1:19

Anche per Loic va bene. In particolare risulta molto confortato dalla parola di Youri. Se il capo-spedizione dice che non c'è rischio per la Rosa (e per Solice in quanto Rosa) ad interagire con i Paladini di Dytros e che loro possono prendersi un po' la briga di gestire la situazione con le autorità locali, nulla di più piacevole a sentirsi: così Solice può comportarsi come ritiene giusto e la Rosa Bianca non avrà problemi.
Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1598
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda DarkAngel » 25/10/2009, 2:42

Annika ha scritto:A parte sistemare la fortezza dei Paladytros fuori Achenar, cosa che senz'altro va fatta.... è "giusto" che nella chiesa principale della città orbitino alcuni Paladini, per ragioni di sicurezza? Io immagino che in un mondo comunque abbastanza rischioso sia ragionevole che ci sia qualche Paladino sempre lì ad assicurare che non ci siano problemi e a mantenere il contatto costante tra città e fortezza.

Si, va benissimo. Ricordati sempre, però, che il Paladino di Dytros non ubbidisce ad alcun sacerdote: se sta lì è perché un comandante ha accettato la richiesta del sacerdote di proteggere quella chiesa, non per un diretto "dovere" nei confronti del sacerdote. Ovviamente chiedetevi sempre, da Master, come mai (se la chiesa è, per dire, di Pyros o Kayah) non ci sono paladini di Pyros e di Kayah a proteggerla, e datevi sempre una risposta coerente (es. perché il sacerdote è ammanicato con Dytros, perché non ci sta una caserma di Pyros in città, perché c'è una fortezza di Dytros in zona, o per motivi segreti ma cmq reali). Insomma, non ragionate mai "per fare colore" (come spesso si faceva in passato) ma ipotizzate sempre scenari e casi reali.

Annika ha scritto:Il problema di queste fortezze di Paladytros è che immagino che quelle grosse e "serie" siano decisamente poche, e abbiano una struttura militare molto rigorosa. In particolare la fortezza che si trova nel Ducato di Achenar è probabilmente molto svuotata adesso, visto che l'Ordine di Dytros è quello che ha inviato più uomini a Benson per la guerra.
Non lo so, devo pensarci un po' per fare una cosa che abbia senso.


Le fortezze di Dytros piu o meno dovrebbero essere 4-5 per Ducato, non di più (diciamo una ogni Contea al massimo, con alcune contee che neppure la hanno). Tra queste vi sono anche quelle veramente grosse, e di quelle ne immagino una, massimo due per Ducato, salvo eccezioni. Ovviamente meno ce ne sono e meglio è, specie di quelle enormi, quindi nel dubbio sempre meglio "non metterla" che metterla per fare colore. In casi veramente eccezionali possono anche stare dentro le mura cittadine ma non è la norma (consideratele come dei "monasteri", da quel punto di vista).
DarkAngel
Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1598
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda DarkAngel » 25/10/2009, 2:45

Elmer's pupil ha scritto:Anche per Loic va bene.

Perfetto, abbiamo risolto :) Sono molto contento.
DarkAngel
Avatar utente
Bato
Maggiore
Messaggi: 493
Iscritto il: 08/10/2003, 20:42
Località: Roma
Contatta:

Re: Parrot Shaft

Messaggioda Bato » 04/11/2009, 12:25

Yuri solution approved.
Eh già...

Torna a “Campagna di Caen”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti