Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Uno dentro che canticchia... non possiamo non entrare e fargli il culo »
- Bohemond D'Arlac -
 
Myst Cyclopedia

Pierre Noel

[personaggio]
personaggio
Titolo:
Sir
Razza:
Umano
Sesso:
maschio
Nato/a il:
12 Luglio 484
Altezza:
180 cm
Peso:
90 kg
Ruolo:
ambiguo
Tipo:
PNG
Giocatore:
sconosciuto
Ritratto di Pierre Noel risalente all'anno 517.Rampollo di una storica famiglia appartenente all'aristocrazia di Gornak, unita alla dinastia dei Laylann grazie al matrimonio tra Foster Noel, futuro nonno di Pierre, e Claudette Laylann, prozia della Baronessa Elisabeth Laylann. Dall'anno 513 gestisce la taverna della Malastrana, un singolare e pittoresco luogo d'incontro situato in una zona malfamata a ridosso delle mura ovest di Gornak che unisce viaggiatori, mercanti e malintenzionati amanti del gioco, del vino e delle belle donne.

La ricchezza e la rovina

Nonostante l'illustre legame dinastico con la famiglia degli attuali Baroni di Gornak l'influenza dei Noel a corte dura soltanto pochi decenni: alla fine del quinto secolo, a seguito delle numerose divisioni di potere operate dai discendenti della stirpe dei Laylann, il ramo dinastico facente capo a Claudette perde di importanza e finisce per essere progressivamente allontanato dalla vita politica del Feudo, cadendo in un lento e inesorabile declino che investe anche la stirpe dei Noel. La decadenza si trasforma ben presto in rovina per via degli avventati movimenti di Floss Noel, padre di Pierre, che estingue in pochi anni le ricchezze della famiglia finanziando una serie di carovane di mercanti e cercatori d'oro e metalli preziosi dirette verso i territori dei Nomadi: nessuna di esse farà mai ritorno.

L'adolescenza e i viaggi

Le alterne fortune di Floss Noel hanno avuto un diverso impatto sulla crescita e sull'educazione dei suoi tre figli: Lucille, Margot e Pierre. Lucille, la maggiore, ha potuto disporre di parte delle ricchezze ereditate dal padre sotto forma di studi privati e di un lungo periodo di soggiorno nella città di Krandamer, riuscendo a trovare marito prima che la sua famiglia cadesse in disgrazia; sfortunatamente Margot, più giovane di qualche anno, non ha avuto la stessa fortuna della sorella: la notizia del fallimento degli affari del padre è costata alla sventurata l'annullamento del suo matrimonio e il disprezzo dei suoi amici di Krandamer, costringendola inoltre a tornare a Gornak priva di denaro. Anche a Pierre, che in quegli anni si trovava ad Achenar coltivando la speranza di entrare nell'accademia di spada, non è stata risparmiata l'umiliazione di dover fare ritorno a casa rinunciando per sempre ai suoi sogni di gloria.

Rapporti con la famiglia

Pierre ha più volte cercato di riscattare parte dell'antica fortuna paterna cimentandosi, talvolta a parole e talvolta al tavolo da gioco, con i molti amici di famiglia diventati improvvisamente spietati creditori: la sua passione per le belle donne, il buon vino e il gioco d'azzardo uniti a una notevole parlantina e a una buona faccia tosta gli hanno provocato nel corso degli anni alterne fortune e frequenti delusioni. Il legame con le sorelle appassisce lentamente per il sovrapporsi ad esso di soventi litigi e accuse spietate, destinate ad aggravarsi a partire dall'anno 507 a seguito della morte dell'ormai anziano Floss Noel: nel corso di queste animate conversazioni, che avvengono sempre più di rado, i fratelli si rinfacciano in continuazione le scelte fatte nel corso degli ultimi anni. Lucille, la più fortunata delle tre, cessa di recarsi a trovare la famiglia a partire dal 510, preferendo restare a Krandamer con il marito e i figli; Margot e Pierre, più legati tra loro, sono rimasti nei dintorni Gornak: la ragazza è riuscita a riallacciare gli antichi legami con la famiglia della Baronessa, riuscendo a ottenere un impiego come scrivana, mentre Pierre ha preferito scegliere una strada diversa, più affine alle esperienze maturate ad Achenar e più in linea con il suo carattere e le sue passioni.

La Malastrana

I numerosi viaggi compiuti negli ultimi anni e le alterne vicende che lo hanno portato a stringere contatti con viaggiatori, guardie mercenarie, mercanti e persino bande di malintenzionati in attività presso Amer e Krandamer hanno spinto Pierre a convincersi della necessità di mettersi a capo di un luogo, a Gornak, dove poter offrire aiuto e assistenza ai suoi "soci di affari" al riparo da occhi e orecchie indiscrete. L'occasione si presenta nell'anno 513, quando la taverna La Malastrana, più volte sospettata di essere una casa di appuntamenti, subisce un'irruzione da parte della guardia civica costringendo l'allora proprietario a chiudere i battenti. Sfruttando sapientemente i suoi contatti con la malavita locale e la presenza della sorella Margot all'interno del palazzo baronale, Pierre riesce nel giro di qualche mese a entrare in possesso dello stabile con la solenne promessa di provvedere alla sua completa restaurazione.

Nel corso dei cinque anni successivi, la Malastrana subisce effettivamente una metamorfosi: la sudicia bettola popolata da prostitute diventa un posto frequentato da viaggiatori e mercanti in viaggio per Amer e Krandamer, che si rivelano disposti a ricompensare generosamente l'ospitalità di Pierre. La trasformazione si rivela però essere ben presto più di forma che non di sostanza: La Malastrana non rinuncia a gran parte degli antichi vizi, offrendo ai suoi clienti vino, gioco d'azzardo e donne in quantità. Ad essere migliorati rispetto a prima, oltre alle condizioni igieniche, sono i rapporti con le guardie e con le autorità: nonostante le numerose perquisizioni e la pessima fama che continua a circondare quel luogo, l'influenza e l'abilità di Pierre sono finora sempre riuscite in un modo o nell'altro ad evitarne la chiusura.

L'incontro con i ragazzi di Caen

La sera del 16 aprile 518 Pierre fa la conoscenza di Guelfo da Flavigny ed Eric Navar, che si recano alla Malastrana nel corso di un'indagine mirante al ritrovamento di un certo Richard (eventi narrati dalla cronaca L'Occhio di Maers). In quell'occasione Pierre si mostra molto disponibile, indicando Richard come un probabile malintenzionato e dichiarandosi interessato a una possibile fruttuosa collaborazione con il gruppo: l'accordo viene suggellato da una serie di informazioni che Pierre e Guelfo si scambiano tra una partita a carte e l'altra.
Creata il 17/05/2009 da DarkAngel (1314 voci inserite). Ultima modifica il 18/05/2009.
2327 visite dal 17/05/2009, 03:01 (ultima visita il 02/02/2023, 06:03) - ID univoco: 1977 [copia negli appunti]
[Genera PDF]