Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Mathieu, Ayrton non ce l'ha fatta. Adesso è in un posto migliore »
- Rak Jim -
 
Myst Cyclopedia

Morrigan

Immagine di Moeregan, storica sovrana dell'arcipelago di Ilsanora, in un dipinto risalente al terzo secolo d.F.Storica e potente sovrana di Ilsanora assurta dopo la morte al rango di Ombra, che nel linguaggio dell'isola è sinonimo di Divinità. La figura di Morrigan (o della Morrigan, come sono soliti dire gli abitanti dell'isola) riveste un'importanza fondamentale nella storia di Ilsanora: protagonista indiscussa del Darath Aos o Seconda Era, periodo in cui - secondo le leggende e in linea con quanto narrato dal Khal-Valàn - esercita un regno lungo diversi secoli caratterizzato da un rapporto altamente conflittuale con le Tre Stirpi del Continente di Sarakon e i rispettivi sovrani. Muore, secondo il Khal-Valàn, subito dopo aver pronunciato un potente sortilegio noto come Milliomàd Daràth Aos (Grande Epilogo della Seconda era), in conseguenza del quale i territori settentrionali del Continente sono scossi dalla catastrofe nota come Grande Cataclisma. Il suo corpo mortale viene portato sull'isola di Ramnel, che viene consacrata alla sua memoria ed è a oggi considerata il suo Sidhe.

Storia

Il nome Morrigan compare nelle leggende di Ilsanora intorno all'anno 620, al termine del Chéad Aos (Prima Era): Alcune leggende la descrivono come la quarta delle figlie di Ernmas, sovrano della Tribù dei figli di Nemeth, l'unica a sopravvivere allo scontro contro le tribù dei Fomor. Altre interpretazioni la identificherebbero come l'unica figlia di Ernmas, dotata delle tre caratteristiche convenzionalmente attribuite alle prime tre: la Forza, l' Astuzia e il Potere, quest'ultimo talvolta definito Favòre (nel senso di buona sorte). La Morrigan sale alla guida dell'arcipelago di Ilsanora al termine del Chéad Aos e vi resta per tutto il Daràth Aos, un periodo che secondo gli storici copre oltre 500 anni.

Nei runi del Khal-Valàn

Una versione per molti aspetti differente da quella proposta dal corpus di leggende diffuse presso Ilsanora è quella che si trova all'interno del Khal-Valàn, secondo cui il medesimo arcipelago sarebbe governato da una sovrana di nome Moeregan - che presenta indubbie somiglianze con la Morrigan - la quale verrebbe sconfitta, al termine di una serie di battaglie culminate con un incantesimo di portata catastrofica, dagli Eroi delle Tre Stirpi (Umani, Nani ed Elfi), successivamente identificati come alfieri, figli o addirittura incarnazioni di quelle che poi sarebbero diventate le DIvinità della Luce. La Moeregan del Khal-Valàn viene quindi identificata come l'incarnazione di una divinità negativa o, per meglio dire, degli aspetti chiave di molte divinità negative: le capacità seduttive affini a quelle di Shasda, l'intelligenza superiore che ricorda l'astuzia di Gargutz, ma anche la fredda e spietata lucidità di Shub-Niggurath e persino, nelle parti finali del suo ciclo, la ferocia inumana di Azatoth. Una connotazione che diventa sempre più negativa man mano che la storia procede e che, inevitabilmente, si allontana dalla figura fiera e terribile descritta dalle leggende Elsenorite.
Le ragioni di queste differenze sono in gran parte da ricondurre al diverso modo di intendere le divinità da parte delle due culture: per le tribù di Ilsanora ogni Ombra assume caratteristiche positive, neutrali e negative allo stesso tempo, sia pure non sempre in modo uniforme: viceversa, le popolazioni del Continente hanno adottato una concezione basata sulla contrapposizione tra Luce e Tenebre.

Teorie sul nome

Per spiegare l'incredibile longevità di Morrigan gli storici hanno formulato numerose teorie che si possono suddividere in due raggruppamenti principali:
  • quelle che, evidenziando le caratteristiche divine della figura, considerano che lo scranno di Ilsanora sia stato effettivamente occupato dalla medesima entità, capace di prolungare il proprio ciclo vitale ben oltre i limiti concessi normalmente agli esseri viventi e trascendendo così le proprie origini mortali.
  • quelle che sottolineano il carattere simbolico del nome, ipotizzando un "passaggio" del titolo di Morrigan a una serie di eredi, tutte di sesso femminile, che si avvicendarono realisticamente alla guida dell'arcipelago per tutta la seconda era. Le molteplici variazioni con cui la Morrigan viene menzionata dalle leggende delle varie popolazioni del Continente nel corso di quei secoli - Moeregan, Morrigu, Morrighan, Moirrioghan, Mor'ghan et. al. - non sarebbero altro che i nomi delle varie discendenti.

Caratteristiche

A prescindere dalle molte interpretazioni legate alle sue origini, la Morrigan è oggi considerata una delle Ombre più importanti, forse la più rilevante in senso assoluto, di tutto l'arcipelago di Ilsanora. Il motivo è dovuto al fatto che si tratta della figura leggendaria che racchiude con maggiore efficacia i tre aspetti principali della guerra:
  • la Forza, intesa come la capacità di sottomettere l'avversario grazie alla propria energia;
  • l' Astuzia, intesa come l'abilità di prevedere le mosse dell'avversario e impostare una contromossa efficace;
  • il Potere, inteso come il Favore delle forze ancestrali che governano l'universo;
La Morrigan viene dunque descritta come una guerriera, una stratega e una maga allo stesso tempo. Caratteristiche che si sovrappongono a quelle delle sue tre sorelle maggiori Macha, Agath e Nèmain (Guerra, Morte e Terrore), evidenziandone la chiave di lettura in senso prettamente antropologico: in base a tale assunto, secondo gli studiosi, la Forza andrebbe interpretata come la capacità - tipica del condottiero - di imporre la propria volontà e di porsi alla guida di un esercito o di una tribù, diventa Guerra; l' Astuzia come la presenza di spirito - tipica del sovrano - di compiere scelte che influenzano il destino di interi popoli per un fine superiore, diventa potere sulla vita e dunque Morte; il Potere come caratteristica innata o predestinazione divina - tipica del prescelto - di influenzare o dominare il fato a un livello che va oltre l'umana comprensione, diventa Terrore.
Lavori in Corso
Contenuto in lavorazione a cura di DarkAngel.
Creata il 13/10/2015 da DarkAngel (1335 voci inserite). Ultima modifica il 13/10/2015.
2587 visite dal 13/10/2015, 21:14 (ultima visita il 20/02/2024, 19:15) - ID univoco: 3825 [copia negli appunti]
[Genera PDF]