Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Terenz, veramente noi dovevamo parlare con Alman... »
- Colin Tarr -
 
Myst Cyclopedia

Monastero di Cunopetra

[edificio]
edificio
Tipo:
monastero
Dettagli:
distrutto
Monastero di Cunopetra: la costa sottostante.Antico monastero della santa Kayah, sulle coste nord-occidentali dell'Impero di Delos, presso la città di Barnéa. E' arroccato sopra uno sperone di roccia a picco sul mare. Sotto di esso si trova un piccolo villaggio di pescatori. I dintorni sono deserti e piuttosto brulli. Un ripido sentiero conduce dalla costa al monastero. E' costituito da alcune cappelle dedicate espressamente a varie divinità e da un katholikòn dedicato a Kayha, la divinità maggiormente venerata. I monaci vivono tutti insieme in un edificio separato.Il luogo è oggetto di ferventi pellegrinaggi da parte della popolazione locale, poiché nel monastero è conservata la reliquia (il capo) del Santo Agàpitos, Haghios Agàpitos nella lingua di Delos, un venerato monaco del passato.

La distruzione del monastero

Il Monastero di Cunopetra ha subito la notte del 23 novembre del 516 P.F. una devastazione e un saccheggio ad opera di un cospicuo numero di pirati nordri, al seguito di un certo Hakon, autodefinitosi cugino del Signore di Bradens.
La presenza in quei giorni di alcuni pellegrini greyhavenesi ha consentito di salvare la reliquia e ha provocato la morte del capo della spedizione pagana.
Per attestazione e concessione dello hieréus di Barnéa, la reliquia è stata affidata alla Chiesa di Greyhaven, presso la quale i pellegrini l'hanno portata.
Purtroppo tutto il monastero e in particolare il katholikòn è stato gravemente danneggiato dalle fiamme e dei suoi tesori non resta traccia.
Tutti i monaci sono stati trucidati e con loro l'Igumeno Evfìmios.
Anche il villaggio sottostante è stato saccheggiato e distrutto. La furia maledetta dei Nordri non sembra aver lasciato superstiti.

Efrem Metanoìtis

Nelle grotte che si aprono nelle vicinanze del Monastero si era ritirato in santa vita eremitica uno dei monaci: Efrem Metanoìtis. Egli è dotato di particolare spirito divino e pare capace di operare miracoli come il Santo Agàpitos.
Secondo alcune testimonianze deve essere scampato all'incursione nordra, visto che i pirati non si sono avventurati fino alle grotte.

Un ospite scomodo

Nel Monastero di Cunopetra la Rosa Bianca di Amer aveva "confinato" l'ambiguo greyhavenese August Betrand, monaco infedele, autore del libro proibito "I luoghi impuri", una sorta di pericoloso corollario al Logaeth. Anch'egli è morto durante l'incursione nordra, ma in circostanze note soltanto agli affiliati della Rosa Bianca presenti in quei giorni al monastero.
Creata il 19/05/2007 da Elmer's pupil (248 voci inserite). Ultima modifica il 18/07/2007.
2257 visite dal 19/05/2007, 17:05 (ultima visita il 22/07/2024, 18:34) - ID univoco: 440 [copia negli appunti]
[Genera PDF]