Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Adesso provate a incaprettare me, in quattro, e vediamo se nessuno si fa male »
- Vodan Thorn -
 
Myst Cyclopedia

Il Sortilegio

Una roccia che contiene un opale. Immagine utilizzata per la voce Il Sortilegio.Disciplina che raccoglie gli studi e le ricerche volte all'utilizzo del Potere Magico come strumento di controllo della realtà. Le sue applicazioni pratiche spaziano dall'alterazione delle percezioni, alla lettura di pensieri e stati d'animo, alla creazione di illusioni visive, auditive e olfattive, alla proiezione di luci ed ombre, alla manipolazione dei fenomeni di rifrazione. Gli studiosi del sortilegio vengono comunemente definiti Incantatori. La Disciplina del Sortilegio è la prima ad essere menzionata nel Grande Grimorio ed è per questo considerata la più antica e nobile delle Arti Magiche in molte zone del Continente di Sarakon.

Princìpi di base del Sortilegio

Quella del Sortilegio è una tradizione di ricerca ortodossa che parte dal presupposto che il compito principale del Mago sia quello di utilizzare il proprio potere per alterare la realtà a vantaggio della comunità a cui appartiene.
L’Incantatore si avvale dunque del risultato di ricerche volte a concretizzare gli effetti del Potere Magico nella realtà, modificando la struttura di un oggetto, causando allucinazioni o illusioni, o utilizzandolo per interagire con le leggi della fisica reale (campi di forza, alterazioni percettive, etc.). L’Incantatore utilizza il Potere Magico per trasformare, modificare o alterare ciò che già è presente nella realtà. Questa concezione "naturalistica" del Potere rende il Sortilegio la Dottrina meno incompatibile con le religioni e credenze diffuse nel Continente di Sarakon che celebrano l'armonia tra l'uomo e il suo ambiente circostante.La Disciplina del Sortilegio è considerata dagli studiosi la più solida, compatta e sviluppata a livello teorico ed è per questo la meno incline a divisioni e ramificazioni interne. E' inoltre l'unica, per le caratteristiche espresse, a godere di un riconoscimento canonico formale da parte dei feudi principali nonché di una certa tolleranza da parte della Chiesa della Luce.

Simboli e Iconografia

Il Sortilegio è generalmente associato al colore blu e/o alla coppia di colori blu e bianco. I simboli più comuni con cui viene rappresentato sono la stella e la luna. Gli animali comunemente associati al Sortilegio sono il gufo, il coniglio e la colomba. Gli insetti considerati più affini sono il baco da seta e la farfalla. Altri simboli utilizzati per descrivere il sortilegio sono minerali preziosi come l'oro, il diamante, il cristallo, l'opale e lo zaffiro.

Il Mantra dell'Incantatore

Nulla si crea. Nulla si distrugge. Nulla è per sempre.
Creata il 27/03/2014 da DarkAngel (1314 voci inserite). Ultima modifica il 28/03/2014.
2662 visite dal 27/03/2014, 03:17 (ultima visita il 02/02/2023, 02:06) - ID univoco: 3275 [copia negli appunti]
[Genera PDF]