Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Se arriveremo a Trost è tutto merito di Gannor, onoriamo il suo sacrificio e mettiamo il culo dentro a quella città »
- Logan Treize -
 
Myst Cyclopedia

Holov

[luogo]
luogo
Tipo:
villaggio
Dettagli:
distrutto/a, rovine
Popolazione:
sconosciuta
Villaggio di Holov a seguito degli eventi dell'agosto 516.Villaggio situato a pochi chilometri dalle rive settentrionali del fiume Traunne, all'estremità sud-ovest della Contea di Feith. E' stato edificato nella seconda metà del quinto secolo in una delle poche zone coltivabili, sia pure a fatica, all'interno della vasta brughiera che ricopre i territori a sud dell'Altopiano del Tuono. Saccheggiato e parzialmente distrutto durante la Guerra delle Lande, è stato faticosamente ricostruito dagli abitanti superstiti e in parte ripopolato con l'arrivo di alcuni esuli provenienti da Nord. Gli sforzi di ricostruzione vengono vanificati nell'estate dell'anno 516, quando il villaggio subisce l'attacco di un'orda di Risvegliati e, quasi contemporaneamente, di una pattuglia di soldati della Signoria di Ghaan.

Origini e Storia

Il villaggio è stato edificato nel punto più fertile della vasta brughiera che circonda le pendici meridionali dell'Altopiano del Tuono: un territorio brullo e inospitale, povero di humus e quindi inadatto alla maggior parte delle coltivazioni. Il terreno intorno a Holov, grazie ai depositi secolari di due torrenti (il Lagvar e il Dakvar) che durante l'inverno raggiungono una portata discreta, costituisce una rara eccezione.
Della costruzione del villaggio venne incaricato, nell'anno 462, sir Rufus Asselman, allora ufficiale dell'esercito di Feith e, di lì a poco, primo Dominus di Holov.

La Guerra delle Lande

In conseguenza dello scoppio della Guerra delle Lande, il Dominus Marcus Asselman, nipote di Rufus, venne chiamato a schierarsi con l'esercito lealista di Paul Sullivan. La scelta si rivelò fatale per la Signoria e per il villaggio, che subì la conquista e il saccheggio da parte dell'esercito avversario durante l'estate dell'anno 515. Marcus Asselman venne ucciso in un combattimento a pochi passi dalla sua dimora, al centro del villaggio, insieme al suo figlio maggiore Goben e alla maggior parte dei suoi uomini e familiari.

Dopo la Guerra

A seguito della caduta di Holov la dinastia Asselman venne dichiarata decaduta e i suoi diritti sul territorio furono cancellati. Taron Asselman, figlio secondogenito di sir Marcus e ultimo erede di sangue, riuscì a sopravvivere alla guerra ed allo sterminio della sua famiglia dandosi alla macchia per alcuni mesi per poi entrare nella Brigata del Tramonto di Alan Cabot. Il villaggio, rimasto privo di una guida, passò nelle mani degli Anziani che lo amministrarono seguendo le leggi e convenzioni del Khanun del Nord.

La Palizzata

Per contrastare l'epidemia di Morte che Cammina che si diffonde nel corso del 516 gli Anziani di Holov adottano contromisure non dissimili da quelle intraprese da altri villaggi limitrofi, ordinando la costruzione di una imponente palizzata e organizzando una pattuglia di sentinelle ed esploratori con il compito di sorvegliare i dintorni.

L'attacco dei Risvegliati

Nella notte tra il 6 e il 7 agosto dell'anno 516 il villaggio subisce un violento attacco dei Risvegliati, che riescono a oltrepassare la palizzata e a dilagare tra le case facendo scempio degli abitanti. La sanguinosa aggressione è seguita dall'arrivo dei soldati della Signoria di Ghaan, che si impossessano facilmente del territorio. Secondo i racconti dei pochi sopravvissuti recuperati dall'Esercito d Uryen, alcuni dei superstiti sarebbero stati arruolati tra le fila dell'esercito di Ghaan e tradotti a Nord per l'addestramento.

Il mistero del Cancello Nord

I racconti fatti dai sopravvissuti ai soldati di Uryen consentono di avanzare alcune ipotesi sull'inefficacia della palizzata protettiva contro l'attacco dei Risvegliati. Esiste la possibilità che il varco settentrionale della stessa, noto ai locali come Cancello Nord, fosse inopinatamente aperto al momento dell'arrivo degli infetti. Se sia trattato di un tragico errore umano o dell'opera di uno o più nemici interni non è al momento dato sapere: a far propendere per l'ipotesi del sabotaggio contribuiscono alcune voci che parlano di corde di sicurezza tagliate anche all'altezza del Cancello dell'Entrata Est.

Holov dopo l'attacco

A seguito dell'attacco dei Risvegliati e dei soldati di Ghaan il villaggio è a malapena riconoscibile: la palizzata, distrutta in più punti, è praticamente inservibile. La maggior parte delle case sono state bruciate, presumibilmente dai soldati di Ghaan al fine di contenere l'infezione e disfarsi dei corpi dei contagiati. I granai e i magazzini, così come le fattorie e i campi limitrofi, sono stati saccheggiati e depredati. Gli edifici rimasti in piedi sono in gran parte danneggiati dalle fiamme, scarsamente abitabili e difficili da riparare.

Abitanti di Holov

Elenco non esaustivo degli abitanti di Holov noti prima degli eventi del 6 agosto 516.
  • Daen. Portavoce degli Anziani presso la comunità: il ruolo più simile a quello di capovillaggio tra quelli previsti dal Khanùn del Nord. Vive con sua moglie, sua sorella minore e due figli.
  • Braun. Membro degli Anziani. E' il padre di Mirai e di Torah e nonno del piccolo Petah.
  • Mirai. Figlia di Braun. Vedova di Dirk, morto durante la Guerra delle Lande. E' dotata di un certo potenziale magico, la cui portata è al momento sconosciuta.
  • Tora. Figlia di Braun, sorella di Mirai e mamma del piccolo Petah.
  • Petah. Figlio di Tora e nipote di Mirai. E' dotato, come la zia, di un potenziale magico di portata sconosciuta.
Creata il 20/10/2013 da DarkAngel (1286 voci inserite). Ultima modifica il 21/09/2021.
2167 visite dal 20/10/2013, 00:47 (ultima visita il 22/09/2021, 05:06) - ID univoco: 3123 [copia negli appunti]
[Genera PDF]