Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Dobbiamo ubbidire gli ordini, anche quando sono puttanate. Sono stato addestrato così. »
- Bohemond D'Arlac -
 
Il Valvassore
Guelfo da Flavigny
 
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 60   commenti totali: 79
84346 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 08/12/2019, 03:11)
4 Agosto 517
Venerdì 31 Agosto 2007

I confini dell'Evocazione

Dovrei sentirmi sollevato. Il famigerato Monaco è nelle nostre mani, così come i suoi sciagurati discepoli. Eppure...non riesco a non pensare all'orrenda bestia, al mio sangue che morso dopo morso tingeva di vermiglio le sue viscere. Alle sue sembianze inconcepibili, svelate dal colpo mortale di Peoh. All' Inferno da cui è stata richiamata, a quanto è sottile e fragile la membrana che lo separa da questo mondo. Io stesso, se scienza e inclinazione non mi facessero difetto, potrei aprire una breccia e lasciare che simili mostruosità vi sciamino attraverso. E come me chissà quanti altri. Sono turbato, sì, ma non dalla paura, non solo. C'è una differenza abissale tra questa Evocazione Demoniaca, frutto di un calcolo esatto e consapevole, e quella scatenata dall'imperizia di Bellamy Collorotto. Se per la seconda ho provato mero disgusto, per questa mi sorprendo a provare una punta d'invidia. Così come una parte di me prova ammirazione per la perfezione della Cappella del Sigillo, quali che siano i suoi scopi ultimi. Attrarre e quindi imbrigliare le manifestazioni più pure e potenti degli infiniti mondi che al nostro aderiscono: se fosse questa la via per giungere al traguardo ultimo dell'Evocazione, al suo più grande trionfo? Mi torna in mente Auguste Bertrand e la passione con cui indagò i misteri del Logaeth. Che fascino mai potè trovare un uomo di così impareggiabile ingegno in una materia di studio tanto maligna e repellente? Intravedeva forse possibilità che sfuggono a menti meno acute, promesse di grandezza destinate ai pochi in grado di guardare all'Altrove con animo impassibile, purgato dell'istintivo timore per Ciò-che-Qui-non-è? Che dire poi di Alec Moreville, imperturbabile come può esserlo chi per molti anni ha esercitato il proprio dominio su forze ben al di là dell'umana comprensione? Infine Speer, e questo Monaco. Da quel poco che ho potuto vedere e leggere sembrano individui posati, razionali. Ha davvero senso liquidarli come dei poveri dementi votati alla propria e all'altrui sciagura? E se così non fosse, cosa sanno costoro che schiere studiosi in apparenza altrettanto validi continuano ad ignorare?

Idiota di un Guelfo, sembri il Sette di Picche redivivo, proprio tu che Litha l'hai visto dal posto d'onore...e non è che sia passato tutto questo tempo! Visto che te lo sei scordato ti rinfresco io la memoria: hai fatto una Rinuncia, ed è solo grazie a quella che hai potuto mettere le mani sull'Arcano; e stai pur certo che al posto tuo ciascuno di questi luminari che tanto invidi sarebbe rimasto sul trono di Marduk fino a consumarsi le chiappe. Ti è costata cara, va bene, e ancora ti brucia...ma sai benissimo che ne è valsa la pena e quindi piantala una buona volta con queste stronzate da apprendista stregone.
scritto da Guelfo da Flavigny , 04:39 | permalink | markup wiki | commenti (0)