Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Ma ci sono situazioni nelle quali è impossibile fare la cosa migliore. »
- Padre Lorenzo Quart -
 
Il Valvassore
Guelfo da Flavigny
 
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 60   commenti totali: 79
79355 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 16/06/2019, 14:37)
21 Giugno 517
Lunedì 28 Maggio 2007

Sul Trono di Marduk

Etemenanki e Marduk, il Profeta e il Cercatore. La Verità come dono del Dio, la Verità come conquista dell'uomo. La Strada Maestra ci ha portati qui, a celebrare il Solstizio come gli eroi dei tempi remoti. Una forza ineffabile e opprimente pervade queste pietre, posso sentirla fluire man mano che i Sette prendono posto: è' Litha, compimento della cosmica promessa di rinascita, che ci chiama. Bart, Quorthon, Vaenar, Marin, Quentin, Samuel, Net. Mia dolce Nailah. Questo è per voi.

Questo è per te, Valerie.

Infine il Coraggio e la Furia stringono la chiave del Cercatore. Dentro di me il Potere si scuote come un'onda di marea: il Guardiano ha raccolto la nostra sfida, è giunto il tempo dell'ultima battaglia.

Trono -Immagine 1
scritto da Guelfo da Flavigny , 13:29 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
19 Giugno 517
Giovedì 24 Maggio 2007

Il Male

Vengo destato dalle grida concitate di Bernard e Quixote. I lupi ci stanno attaccando, come già accadde nel Bosco delle Falene. Mi alzo lentamente, le gambe doloranti per la marcia serrata a cui siamo stati costretti. Ho difficoltà a mettere a fuoco ciò che sta accadendo: ombre indistinte si agitano alla luce dei fuochi, e le voci allarmate dei miei compagni sono soffocate dal latrare rabbioso delle bestie...è tutto così confuso, forse sto ancora sognando. Mentre cerco a tentoni la spada sento un altro grido, alle mie spalle. "Attento Guelfo, sta arrivando!" E' la voce di Julie? Mi volto lentamente, lottando contro l'ottusa resistenza delle membra intorpidite...e LEI è lì, ad un passo da me.

I suoi occhi ardono di una brama inconcepibilmente antica, che non conosce appagamento se non nella violenza più cieca, nella crudeltà più spietata. Precipito nella follia di quei lampi vermigli, e per in un istante...vedo. E' di fronte a me, evidente, innegabile. La ragione per cui si è compiuta ogni caccia che dall'inizio dei Tempi ha insanguinato questo mondo. Il seme di ogni stupro, di ogni assassinio. L'esaltazione gioiosa, l'impareggiabile felicità che premia il forte quando schiaccia i deboli, una pienezza che supera la natura bestiale e quella umana per approssimare il Sacro. E' Marduk, è Azatoth, è il Caos Primitivo, e sta per uccidermi.

Occhi rossi -Immagine 1
scritto da Guelfo da Flavigny , 12:47 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
13 Giugno 517
Lunedì 7 Maggio 2007

Amon!?

La misteriosa parola pronunciata nel dormiveglia da Rosalie durante la sua ultima convalescenza ...che sia il nome di un uomo, o magari di un luogo? Che possa rivelarsi un indizio utile alla liberazione di Net? Vale la pena tentare e chiederglielo al nostro prossimo incontro.

Interrogativo -Immagine 1
scritto da Guelfo da Flavigny , 22:50 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
13 Giugno 517
Lunedì 7 Maggio 2007

Solice sta bene!

E' stato un piacere rivedere la piccola Solice, dopo esser stati in pena per lei per più di un mese. E' sfuggita per un pelo ad un ignobile tentativo di assassinio, ed è ancora ammaccata per la terribile caduta, ma grazie agli Dei si sta rimettendo. Ed è rimasta la giovane Paladina che abbiamo imparato a conoscere, lucida e saggia, più salda e determinata delle sue due sfortunate consorelle. Ha subito preteso di venire aggiornata, e lei stessa ci ha messo a parte degli eventi a cui ha preso parte in prima persona...spero che il Marchese le consenta di accompagnarci nell'ultima tappa del nostro viaggio, gli Dei sanno se avremo bisogno di lei.

Lady Solice Kenson...molte sono le cose che ci hai tenute nascoste, forse per paura di essere giudicata per i tuoi natali e non per i tuoi meriti. L'imponenza del Castello di Valamer, la magnificenza del Palazzo...i miei compagni, come me, sono rimasti stupefatti.

Anche se, ad esser sinceri, tutte le meraviglie viste qui a Beid impallidiscono di fronte alla luce smeraldina degli occhi di Yera. Poche possono vantare una bellezza così perfetta da lasciare chi le ammira confuso, abbacinato, in preda ad un dolce sconcerto...è il genere di donna per cui un uomo affronta le tenebre notturne, l'acciaio in pugno e il fuoco nel petto, pallido di gelosia e pronto a far strage dei rivali.

Yera OcchiVerdi - Immagine 1
scritto da Guelfo da Flavigny , 16:20 | permalink | markup wiki | commenti (0)
 
12 Giugno 517
Lunedì 7 Maggio 2007

Successo!

Finalmente, dopo lunghe ore di studio e innumerevoli tentativi andati a vuoto (che mi hanno esposto, manco a dirlo, al facile scherno dei Navar e di Julie) sono riuscito a compiere l'Incanto! Dopo aver prononunciato le Rune "Bes Es Jex!" un simulacro è apparso al mio fianco. Loic è rimasto a bocca aperta...e devo ammettere che io stesso sono stato colpito dalla perfetta somiglianza dell'illusione al vero "me". Sono costrutti magici estremamente delicati, e svaniscono al più lieve contatto...dovrò tenerlo a mente quando affiderò loro la mia vita in combattimento.
In ogni caso sono ben lungi dal padroneggiare la Rifrazione Magica, e dovrò ancora sudare parecchio sullo scritto di Vaenar prima di poter convocare più simulacri contemporaneamente. Nonostante il tempo ci incalzi, una parte di me spera di poter sostare a Valamer quanto basta per consentirmi di perfezionare questa tecnica... al di là della soddisfazione puramente intellettuale, presto dovremo affrontare di nuovo il nemico, e per allora vorrei poterla impiegare con la massima efficacia.

illusione -immagine 1
scritto da Guelfo da Flavigny , 14:34 | permalink | markup wiki | commenti (2)
 
30 Maggio 517
Lunedì 7 Maggio 2007

I doni di Samuel

Ho risposto correttamente (per quanto la soluzione "semplice" dell'enigma continua ad eludermi) al quesito di Samuel, e l'anziano Cercatore mi ha dato due strumenti per portare a compimento l'Impresa. Il primo è una trascrizione integrale del manoscritto di De Flay, completa di dettagliate spiegazioni sull'impiego dei simboli Ogham e dei loro influssi sui diversi Piani dell'Esistenza. Pur non avendo il valore storico del frammento recuperato nelle catacombe del Vecchio Cimitero, è una miniera d'oro di conoscenza, e non appena avrò perfezionato il mio controllo della Rifrazione Magica mi dedicherò al suo studio.

Il secondo oggetto ha tutta l'aria di un altro enigma. Samuel lo ha chiamato "Geolabio", e da quel che ho capito dovrebbe essere una sorta di mappa
che indica il luogo dove sveleremo l'Arcano. E' una plancia di legno squadrata con diverse perforazioni, quattro perni situati nei pressi dei vertici, e quattro asticelle rimuovibili anch'esse perforate in più punti. Le asticelle riportano numerose annotazioni di Samuel circa i punti di attacco al Geolabio, la direzione di provenienza dei Sette, alcuni simboli Ogham, il senso di lettura delle asticelle stesse. Stando a Samuel questa è la riproduzione con mezzi di fortuna di un originale assai più preciso e raffinato, ahinoi caduto nelle mani del nemico. Il Geolabio di Samuel è oltretutto incompleto, il pezzo mancante è nelle mani del Fante di Quadri e in questo senso si spiegherebbe la richiesta di Quorthon di liberare "il prigioniero di Valamer".

Ora non resta che proseguire nel nostro viaggio e pregare che quanto accaduto in sogno a Desireè non abbia prodotto danni irreparabili.

Tomo -Immagine 1

Astrolabio -immagine 2
scritto da Guelfo da Flavigny , 13:44 | permalink | markup wiki | commenti (0)