Nuove armi: pugnali, coltelli, alabarde etc.

Introduzione al sistema Myst e discussioni sui vari capitoli che compongono il manuale di gioco: consigli, idee, aggiunte e modifiche.

Moderatori: Testimonial, PNG

Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1596
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Nuove armi: pugnali, coltelli, alabarde etc.

Messaggioda DarkAngel » 26/01/2016, 4:15

Ciao a tutti,
sfruttando questi giorni di "vancaza" (si fa per dire...) ho pensato di regolamentare un pò di cose che ancora mancano nella versione online del manuale, che ormai è diventata quella ufficiale.

Sono partito dalle armi, anche sulla base di quanto discusso ieri in chat con GM e Matteo. In dettaglio:
  • Aggiunto il paragrafo sulle "Armi da Corpo a Corpo" e inserite le seguenti:
    • Gruppo Pugnali: Pugnale, Pugnale da Lancio, Coltello, Coltello da Lancio (tutte implementate).
    • Gruppo Armi da Rissa: Tirapugni, BlackJack (ancora da implementare)
  • Completato il paragrafo sulle "Armi ad Asta", inserendo le seguenti: Alabarda, Picca, Voulge, Glaive, Polearm (tutte implementate).

Potete leggere il tutto cliccando qui. Vi prego di leggere anche le descrizioni delle varie armi, nelle quali ho cercato anche di dare - sia pur brevemente - un background storico, una dignità e una dimensione d'uso a ciascuna di esse.

Ne ho approfittato per depotenziare la lancia, come discusso ieri con Matteo, portando il bonus di utilizzo con scudo da +10 a +5: in compenso gli ho dato il +10 in Difesa se utilizzata a 2 mani (come il bastone e le altre armi lunghe) e un +1 sul danno, sempre se utilizzata a 2 mani.

Mi sono poi preso un pò di libertà nelle implementazioni e nella formulazione delle varie proprietà delle varie armi lunghe, pugnali e coltelli che ho inserito, in gran parte già presenti nelle precedenti edizioni del regolamento: altre cose le ho prese dalle schede delle varie armi reperibili in rete (Wikipedia, enciclopedia medievale, etc.) e/o me le ero appuntate nella mia to-do list da tempo immemorabile: molte le avevo anche già discusse con Matteo, sia pure molto tempo fa. Noterete che la Voulge e il Glaive sono sub-tier rispetto alle controparti (picca, alabarda, polearm), l'effetto è voluto trattandosi di versioni meno perfezionate (e più economiche) dell'alabarda. Mi sembra una idea divertente quella di produrre un pò di armi "non ottimizzate" da mettere in mano a mercenari, eserciti raffazzonati e truppe un pò stagionate, può regalare una dimensione ulteriore alla caratterizzazione di determinati territori.

Spero che il tutto vi piaccia, se notate qualcosa che vi sembra poco chiaro (o troppo sgravato) fatemelo sapere.

Buona lettura!
DarkAngel
Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1596
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Re: Nuove armi: pugnali, coltelli, alabarde etc.

Messaggioda DarkAngel » 26/01/2016, 10:18

Piccolo update, ho diviso Polearm e Azza e ho dato una caratterizzazione "nanica" a entrambe (tecnologia nanica). L'idea del nano da guerra incazzato che brandisce la polearm/azza e la usa per tirare giù i cavalieri mi fa obiettivamente spaccare.
DarkAngel
Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1596
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

Re: Nuove armi: pugnali, coltelli, alabarde etc.

Messaggioda DarkAngel » 26/01/2016, 23:16

DarkAngel ha scritto:Piccolo update, ho diviso Polearm e Azza e ho dato una caratterizzazione "nanica" a entrambe (tecnologia nanica). L'idea del nano da guerra incazzato che brandisce la polearm/azza e la usa per tirare giù i cavalieri mi fa obiettivamente spaccare.


Copio-incollo un illuminante video fornitomi da Matteo che illustra, direi molto chiaramente, l'efficienza di una alabarda - per quanto molto rozza, quasi un'ascia a 2 mani anche se evidentemente utilizzata come arma ad asta - anche nel combattimento ravvicinato. Dal video si vede chiaramente che l'alabardiere non ha grossi problemi, che riesce a gestire l'avversario senza problemi anche sulle corte distanze. Paradossalmente, la prossimità sembra dare molto più fastidio all'altro.

https://www.youtube.com/watch?v=mo-RKC9qsQw

N.B.: Salta all'occhio come molti degli attacchi messi a segno dall'alabardiere non diano certo l'idea di fare 1d10 di danno: potremmo dire che sono colpi per ripristinare la distanza, alla stregua dei colpetti di scudo che dà l'avversario, grosso modo analoghi a quelli che un PG armato di spada e scudo potrebbe dare, con lo scudo, a un PG armato di pugnale. Il nostro sistema, per semplificare, non conta quei colpi e/o fa un tutt'uno con il colpo principale quando questo viene finalmente portato. Direi che ci può stare.
DarkAngel

Torna a “Manuale di Myst”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite