Colpo mirato

Introduzione al sistema Myst e discussioni sui vari capitoli che compongono il manuale di gioco: consigli, idee, aggiunte e modifiche.

Moderatori: Testimonial, PNG

Avatar utente
Bato
Maggiore
Messaggi: 493
Iscritto il: 08/10/2003, 20:42
Località: Roma
Contatta:

Colpo mirato

Messaggioda Bato » 30/10/2012, 12:03

Ho scritto "Colpo mirato" per distinguerlo da "Attacco mirato", ma mi rendo conto che rischiano di confondersi: il titolo è del tutto provvisorio.

Butto giù l'idea che mi era venuta nel corso dell'ultima sessione, prima di dimenticarmente, in maniera del tutto abbozzata.
L'idea sarebbe aggiungere una nuova proprietà ad alcune armi.
Le proprietà sono quelle cose tipo: affondo, contrattacco, ecc, che si ottengono con un determinato scarto in difesa, generalmente 20, raramente 30.

Questa nuova proprietà, il "Colpo mirato" (nome provvisorio) diverebbe "selezionabile" in seguito ad uno scarto in difesa di 20 (standard).
Con un "Colpo mirato" il seguente attacco eseguito con l'arma, se va a segno, ai fini della locazione verrebbe trattato come un'arma da tiro.
Ovvero in caso di 20, come recita anche la scheda: "ritirare e non considerare l’armatura".

Per spiegarlo narrativamente, in seguito ad un'ottima parata o schivata (20 o più di scarto) ho una piccola possibilità (1 su 20) di portare a segno un colpo in un punto scoperto dell'armatura, una piastra saltata via, una giuntura, un punto inevitabilmente scoperto.

Gli effetti possono essere devastanti, certe armi fanno 1d8, anche più, a cui occorre aggiungere la forza: senza armatura sono colpi spesso mortali.
A questo occorre aggiungere che nulla vieterebbe (almeno non credo lo vieterebbe la logica) ad un guerirero molto abile di eseguiro un "Colpo mirato" su un "Attacco mirato".
Mi scuso per il gioco di parole e spiego: a seguito di una buona parata/schivata potrebbe mirare alla testa, e nel caso colpisse avere una chance di non contare l'elmo (una decapitazione stile "Barbarian" abbastanza probabile).

Ma appunto, occorre tenere a mente che è solo una possibilità su 20.

A me non sembra quindi una proprietà squilibrata, a dirla tutta mi sembrerebbe perfino sottotono.
Ad esempio prendiamo le proprietà ottenute dalle spade, con scarto 20:
- Affondo: il prossimo attacco avrà danno pierce. [20 punti di Scarto di Difesa]
- Contrattacco: il prossimo attacco potrà essere effettuato aggiungendo al Tiro il Reach dell'arma. [20 punti di Scarto di Difesa]
- Stramazzone: il prossimo attacco avrà un bonus di Forza pari a +2 [20 punti di Scarto di Difesa]

Affondo e Contrattacco mi paiono nettamnete più appetibili di un ipotetico "Colpo mirato".
Probabilmente anche Stramazzone, in molti casi. In rari casi (guerrieri con forza 3 o 4) magari no, ma è da vedere.

Possiamo quindi vedere se renderlo un minimo più appetibile, ma non saprei come.
Eviterei assolutamente di diminuire lo scarto a 10, assolutamente no.
Aumentare le chance? Tipo non solo 1 su 20 ma chessò, 2-3 su 20? Non saprei, sarebbe una regola in più, cose da ricordare in più.
Lo possiamo inserire così... rimarrebbe probilmente una opzione aperta solo per pochi (guerrieri con forza 3 o 4, come detto sopra), poco utilizzata.... ma va beh, meglio che sbilanciata. Sarebbe solo un arricchimento che non sbilancerebbe o complicherebbe niente, almeno mi pare.

Che armi sarebbero interessate?

Direi le spade, e forse le armi ad asta. Terrei fuori martelli ed asce.

Sviluppando il discorso ed andando oltre, mi pare di ricordare che i pugnali/coltelli adesso sono disciplinati come corpo a corpo, infatti non li trovo nella lista delle armi, ma non trovo nemmeno la regola che ne parla.
Comunque non mi dispiacerebbe, forse, ma ci devo ancora pensare bene, un'arma da combattimento ravvicinato, che potrebbe essere il pugnale, o chessò lo stiletto, caratterizzato da un danno relativamente basso (1d4? 1d5?) ma per la natura dello stile di combattimento con la possibilità automatica di ignorare l'armatura.
Oppure potrebbe essere un'arma con una tecnica per forza di cose tendente alla precisione (mi verrebbe da pensare al fioretto, ma è un'arma rinascimentale e come sapete preferisco un setting medievale)
Questa è una cosa ulteriore, ma potremmo caratterizzare un'arma, che magari adesso ci pare sottotono, dandodogli questa cartteristica fissa (non più una proprietà attovabile solo con lo scarto).

Questo è quanto, ho postato più che altro come promemoria, ma credo se ne possa discutere.

bye
Eh già...

Torna a “Manuale di Myst”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite