Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« E' un bel rischio, finisce sicuramente a merda. Però quando ti ricapita un'occasione del genere? »
- Bohemond D'Arlac -
 
Il Valvassore
Guelfo da Flavigny
 
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 60   commenti totali: 79
82903 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 16/10/2019, 05:17)
9 Maggio 518
Venerdì 26 Giugno 2009

Il delatore


Gli Dei ci proteggano dalla malarazza degli osti! Meno di tre giorni sono trascorsi dalla schermaglia ai Due Fiumi, ed eccomi di nuovo alle prese con uno di questi malfattori: ipocrita, avvinazzato, impertinente e sciatto come la gran parte dei suoi colleghi bettolieri, ma di una idiozia tetragona davvero fuori dal comune. Se mi sono trattenuto dal torcergli il collo è solo grazie all'intervento del giovane Elias, che pure aveva somministrato un'abbondante razione di pestoni all'imbecille, un po' per renderlo meno furastico, un po' perchè persino lo scudiero di un cavaliere di Greyhaven finisce per perdere la flemma di fronte a idioti di tal fatta.
Sia come sia, quel tizio è come certi tamburi sfiatati, che per quanto forte li si batta non se ne cava mai una gran musica; le poche informazioni che si è deciso a rivelarci non ci ripagano certo della fatica che abbiamo fatto per estorcergliele.
Doppiamente furfante, prima ha accettato il denaro di Derek dando asilo a lui e agli altri congiurati, poi è corso a vendere i suoi ospiti agli sbirri di Bruel;
doppiamente svergognato, persino di fronte alle lame snudate ha avuto la faccia tosta di proclamarsi innocente ed esporre il collo, altero come certi filosofi delioti dei tempi che furono. Che vile spettacolo un mezzano che vuol spacciarsi per santo, il fetore del vino al posto dell'aureola, e un grembiule lordo di vomito come tunica!
Riuscirà a tenere la bocca chiusa, adesso? Credo che abbia imparato la lezione...ma se si dimostrasse ancor più stupido di come lo abbiamo lasciato,
tutti i piagnistei del mondo non lo salveranno, parola mia.
scritto da Guelfo da Flavigny , 13:43 | permalink | markup wiki | commenti (2)
 
6 Maggio 518
Giovedì 25 Giugno 2009

I Due Fiumi

Nell'oscurità della sera la mole della stazione di posta sull'altura mi ricorda un grasso corvo appollaiato su un cumulo di immondizie. Quell'oste è tanto idiota ed importuno quanto sfacciata e spregevole la sgualdrinella che si ritrova per figlia, comincio a pensare che Loic non avrebbe fatto un soldo di danno a strapazzarlo a dovere lo scorso autunno! Accidenti...sono passate due stagioni, e mi paiono due secoli. Marciavamo cupi, sgangherati, verso un'impresa che allora ci pareva folle e che si è rivelata la nostra più grande vittoria. L'infame Payne giustiziato dalla lama di Solice, il fratricida di Anthien, nostro più acerrimo nemico, costretto a fuggire come il più vile dei banditi, l'infausta cospirazione dell'Ordine Nero infine esposta agli occhi del Duca e sradicata! Non paghi, abbiamo portato la battaglia ad est, rintuzzando il nemico sia a Loran che a Lachdan. Al pensiero di quanto è stato fatto mi si riempie il cuore di orgoglio. Posso ancora vedere lo sconcerto sul volto ossuto di Lord Payne mentre lo acciuffavo, incurante della gragnuola di mortali stregonerie con cui egli era sicuro di abbattermi. Anche avesse scalcato fino all'ultima libbra di carne dalle mie ossa (e il Cielo sa quanto c'è andato vicino ) la mia corsa non si sarebbe arrestata, mai... Sei davvero uno sciocco, Guelfo da Flavigny, se malgrado ciò che hai compiuto in questi mesi entri ancora in disputa con un qualsiasi Osvel Bones: rammenta piuttosto chi sei tornato ad essere, e cosa ci si attende da te.
scritto da Guelfo da Flavigny , 01:05 | permalink | markup wiki | commenti (0)