The Borgias

Discussioni sul GdR in generale e su tutto ciò che altrove è off-topic.

Moderatori: Testimonial, PNG

Avatar utente
DarkAngel
Generale
Messaggi: 1596
Iscritto il: 14/04/2003, 20:51
Località: Roma
Contatta:

The Borgias

Messaggioda DarkAngel » 14/05/2011, 13:09

Come dicevo, a me è piaciuto molto l'approfondimento "militare" degli ep. 6 e 7, sia da un punto di vista tecnico (gli esperimenti con i nuovi cannoni "a palle incatenate") che per i dialoghi (i discorsi di Re Carlo sui reali motivi della guerra). Spero continuino così, visto che mi sembra tutto davvero di ottima fattura. A seguito della discussione di ieri ho svolto una piccola indagine sulla verosimiglianza storica di alcuni dei fatti narrati nella serie, che condivido con voi:

In particolare, per quanto riguarda i "cannoni", mi sembra corretta l'enfasi posta sull'artiglieria dell'esercito di Carlo VIII. E' vero, come diceva Matteo, che in Italia erano già presenti bombarde e cannoni, ma c'è anche da dire che il loro impiego era fortemente limitato dall'instabilità della polvere da sparo, dalla loro intrasportabilità e dalla scarsità dei pezzi. Penso che sia verosimile pensare che i cannoni senesi montati sugli spalti e le bombarde impiegate dai comuni durante gli assedi, che a quanto ho capito puntavano più a oltrepassare le mura che non a sfondarle, non fossero paragonabili ai cannoni su ruote dell'esercito del Re di Francia. La calata francese del 1494 è del resto documentata come il primo esempio di impiego massiccio di artiglieria da fuoco sul suolo italiano, e fu caratterizzato proprio dalla sua tremenda efficacia contro le inadatte fortificazioni dell'epoca.

Per quanto riguarda il "mestiere delle Armi": il film narra di fatti che avvengono circa 30 anni dopo il periodo narrato in The Borgias: il pezzo d'artiglieria protagonista della vicenda di Giovanni dalle Bande Nere non è ovviamente un cannone da assedio ma il Falconetto, cannone leggero di piccole dimensioni e notevole per precisione e potenza. Anche in quel caso l'enfasi è pienamente giustificata, nonostante l'esistenza pregressa di armi aventi caratteristiche tutto sommato similari come colubrine, cannoncini su ruote, etc., che però non avevano neanche lontanamente la stessa efficienza.

Non ho trovato menzione di Lorenzo il Magnifico, che dovrebbe essere morto da poco. In che puntata viene mostrato/nominato? Quello che compare nell'episodio 7 è chiaramente il figlio, Piero de Medici.
DarkAngel
Avatar utente
Elmer's pupil
Colonnello
Messaggi: 768
Iscritto il: 08/10/2003, 22:02

Re: The Borgias

Messaggioda Elmer's pupil » 15/05/2011, 0:41

Sì anche io ho notato che appare Piero, non Lorenzo. Viene detto esplicitamente nell'episodio "Borgia's loves" (il 4., mi pare) e da ciò si arguisce che il ragazzotto presente al fianco del Machiavelli nell'episodio precedente, quando il cardinal Della Rovere va a Firenze, doveva essere Piero.

Se ci sono degli anacronismi, non sono così marchiani ed evidenti. Ad es. secondo un libro che ho a casa il principe turco Djem fu accolto e ricevuto da Innocenzo VIII Cybo, il predecessore di Alessandro VI (quello che muore nel primo episodio), e, secondo un altro libro, il cardinale Orsini non viene ucciso all'inizio del pontificato (sarebbe stato invece comprato con il possesso di Monticelli e Soriano), ma più avanti quando il Borgia si inasprisce e durante la conquista dell'Italia centrale da parte di Cesare. Così anche la nomina dei dodici (non tredici) cardinali simoniaci è datata più avanti. Se si tratta però degli stessi avvenimenti. E' corretta invece la fase "spirituale" dei primi giorni del pontificato di Alessandro VI: pare che veramente il cardinal Rodrigo credesse nella possibilità di redimersi nella nuova veste di Papa.
Non mi pare venga detto mai esplicitamente ma il primogenito (e il prediletto) di Alessandro VI era Juan, il figlio guerriero. Un po' si arguisce riguardo alle vicende matrimoniali: "Juan fa quello che vuole".

E' ovvio quindi che qualche libertà c'è, ma in fondo lo spirito è rispettato, mi sembra (sono arrivato fino al quarto episodio). Anche l'insofferenza di Giovanni Sforza per il tipo di matrimonio celebrato pare che sia storicamente fondata, nel senso che il matrimonio in Vaticano della figlia del Papa fece un certo scalpore all'epoca (credo ci fosse solo il precedente di Franceschetto, il figlio di Innocenzo VIII).
Avatar utente
Elmer's pupil
Colonnello
Messaggi: 768
Iscritto il: 08/10/2003, 22:02

Re: The Borgias

Messaggioda Elmer's pupil » 15/05/2011, 23:21

"Be careful what you pray for, Cardinal.....If you pray for war, you will find yourself in a place....beyond prayer itself".

Torna a “Chiacchiere in Locanda”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti