Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Con le speranze non si riempiono le catapulte »
- Vonner Baumann -
 
Myst Cyclopedia

Eric Navar

[personaggio]
personaggio
Soprannome:
Toccoferro
Razza:
Umano
Sesso:
maschio
Nato/a il:
3 Agosto 493
Altezza:
183 cm
Peso:
85 kg
Ruolo:
compagno
Tipo:
PG
Giocatore:
sconosciuto
Eric Miniatura - Immagine 1Eric Navar, soprannominato "Toccoferro", nasce il 3 agosto del 493 ed è un personaggio della Campagna di Caen.

Come per molti suoi amici il 5 Aprile 506, giorno del massacro di Caen, segna il suo destino.
Poco più che adolescente inizia a lavorare come guardia del corpo per i mercanti della zona.
Nel 516, insieme ai vecchi amici d'infanzia scampati all'eccidio di Caen, entra a far parte della Confraternita della Rosa Bianca.

Quando serve usa lo pseudonimo di Valeriano Renken.

Lo sgrammaticato blog di Eric e Loic (suo fratello gemello) lo puoi leggere qui.

Puoi vedere la scheda di Eric qui: fronte - retro.

Una lettera di presentazione

Caro Gustaf

Qualche tempo fa mi chiedevi se potevo consigliarti una brava guardia di scorta, visto che forse riprenderai a viaggiare per vendere il tuo vino a Nekkar.
Sono felice di poterti aiutare, presentandoti Eric Navar, a cui affido questa lettera di presentazione.
Come forse sai, ormai ho deciso di non allontanarmi più dalla mia bottega di Annecy, e mi posso finalmente privare dell'aiuto di questo fidato giovane, che mi ha accompagnato in diversi viaggi negli ultimi due anni, nelle città dei dintorni, fino ad Amer.

Il padre di Eric era Bertrand Navar, boia del villaggio di Caen e dei dintorni, almeno fino ad una decina d'anni fa, uomo ed amministratore di legge quindi. Parimenti ai suoi natali, posso testimoniare anche io dell'onestà del figlio.

Ti prego di non giudicarlo dall'aspetto vagamente patibolare, che visto il mestiere del padre potrebbe far riflettere due anziani mercanti come noi sull'ironia della vita. Tantomeno dalla sua armatura di maglia che sembra appena stata depredata da un cadavere: in effetti confermo che è così, ma si tratta del cadavere di un brigante che per poco non mi faceva la pelle, e che comunque mi ha fatto capire quanto fosse più sicura la mia bottega rispetto alle strade di questi tempi.

L'educazione del giovane forse lascia un po' a desiderare, del resto dopo la sciagura che ha colpito e costretto all'inattività il padre sono stati tempi duri per sua madre Josephine. Ma ti posso garantire, dopo aver conosciuto il fratello gemello, tale Loic, il nuovo boia di Caen, che la natura è stata generosa con Eric: tra i due sembra infatti aver distribuito equamente la forza, ma non l'ingegno e la (pur scarsa) creanza.

Ma in fondo cosa ci si deve aspettare da una guardia del corpo?
Che sia onesta ed in grado di difenderci.
Ed Eric "Toccoferro" Navar risponde a queste requisiti.

A questo punto sarai curioso riguardo al soprannome, "Toccoferro": noterai che non porta spade, bensì usa il martello, sia ad una che a due mani, armi forse meno nobili, ma adatte ad incutere timore quando si incrociano dei malintenzionati. E noterai anche che l'impugnatura dei suoi martelli è in ferro battuto: è stata una sua idea, è convinto che gli porti fortuna, soprattutto quando deve combattere, toccare ferro.

Come avrai intuito Eric è un poco superstizioso, ed a questo ci dovrai fare l'abitudine, è sufficiente ricordarsi della cosa, e non ti darà problemi. Mi sembra di capire che in particolare lo tormenti una profezia che parla di lame, che gli fu fatta da una qualche cartomante, ma non ne ha mai voluto parlare a fondo.

Ma, parola mia, è tanto religioso quanto superstizioso. Basta osservare il simbolo di Dytros inchiodato all'interno del suo scudo e il santino di Kayah cucito all'interno dell'elmo; o la fiaschetta di cordiale che porta sempre con se, fregiata del segno di Reyks; io stesso ho assistito quando ha fatto benedire i suoi martelli alla Basilica di Dytros ad Achenar, per non parlare dell'armatura di cui ti parlavo prima, che non ha osato indossare prima che fosse purificata della malvagità del suo precedente possessore.

Da buon amico, oltre alla esagerata superstizione, che a volte ammetto possa risultare un po' fastidiosa persino per un mercante, devo elencarti anche un altro suo difetto.
Se capita l'occasione, Eric non è uno che si fa pregare per divertirsi: gli piace il vino, ed il buon cibo, il che può essere spesso alquanto costoso, visto l'appetito e la sete che lo contraddistingue. Non so se sia una fortuna o una disgrazia per te commerciare principalmente in vino.

Inoltre, devo aggiungere, non è il classico energumeno privo di ingegno. Non è raro che voglia pensare con la sua testa e questo, come puoi immaginare, è più facile che porti svantaggi che vantaggi. Ma anche in questo caso, sono sicuro che non ti sarà difficile tenere la situazione sotto controllo.

Credo, a questo punto, di averti detto tutto.
Spero potrai prendere con te Eric, e confido che ti servirà bene come ha servito me.
Ti auguro viaggi sereni ed ottimi affari, e ti aspetto presto alla mia bottega, dove spero potremo gustare insieme il tuo ottimo vino.

Tante cose,

Il tuo amico
Francis Huber

Rapporti con la Nebbia Oscura (666)

Il 21 giugno del 517, nel corso dello scontro con il Guardiano che di fatto concluse l'avventura dei Misteri dell'Ogham Craobh, Eric ha tirato il terzo 666 convalidato.
Nei giorni successivi ha avuto un sogno ed una strana "visione", prima di alloggiare alla stazione di posta nei pressi di Annecy, la notte tra il 6 ed il 7 luglio.
Lì ha visto qualcosa che gli ha ricordato la sua visione, uno strano dipinto-mappa appeso alla parete e raffigurante la catena dei monti Allstone.
Dopo una lunga e difficile trattativa ha convinto il restio Helmut, il capo della stazione di posta, a prestargli la tela, per poterne fare una copia accurata.
Attualmente la tela, custodita in un contenitore cilindrico, è in possesso di Eric.

Nuovo 666 Incoming (666)

A seguito di un quarto 666, inizia una nuova terna!
In attesa di notizie...

Curiosità

La faccia di Eric è presa in prestito ad un omonimo, famoso (e un po' rissoso) ex calciatore d'Oltralpe.

I compagni di viaggio

Creata il 27/03/2007 da Bato (250 voci inserite). Ultima modifica il 11/12/2007.
2386 visite dal 27/03/2007, 15:21 (ultima visita il 15/09/2019, 08:23) - ID univoco: 162 [copia negli appunti]
[Genera PDF]