Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Donner, devi venire un po' per forza. »
- Sven -
 
Myst Cyclopedia

Bruno Malade

[personaggio]
personaggio
Titolo:
Sir
Razza:
Umano
Sesso:
maschio
Nato/a il:
25 giugno 474
Altezza:
175 cm
Peso:
85 kg
Ruolo:
compagno
Tipo:
PNG
Giocatore:
sconosciuto
Ritratto di Sir Bruno Malade, Signore della Sir Bruno Malade, Cavaliere di Annecy e Signore della Fortezza di Loches, detta anche la Fortezza Sfortunata.

Biografia

Una difficile eredità

Sir Bruno è il secondo figlio, unico sopravvissuto, di Sir Geoffrey Malade, valente cavaliere che per molti anni prestò servizio nella Rosa Bianca insieme a Richard Grimaud.
La Compagnia di allora svolse importanti missioni e recuperò quattro copie del Logaeth, una delle quali è custodita da allora nella Fortezza Sfortunata.
Alla morte del padre e del fratello maggiore, Sir Bruno si è trovato a 20 anni Signore di una terra isolata, povera e ventosa, di una torre dal soprannome poco propizio. E membro suo malgrado della Confraternita della Rosa Bianca.

La vita ritirata

Dopo qualche anno trascorso ad Annecy, Sir Bruno si ritrova di nuovo a Loches, a gestire le sue terre. Continui sono i problemi con i feudatari vicini, in particolare con il Signore di Clerval, dalla Baronia di Keib, e con il Signore di Enfer, della vicina Chalard.
A Loches sono rimasti in pochi, il borgo è spopolato da decenni e la torre in parte diroccata domina colline brulle che ospitano pascoli e poche fattorie. Sir Bruno trascorre le sue giornate a studiare e di tanto in tanto cambia aria per andare ad acquistare libri, cercare documenti, svolgere ricerche sul campo. Da sempre più interessato alla teoria che alla vita pratica, è un eccelso topo di biblioteca, cocciuto e pignolo, mentre è del tutto imbranato nelle cose più "normali".

L'incontro con Padre Grimaud

Per Sir Bruno è semplice conquistare la fiducia di Padre Grimaud. Con la sua semplicità e l'atteggiamento fuori dal mondo che lo contraddistingue, si capisce chiaramente che non sarebbe mai in grado di mentire o di tradire la Rosa Bianca. Conserva il ricordo di suo padre con grande rispetto e la sua grande aspirazione è sempre stata quella di essere alla sua altezza. E se così non sarà mai con la spada in mano, per lo meno Sir Bruno se la cava egregiamente in ambiti teorici.
Il suo isolamento lo rende perfetto come punto di appoggio per lo smistamento di informazioni. E' proprio Sir Bruno che, dalla sua isolatissima torre, mantiene i contatti con gruppi collegati alla Rosa Bianca sia nel ducato di Amer che in altri, in particolare di Krandamer. In alcuni casi lui è l'unico a conoscere i nomi delle persone di riferimento e a sapere come raggiungerle. Questo lo rende un individuo fondamentale nell'organizzazione segreta.

La scelta di solitudine

Più volte Padre Grimaud ha proposto a Sir Bruno di trovare un luogo più sicuro per continuare le sue attività, o per lo meno di circondarsi di guardie armate. Ma Sir Bruno ha sempre risposto che quella era la sua casa, e che avere troppa gente d'armi intorno avrebbe solo attirato l'attenzione. Mentre così, con la torre quasi "aperta", nemmeno un brigante perderebbe il tempo di infilarsi a casa sua a cercare di rubare qualcosa. Questo atteggiamento estremamente fiducioso e quasi "incosciente", a quanto racconta Karen ai ragazzi della Compagnia di Caen, ha suscitato da sempre in Padre Quart una sincera antipatia.
Ma soltanto una vita semplice, povera e ridotta all'essenziale, ecco quel che interessa a Sir Bruno. E libri, tanti libri da studiare ed esaminare.

Voci correlate

Creata il 28/03/2008 da Annika (2212 voci inserite). Ultima modifica il 14/04/2008.
2083 visite dal 28/03/2008, 13:14 (ultima visita il 13/07/2019, 18:45) - ID univoco: 1472 [copia negli appunti]
[Genera PDF]