Cerca nel Sito

NomeKeywordsDescrizioneSezioniVoci correlate

Forum di Myst

 
« Non sei un po' gracilino per fare questa voce grossa? »
- Deera, donna forzuta -
 
Il Valvassore
Guelfo da Flavigny
 
creato il: 20/05/2005   messaggi totali: 60   commenti totali: 79
83053 visite dal 31/07/2007 (ultima visita il 20/10/2019, 02:10)
20 Maggio 518
Giovedì 22 Ottobre 2009

Stregoni

Il primo fu Bellamy Collorotto. Seguirono il negromante Toran, il Monaco con la sua adepta Jarel, la Dama di Fiori e il Dieci di Picche, Albert Speer, Wilhelm Keitel e il suo mentore Rosemberg, John Payne...e adesso Parrot Shaft. Uomini e donne indegni di praticare l'Arte Magica, giunti per nostra mano al cospetto di Kayah a render conto di come volsero al male il Dono che Ella aveva fatto loro. Ogni volta che ho vedo uno di questi sciagurati cadere vinto dinanzi a me, non posso non rammaricarmi dell'immane spreco che questi fece del suo prodigioso intelletto, della miserabile fine a cui scelse di giungere per debolezza, superbia, avidità. Guardo la carcassa mutilata di Shaft, rammento le infamie di cui questo maestro dei sortilegi si è macchiato, e capisco che la cupa leggenda che lo circondava non era che un'altra illusione, probabilmente la più effimera di cui è stato capace. Un maiale che ha grufolava nel fango fino a che non è stato sgozzato, ecco chi era Parrot Shaft. Spero che la sua morte dia un po' di pace all'anima della povera Nickel.

Abbiamo preso viva la sua velenosa pupilla, Dora Burrows. Loic non ha mancato di bearsi alla vista di lei inerme e sconfitta, eccitato come un mastino all'odore del sangue. E' così simile, il Navar, a certi nostri nemici, che nell'ascoltare per l'ennesima volta le sue maramalderie ho avvertito un fremito di disgusto. Possibile che gli Dei abbiano scelto una bestia del genere per fare la loro volontà? Dispero ormai di vedere in lui qualche segno di pietà umana, e cerco di convincermi che egli possa essere di ausilio alla Causa malgrado la brutale idiozia che lo anima. Anche un cane rabbioso può essere aizzato contro i lupi, del resto.

Dora Burrows. Una bellezza allo stesso tempo schiva e sfrontata che tradisce l'ambiguità del suo spirito. Con scellerato orgoglio rivendica le turpitudini a cui ha preso parte...ma è pur sempre capace di un moto di vergogna, quando ci implora di non rivelare all'ignaro padre putativo la sua segreta carriera di malfattrice. Saprà trovare il coraggio di guardare in faccia il mostro in cui si è trasformata, e di rinnegarlo prima dell'incontro con la Dea? Qualunque sarà il destino che l'attende a Chalard, spero che ci riesca.
scritto da Guelfo da Flavigny , 02:03 | permalink | markup wiki | commenti (1)
 
15 Maggio 518
Sabato 19 Settembre 2009

Frustrazione

Una parte di me sperava segretamente di trovare, al nostro ritorno, il castelletto dei Rank dato alle fiamme, e una moltitudine di corvi intenti a spolpare le carcasse arrostite dei suoi avvinazzati occupanti...la stessa parte che in assenza di Solice avrebbe di buon grado fracassato a calci la testa di quel barcaiolo, tanto per farci entrare un po' di buon senso. Purtroppo è una merce, il buon senso, che non circola granchè in queste contrade. Insulsi marmocchi che si dilettano di demonologia, capaci di una reticenza esasperante se interrogati da noi, uomini in armi e con le insegne dellla Chiesa, ma sveltissimi a confessare ai parenti le malefatte loro e quelle del "mentore" imbecille, in spregio alla pena che ci eravamo dati per preservarlo dalla cieca vendetta dei villici di Blackpool. Lo stesso idiota, poi, avrà la faccia tosta di opporsi al sequestro delle sue carte stregonesche, pur consapevole di essere ancora vivo solo in virtù della nostra clemenza, e in ogni caso nostro prigioniero, per di più avviato ad un giudizio dell'Inquisizione. E prima di questi c'era la marmaglia di beoni di Mourden, le guardie imbelli, l'apatico Nolan e la scriteriata Nina, riluttante a separarsi da un documento di grande importanza malgrado il piccolo esercito che proprio quello stramaledetto documento è venuto a sottrarle con la forza. Ah, c'era pure quell'altro maiale che in teoria avrebbe dovuto farci un quadro dei pericoli del torrente sotterraneo... *Sigh* Cosa è successo a questo a mondo? E' possibile che con l'arrivo della primavera si siano rimbecilliti tutti? A volte ho la sensazione che a manovrare questa legione di minorati, i cui propositi sono invariabilmente mutevoli ed insensati, ma che sanno sempre dar prova di incrollabile determinazione quando si tratta di intralciarci e infastidirci, ci sia una specie di bizzarro Demiurgo, che se la ride della nostra frustrazione e che cerca in tutti i modi di farci perdere il senno.
scritto da Guelfo da Flavigny , 14:54 | permalink | markup wiki | commenti (2)
 
9 Maggio 518
Venerdì 26 Giugno 2009

Il delatore


Gli Dei ci proteggano dalla malarazza degli osti! Meno di tre giorni sono trascorsi dalla schermaglia ai Due Fiumi, ed eccomi di nuovo alle prese con uno di questi malfattori: ipocrita, avvinazzato, impertinente e sciatto come la gran parte dei suoi colleghi bettolieri, ma di una idiozia tetragona davvero fuori dal comune. Se mi sono trattenuto dal torcergli il collo è solo grazie all'intervento del giovane Elias, che pure aveva somministrato un'abbondante razione di pestoni all'imbecille, un po' per renderlo meno furastico, un po' perchè persino lo scudiero di un cavaliere di Greyhaven finisce per perdere la flemma di fronte a idioti di tal fatta.
Sia come sia, quel tizio è come certi tamburi sfiatati, che per quanto forte li si batta non se ne cava mai una gran musica; le poche informazioni che si è deciso a rivelarci non ci ripagano certo della fatica che abbiamo fatto per estorcergliele.
Doppiamente furfante, prima ha accettato il denaro di Derek dando asilo a lui e agli altri congiurati, poi è corso a vendere i suoi ospiti agli sbirri di Bruel;
doppiamente svergognato, persino di fronte alle lame snudate ha avuto la faccia tosta di proclamarsi innocente ed esporre il collo, altero come certi filosofi delioti dei tempi che furono. Che vile spettacolo un mezzano che vuol spacciarsi per santo, il fetore del vino al posto dell'aureola, e un grembiule lordo di vomito come tunica!
Riuscirà a tenere la bocca chiusa, adesso? Credo che abbia imparato la lezione...ma se si dimostrasse ancor più stupido di come lo abbiamo lasciato,
tutti i piagnistei del mondo non lo salveranno, parola mia.
scritto da Guelfo da Flavigny , 13:43 | permalink | markup wiki | commenti (2)
 
6 Maggio 518
Giovedì 25 Giugno 2009

I Due Fiumi

Nell'oscurità della sera la mole della stazione di posta sull'altura mi ricorda un grasso corvo appollaiato su un cumulo di immondizie. Quell'oste è tanto idiota ed importuno quanto sfacciata e spregevole la sgualdrinella che si ritrova per figlia, comincio a pensare che Loic non avrebbe fatto un soldo di danno a strapazzarlo a dovere lo scorso autunno! Accidenti...sono passate due stagioni, e mi paiono due secoli. Marciavamo cupi, sgangherati, verso un'impresa che allora ci pareva folle e che si è rivelata la nostra più grande vittoria. L'infame Payne giustiziato dalla lama di Solice, il fratricida di Anthien, nostro più acerrimo nemico, costretto a fuggire come il più vile dei banditi, l'infausta cospirazione dell'Ordine Nero infine esposta agli occhi del Duca e sradicata! Non paghi, abbiamo portato la battaglia ad est, rintuzzando il nemico sia a Loran che a Lachdan. Al pensiero di quanto è stato fatto mi si riempie il cuore di orgoglio. Posso ancora vedere lo sconcerto sul volto ossuto di Lord Payne mentre lo acciuffavo, incurante della gragnuola di mortali stregonerie con cui egli era sicuro di abbattermi. Anche avesse scalcato fino all'ultima libbra di carne dalle mie ossa (e il Cielo sa quanto c'è andato vicino ) la mia corsa non si sarebbe arrestata, mai... Sei davvero uno sciocco, Guelfo da Flavigny, se malgrado ciò che hai compiuto in questi mesi entri ancora in disputa con un qualsiasi Osvel Bones: rammenta piuttosto chi sei tornato ad essere, e cosa ci si attende da te.
scritto da Guelfo da Flavigny , 01:05 | permalink | markup wiki | commenti (0)